Home
 

Escursioni giornaliere




Programma

Ghiacciaio del Morterach e il trenino rosso del Bernina
Da St. Moritz (CH) proseguimento per Morterasch. Escursione a piedi con guida naturalistica lungo il sentiero glaciologico che permetterà di effettuare interessantissime considerazioni sulla velocità di arretramento del fronte del ghiacciaio negli ultimi decenni – arrivo alle pendici del ghiacciaio a quota 2.000 m.s.l.m. Osservazione dei crepacci, delle morene superficiali e della tipica valle ad U. Rientro a Morterasch stazione. Partenza con il trenino rosso del Bernina (Bernina Express) attraverso il passo del Bernina ( 2.400 m.s.l.m.) Arrivo a Tirano e incontro con il pullman.

Lecco: itinerari Manzoniani
Sulle orme dei personaggi de “I Promessi Sposi” Questo itinerario è pensato per rendere attuali e coinvolgenti per gli studenti i passi del romanzo più importante della nostra letteratura,”I Promessi Sposi”, grazie alla scoperta dei luoghi scenario della storia. L’itinerario inizia a Lecco con la visita al piccolo ma interessante centro storico della città e prosegue con  l’ingresso al Museo di Villa Manzoni, la casa dove il poeta ha trascorso parte della giovinezza e che è stata d’ispirazione alla sua opera, per terminare  a Pescarenico, l’antico rione dei pescatori  con la chiesa dei SS.  Materno e Lucia , i resti del convento di Padre Cristoforo e il parco  dell’Addio ai Monti. Nel primo pomeriggio breve passeggiata per raggiungere, la splendida e strategica radura che ospita i resti del Castello dell’innominato.

Il lago di Como: Varenna, Bellagio e Villa Carlotta
Da Varenna partenza con motoscafo privato per Villa Carlotta, luogo seicentesco di rara bellezza, dove capolavori della natura e dell'ingegno umano convivono in perfetta armonia in oltre 70.000 mq visitabili tra giardini e strutture museali. Proseguimento in battello per Bellagio e visita guidata del famosissimo lungolago (possibilità di visita degli splendidi giardini di villa Melzi . Rientro a Varenna. Itinerario proponibile in pullman o treno

Parco Adda Nord
Da Paderno d’Adda con la guida ambientale escursione a piedi lungo l’antica alzaia dell’Adda: durante l’itinerario si potranno osservare il famoso ponte di Paderno (1889), la centrale idroelettrica “Semenza” (1917), la traversa mobile a palconcelli di legno (fine ‘700) e le chiuse di concezione Leonardesca fino all’ecomuseo di Leonardo e visita. Nel pomeriggio trasferimento in pullman a Crespi d’Adda, l’antico villaggio operaio patrimonio dell’Unesco affrontando la tematica della rivoluzione industriale italiana e ricostruendo gli antichi modi di vivere e lavorare alla scoperta delle motivazioni che portarono alla nascita di questo esclusivo museo all’aperto di archeologia industriale.

Milano, percorsi classici e alternativi
Le nostre guide laureate in Storia e critica dell’arte e appassionate di arte in tutte le sue forme accompagneranno nei numerosi percorsi alla scoperta dell’arte, architettura, storia e design a Milano o alla scoperta di eventi culturali che si svolgono in città.

