ROVERETO E TRENTO



Programma

1° giorno: ROVERETO E TRENTO

Arrivo A Rovereto in nattinata. Ingresso e visita guidata al MART. Questo museo ospita preziose collezioni tra dipinti, disegni, incisioni e sculture. Progettato dall’architetto Mario Botta, il complesso simile ad una cittadella rinascimentale si apre su una grande piazza intorno alla quale si articolano diversi spazi espositivi. (Durata circa 1h). Possibilità di proseguire la visita libera alle altre collezioni oppure è possibile fare un breve trasferimento in pullman in località Miravalle per visitare la Campana dei Caduti.(visita libera). Fusa con il bronzo dei cannoni di tutte le nazioni che parteciparono al primo conflitto mondiale, è la più grande campana esistente al mondo che suona a distesa per invocare pace e fratellanza.
Al termine pranzo al sacco  
Nel pomeriggio trasferimento a Trento. Incontro con la guida per la visita del Castello del Buonconsiglio, L’immensa costruzione circondata da alte mura e con il ponte levatoio all’ingresso fu eretta in diverse epoche a partire dal 1200. Residenza dei principi vescovi di Trento dalla seconda metà del XIII secolo fino alla secolarizzazione del principato è formata da diversi corpi di fabbrica addossati alle duecentesche mura cittadine. (itinerario didattico a scelta sul sito http://www.buonconsiglio.it/index.php/Castello-del-Buonconsiglio/attivita/Scuole/Secondaria-1-grado ) Al termine visita libera del centro storico di Trento. Città che conserva nei suoi prestigiosi monumenti tutto il patrimonio d’arte e di storia scritto nei secoli dall’incontro tra le culture italiana e austriaca (possibilità di visita guidata con supplemento).  Trasferimento in albergo. Sistemazione nelle camere. Cena e pernottamento

2° giorno: ROVERETO - LAVARONE
Prima colazione. Trasferimento in pullman all'Area fortificata di Matassone; incontro con la guida per escursione guidata (ca. 2h.15), scopriamo trincee, camminamenti, postazioni di mitragliatrice e osservare il territorio lungo il quale correva la prima linea. Matassone è a circa 10 km da Rovereto. L’attività può rivelarsi poco adatta per ragazzi con problemi motori. In caso di maltempo è prevista un’attività alternativa.
Al termine pranzo al sacco
Nel pomeriggio trasferimento al Forte di Belvedere, ingresso e visita guidata . E' uno dei complessi fortificati meglio conservati, tipico dell'architettura e della tecnica militari dell'Impero austroungarico. Costruito dal 1907 con il compito principale di controllare la Val d'Astico che si apre a strapiombo sotto di esso. La visita consente di percorrere i cunicoli in roccia che scendono o salgono alle cupole, in cui si muovevano a fatica gli artiglieri, agli scudi e agli apprestamenti blindati. Al piano terra si trovano i locali riservati ai servizi come la stazione elettrica e telefonica, la cucina, il deposito dell'acqua, delle munizioni e la camera mortuaria. Si sale poi ai piani superiori, destinati agli alloggiamenti degli ufficiali e della truppa. Nel forte sono custoditi reperti bellici e materiale documentaristico, lungo i corridoi e in alcuni locali laterali è esposta una mostra fotografica dedicata alla Guerra. Partenza per il rientro a scuola previsto per le ore 20.00

Opzioni:
- Segonzano ed escursione lungo il sentiero geologico-naturalistico delle famose Piramidi di terra: si tratta di singolari pinnacoli di terra alti decine di metri che si ergono imponenti sfidando le leggi dell’equilibrio e portando alla sommità grandi sassi. Gli abitanti della zona li chiamano “omeni de tera” vista la loro struttura che ricorda filiformi sagome con in testa dei cappelli
- Parco Arte Sella è una rassegna di arte contemporanea nella natura, che si svolge in val di Sella, nel comune di Borgo Valsugana. È un itinerario affascinante, un sentiero di circa 2km all’interno del bosco della Val di Sella con installazioni artistiche, opere nascoste nel meraviglioso ambiente boschivo. Un percorso attraverso l’arte e i suoi colori e la natura e i suoi rumori. Il progetto artistico vuole essere non solo un’esposizione qualificata di opere d’arte, ma anche e soprattutto un processo creativo: le opere per la maggior parte realizzate con materiali naturali dell’ambiente in cui si trovano esprimono il rapporto con la natura basato sul rispetto, traendo da essa ispirazione e stimolo.
-  Messner Mountain Museum di Firmian considerato un punto di riferimento internazionale sul tema della montagna e del rapporto tra l’uomo e la montagna. Il progetto museale ideato dall’alpinista Reinhold Messner comprende 5 poli, l’ultimo dei quali inaugurato nel 