Itinerario di conoscenza: Castello Sforzesco, Broletto, Duomo (eventualmente battistero), Galleria Vittorio Emanuele II e Piazza della Scala. Mezza giornata
Le basiliche milanesi: S. Ambrogio, S Lorenzo, S Eustorgio.
Milano rinascimentale: Castello Sforzesco con museo di arti antiche, chiesa di S Maria delle Grazie ed eventualmente il Cenacolo Vinciano o chiesa di S Satiro
Milano romana e paleocristiana: Museo archeologico, mura di via Brisa, basilica di S. Lorenzo ed eventualmente cappella di S. Aquilino.
Milano rinascimentale: Castello Sforzesco con museo di arti antiche, chiesa di S Maria delle Grazie ed eventualmente il Cenacolo Vinciano o chiesa di S Satiro
Milano dell'unità:  il museo del risorgimento
Milano e la Scala: visita al museo del Teatro alla Scala e vista al palcoscenico dai palchetti (controllare se i sono spettacoli), si può abbinare alla visita del Duomo o del Castello
Milano Manzoniana:  Renzo entra a Milano: visita ai luoghi di com'erano e com'è la città con riferimento ai Promessi Sposi (dal Lazzaretto al Cordusio) i luoghi di Manzoni: Casa Manzoni, San Fedele e Scala
Civica Galleria di Arte Moderna Vi si trovano opere significative del Neoclassicismo e Romanticismo Lombardo.
Museo Poldi Pezzoli  La Pinacoteca raccoglie opere di altissimo valore tra cui opere di Botticelli, del Guardi, del Pollaiolo e del Pinturicchio.
Pinacoteca di Brera Una Galleria nazionale tra le più famose del mondo. Capolavori della pittura italiana dal XIV al XX secolo. Sei sale sono dedicate alla pittura italiana tra ‘200 e ‘500. E’ anche visibile un gruppo di quadri del movimento metafisico e del Novecento italiano donati alla Pinacoteca.
Palazzo dell’Arte sede permanente delle Mostre della Triennale d’Arte di architettura, urbanistica, arti decorative, design, artigianato, produzione industriale, moda e comunicazione visiva.
Il Museo della Scienza e della Tecnica: intitolato a Leonardo da Vinci è famoso in Italia e nel mondo per le sue esposizioni e i suoi padiglioni aeronavali e ferroviari. Al suo interno il sottomarino E. Toti.

Escursione di mezza giornata a Milano
1.Dialogo nel Buio:  un percorso presso l’istituto dei ciechi di Milano in totale assenza di luce accompagnati da esperte guide non vedenti. Un’esperienza che presenta un alto grado di coinvolgimento emotivo con molteplici contenuti educativi e formativi.

2.Architettura e Design: Tour tra le nuove architetture di Milano tra Porta Nuova, Garibaldi e il quartiere Isola, il nuovo centro nevralgico milanese. In mostra le opere dei migliori street artists internazionali e di architetti quali Cesar Pelli, Pei Cobb Freed, Boeri ed altri che hanno cambiato il volto della città.

3.Street Art a Milano: Street art e graffiti, nati come forme espressive di ribellione negli Stati Uniti, hanno ormai conquistato il mondo e anche i muri di Milano. Il tour accompagnerà in maniera non convenzionale a scoprire la storia, le origini, i protagonisti e le motivazioni del fenomeno artistico della street art, partendo proprio dalle strade in cui le opere nascono. Con testimoni d’eccezione.

4.Food Tour: Un percorso studiato ad hoc per scoprire la storia di alcuni negozi e prodotti milanesi (ad esempio: Camparino, Peck, Savini, la storia del Risotto allo Zafferano, Motta e Alemagna). Visita ad alcune aziende alimentari della tradizione milanese.

5.Volandia: Il Parco e Museo del Volo di Volandia è un museo adiacente all'Aeroporto di Milano-Malpensa, negli edifici delle storiche Officine Aeronautiche Caproni fondate nel 1910. Questo luogo è testimone delle sfide tra l’uomo e il cielo grazie alle aziende che hanno reso possibile il sogno di volare. Tutte le forme di volo: l’ala fissa, l’ala rotante, il padiglione spazio, i droni, gli aeromodelli per raccontare l’epopea aeronautica in tutte le sue forme, dai voli pionieristici dei primi del 900 all’avveniristico convertiplano, dalle mongolfiere alla conquista dello spazio. Le visite possono essere indirizzare alle scuole dell’infanzia come anche agli istituti specializzati.


Lago d'Iseo: Le piramidi di terra di Zone

L’obbiettivo di questa escursione nella zona del lago d’Iseo e della Franciacorta è uno studio della morfologia glaciale attraverso l’osservazione delle diverse cerchie moreniche. Si potranno riconoscere le tracce del passaggio del ghiacciaio Camuno, i depositi e le forme di erosione.  Nel pomeriggio trasferimento in pullman a Zone e escursione a piedi di 1.30 h (dislivello in salita 150 m) per l’osservazione delle Piramidi di terra, creazioni della natura che, nel corso dei secoli, grazie all’erosione provocata dall’acqua a contatto con il terreno della montagna di origine morenica, ha determinato la nascita di queste uniche sculture naturali. Si tratta di piramidi dalla forma conica, protette sulla cima da grandi massi che ostacolano il processo di erosione causato dallo scorrere dell’acqua e dalla pioggia.
La visita può essere abbinata alle incisioni rupestri della Val Camonica.

Le incisioni rupestri della Valcamonica
La Valle Camonica è nota in tutto il mondo per la straordinaria ricchezza e varietà di incisioni rupestri, inserite nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Essa rappresenta un luogo davvero unico, in cui l’Uomo e l’ambiente hanno interagito fin dalla Preistoria, caratterizzandola come “La Valle dei Segni”. Scoprire e conoscere l’arte rupestre camuna permette di compiere un viaggio indimenticabile nella preistoria e protostoria europea per giungere, attraverso le incisioni di età storica (romana, medievale e moderna), sino alle soglie del XX secolo. A Capo di Ponte, incontro con la guida e ingresso al Parco Nazionale delle Incisioni rupestri di Naquane  un museo all'aria aperta, il primo parco archeologico istituito in Italia per la tutela e la valorizzazione del territorio contenente una tra le migliori collezioni di arte rupestre della Valle Camonica. Mattinata dedicata alle 104 rocce, in arenaria levigata dai ghiacciai, incise con alcune delle raffigurazioni più note del repertorio d’arte rupestre di epoca preistorica e protostorica della Valle Camonica. Il programma prevede l’osservazione guidata delle incisioni rupestri nella mattinata, il pranzo al sacco in area attrezzata. Nel pomeriggio laboratori didattici con attività manuali e conoscitive.

Mantova, il parco del Mincio, la navigazione sul Po
La storia di Mantova è rappresenta dai palazzi dalle piazze della città e dalla lettura delle tracce del tempo, dall'alto medioevo all'età comunale, dal Rinascimento ai nostri giorni, si offre spontanea al visitatore che percorra il centro storico. Si consiglia la visita del Palazzo Te e del Palazzo Ducale.
Opzioni per il pomeriggio:
Navigazione dai laghi di Mantova dai quali si ha un’inedita visione del centro storico della città Virgiliana per poi raggiungere la Vallazza, una zona umida creata dal Mincio, di grande interesse naturalistico per la peculiarità della sua flora e della fauna e sito di interesse comunitario. Arrivati a Governolo, si accede alla chiusa di navigazione che consente al nostro natante di superare il dislivello tra Mincio e Po. Sbarco a San Benedetto, antico centro padano, sede della millenaria Abbazia benedettina del Polirone, un’imponente complesso monastico.
Sabbioneta: la piccola Atene Padana, così la definivano gli illuministi. Città ideale rinascimentale, ideata dal principe-mecenate Vespasiano Gonzaga Colonna su modello delle antiche città romane.

La rocca sforzesca di Soncino e la stamperia
Visita del tranquillo borgo di Soncino, ricco di suggestive testimonianze storiche ed artistiche: l'imponente Rocca Sforzesca, l'interessante Museo della Stampa allestito presso l'antica Casa degli Stampatori, le Chiese e i palazzi storici. Visita della Rocca Sforzesca, costruita per volere della famiglia Sforza, signori di Milano, a partire dall'anno 1473 con funzione esclusivamente militare. Possibilità di laboratori all’interno. Nel pomeriggio visita della Casa degli stampatori, dove si respira l'atmosfera di una vecchia stamperia ebraica del secolo XV. Nella saletta del secondo piano si può assistere alla proiezione di un interessante filmato che racconta la vicenda degli stampatori "Soncino" nonché visitare la mostra didattica sulla storia della stampa. Laboratori di scrittura e di stampa.
Opzioni: la visita alla Rocca di Soncino è abbinabile al castello Visconteo di Pandino con interessanti laboratori sulla cucina e i banchetti in epoca medioevale.

Pavia e il Parco del Ticino
Visita di Pavia con la cupola del Duomo che  domina la campagna circostante e, come uno scrigno, sulle rive del Ticino conserva i suoi tesori. La visita sul tracciato romano del centro storico porta a conoscere l’antica capitale dei longobardi, le splendide basiliche romaniche di San Michele e San Pietro in Ciel d’Oro, le torri medievali, le architetture in cotto di epoca viscontea e l’università trecentesca riportata a nuovo splendore nell’età dei lumi. Al termine della visita trasferimento in pullman al Parco del Ticino. Nel primo pomeriggio escursione a piedi con guida ambientale discendendo i terrazzi fluviali e poi lungo l’alzaia del Ticino tra i coltivi da dove non sarà difficile osservare aironi, anatre e rapaci.
Opzioni: Vigevano: visita del centro e del Castello Visconteo-Sforzesco, Morimondo: visita dell’abbazia, visita della Certosa di Pavia.
Attività naturalistiche all’interno della riserva naturale “La Fagiana” della LIPU

Parco Nazionale del Gran Paradiso

3 punti di partenza: il Centro Visitatori del Parco Nazionale Gran Paradiso di Valsavarenche, Rhêmes-Notre-Dame o Cogne (villaggio minatori) alla scoperta dell’ambiente alpino: geomorfologia, flora e fauna. Dopo la visita al centro passeggiata di mezza giornata nel territorio del Parco Nazionale Gran Paradiso accompagnati da una Guida del Parco. L’escursione, da svolgere nel periodo aprile-giugno, permette di vedere da vicino con una grande probabilità marmotte, stambecchi e camosci che in quel periodo scendono a quote più basse per cibarsi della prima erba primaverile. Il percorso dell’escursione potrà essere concordato direttamente con l’insegnante.
Possibilità di programmare escursioni di intera giornata, attività di orientering e ciaspolate nei mesi invernali.
Aosta e I castelli
Visita di Aosta e del suo centro storico, un angolo dell'antica Roma tra le Alpi, il più importante esempio di architettura romana nel nord Italia: una sorpresa per gli appassionati del genere. Risalgono all'epoca di Augusta Praetoria, la colonia romana che ha lasciato in eredità alla città anche l'impianto urbanistico ortogonale, ben visibile nel centro storico. Nel pomeriggio visita ad uno dei numerosi castelli della Valle d’Aosta:
Il Forte di Bard: protagonista di una storia lunga mille anni tra distruzioni e ricostruzioni, alternate a passaggi illustri, da Napoleone a Stendhal, a Cavour, fanno di Bard un sito storico e monumentale di notevole suggestione. Al suo interno il percorso con attività laboratoriale “Le Alpi dei ragazzi”, uno spazio ludico interattivo in cui i visitatori possono cimentarsi in un'ascensione virtuale al Monte Bianco attraverso 9 sale nelle quali si sviluppa l’ascensione per avvicinare i giovani ad una pratica responsabile dell’alpinismo.
Castello di Fenis : già esistente nel XIII secolo, acquista la sua fisionomia definitiva fra il 300 e il 400, in seguito a trasformazioni ed ampliamenti voluti dalla potente famiglia feudale degli Challant. E' l'esempio più compiuto del castello medievale alpino. Diversamente dagli altri castelli costruiti per scopi bellici e di difesa, Fénis non è situato sulla sommità di un promontorio, bensì su un lieve poggio. La sua funzione infatti, in contrasto con l'apparato difensivo, è stata unicamente quella di sede prestigiosa della Famiglia Challant

Macugnaga e la miniera della Guia
Si tratta della prima miniera-museo italiana. Situata in Val d’Ossola, è una delle zone aurifere d’Italia. Le acque della valle, attraverso il torrente Toce confluiscono nel Ticino, facendo di questo fiume il più ricco d'oro in Italia. Visita guidata alla Miniera della Guia attraverso i cunicoli scavati alla scoperta del lavoro e della vita dei minatori. In seguito escursione a piedi lungo la Valle Quarazza fino al lago delle Fate (30 min.ca). Nel pomeriggio lungo il torrente attività ludico didattiche di setacciamento delle sabbie aurifere alla ricerca delle pagliuzze d’oro.
Opzioni: visita dell’antico Dorf di Macugnaga e del museo Walser se disponibile

Gli Orridi di Uriezzo (Val Formazza)

Lo scenario della Val Formazza è fatto di piccoli antichi borghi, prati, fitti boschi e ripidi pendii. In questo tratto di valle l'imponente azione di modellamento e di erosione operata dai ghiacciai e dai torrenti del passato ha lasciato segni così grandiosi e complessi, e insieme così evidenti, come raramente nelle Alpi si possono trovare. L'espressione più evidente dell'azione erosiva sono gli Orridi di Uriezzo, profonde incisioni in roccia scavate dall'antico sistema di torrenti che scorrevano sul fondo del ghiacciaio che percorreva in passato la valle. Con il ritiro dei ghiacciai, l'andamento della locale rete idrografica si è sensibilmente modificato: la peculiarità degli Orridi di Uriezzo consiste proprio nel fatto che il torrente che li ha modellati ora non percorre più queste strette incisioni, pertanto è possibile camminare agevolmente all'interno di esse. Con le guide naturalistiche escursione sul sentiero che si snoda tra i canyons e le forre principali scavate dall’acqua fino a lambire il fiume Toce per ammirare le marmitte dei giganti e camminare sulle rocce “più profonde” conosciute come elemento “ 0”.

Lago Maggiore e le Isole Borromee

Dopo una breve visita di Stresa con la sua bella passeggiata e punto di riferimento dell'alta società del XIX sec, partenza in barca alla volta dell'isola Bella con il lussuoso palazzo e il giardino all'italiana della famiglia Borromeo, nobile famiglia di origine toscana, ma abitante a Milano dal XIV secolo. Proseguimento per l'isola dei Pescatori. All'arrivo visita della chiesetta dedicata a San Vittore, costruita nell'XI secolo ma modificata nel corso dei secoli. Dopo pranzo partenza in barca per l'isola Madre, la più grande delle isole presenti sul Lago Maggiore con il suo bel giardino botanico in stile inglese. L'isola Madre appartiene ai Borromeo e la visita comprende una bella passeggiata attraverso il giardino botanico dove sono circa 2.000 piante provenienti da tutto il mondo e quindi si visiterà il Palazzo, più intimo e familiare rispetto a quello dell'isola Bella, con soffitti a cassettoni, con una particolare collezione di marionette e di bambole, la camera da letto, la sala da pranzo, i suoi manichini con le livree d'epoca.

Parma e Food Tour

Parma: Visita del centro storico: la Cattedrale dedicata all’Assunta, la Cupola affrescata dal Correggio, il Battistero, la Chiesa di San Giovanni Evangelista, la chiesa di Santa Maria della Steccata, Proseguimento della visita per le vie del centro storico. Nel pomeriggio visita di un caseificio di Parmigiano Reggiano o ad un prosciuttificio del consorzio Prosciutto di Parma.
Opzioni: possibilità di unire la visita di Parma agli itinerari Verdiani

Verona e il lago di Garda

Verona: Giro panoramico in pullman per una introduzione generale della città che consente di vedere le Porte Rinascimentali Nuova e Palio, il Castello e il Ponte Scaligero, Arco dei Gavi e Porta romana dei Borsari, Ponte Pietra e Teatro Romano. Salita alla collina di S. Leonardo per vedere il panorama. La visita prosegue poi, con un circuito a piedi nel Centro Storico, con sosta nei punti più caratteristici e di maggiore importanza storico-artistica: Casa di Giulietta, Piazza dei Signori, delle Erbe  e Brà, Arche Scaligere e Arena (con visita interna)
Opzioni:
Il vittoriale degli Italiani: a Gardone Riviera, sulla sponda bresciana del lago di Garda. Dimora di Gabriele D’Annunzio, Il Vittoriale è una cittadella monumentale che si estende per circa 9 ettari. Il poeta-soldato l’allestì a memoria e testimonianza delle imprese degli italiani durante la prima Guerra mondiale.
Il lago di Garda: Sirmione con la Rocca Scaligera e le Grotte di Catullo, Peschiera con le fortezze austriache del Quadrilatero Risorgimentale. Possibilità di navigazione del lago per raggiungere l’isola di Garda.
Parco Giardino Sigurtà: è la perfetta fusione di un parco (ovvero un'area boschiva caratterizzata da alberi ad alto fusto) e di un giardino (ossia uno spazio delimitato da aiuole dove si coltivano fiori e piante ornamentali). Durante il percorso guidato verrà illustrato l’affascinante storia dei giardini e dei personaggi storici che sono stati ospiti del Parco nel corso dei secoli, da Napoleone III ai premi Nobel Sabin e Fleming, da Ippolito Pindemonte al principe Carlo d’Inghilterra.

Torino
Percorso guidato nel centro storico di Torino alla scoperta della storia di Torino e d’Italia, attraverso i suoi monumenti, le sue vie e le testimonianze storiche. Possibilità di visita al Palazzo Reale e Armeria. Residenza ufficiale della Monarchia Sabauda sino allo spostamento della capitale, è un raffinato e sfarzoso esempio di barocco piemontese. L’Armeria Reale ospitata nella sontuosa galleria affrescata dal Beaumont, la collezione Sabauda tra le più importanti a livello europeo; consente di conoscere le fasi dell’evoluzione tecnica delle armi e delle armature nella storia. Nel pomeriggio a scelta:
Museo del cinema, ospitato all’interno della Mole Antonelliana, il museo è tra i più importanti al mondo per la ricchezza del patrimonio e per la molteplicità delle sue attività scientifiche e divulgative ed eventualmente salita con l’ascensore panoramico che permette di salire fino al “tempietto” e offre uno straordinario punto di vista a 360° sulla città e sull’anfiteatro delle Alpi. La corsa nella cabina di cristallo trasparente avviene in 59 secondi in un’unica campata a cielo aperto senza piani intermedi dalla quota di partenza, posta a 10 mt di altezza fino agli 85 dell’arrivo
Venaria Reale: visita della Reggia e dei suoi giardini; la “Versailles” piemontese, nata a metà del ‘600 come residenza venatoria della corte, poi trasformata dal genio di Filippo Juvarra. In seguito ai recenti restauri la reggia è diventata sede di esposizioni temporanee che la rendono sempre diversa e attraente. Durata della visita circa 3 ore. È possibile scegliere il percorso in base all’argomento che si intende approfondire (Arte Architettura Storia, Storia Politica Società, Natura Arte Storia)
Il planetario Infini.To - Parco Astronomico: questo centro nasce come centro di didattica e divulgazione dell'astronomia e della fisica spaziale. Adottando le moderne tecniche espositive basate sull'interattività, offre al pubblico le più avanzate conoscenze sull'Universo.
Il parco di Portofino
Il Monte di Portofino è una splendida cornice che racchiude il fascino della natura, il mistero della duecentesca abbazia di S.Fruttuoso e la notorietà del turismo più esclusivo. Un promontorio oggi arricchito dalla riserva marina che lo circonda. Il programma prevede escursione a piedi al monte con guide naturalistiche ambientali, discesa a S. Fruttuoso sede della famosa Abbazia – navigazione in motonave a Portofino – vista libera del Borgo di Portofino e proseguimento per Rapallo.

Whale watching Genova – Portofino
Partenza da Genova Porto Antico per una splendida esperienza in Mar Ligure per scoprire le suggestioni del Santuario Pelagos e conoscere il più famoso borgo marinaro della Liguria.
L’escursione prevede circa 3 ore di navigazione in mare aperto dedicate alla ricerca dei cetacei che vivono in corrispondenza dei canyon sottomarini situati al largo di Genova e alle ore 13.00 l’imbarcazione ormeggerà a Portofino per una sosta di circa un’ora. Durante il ritorno a Genova, la navigazione sottocosta permetterà di scoprire i punti più suggestivi del Promontorio di Portofino. L’accompagnamento di un biologo marino - guida naturalistica fornirà approfondimenti sulla biologia dei Cetacei, le peculiarità del Santuario Pelagos e dell’area marina protetta di Portofino.




Scheda Tecnica




sviluppato da OpticalDream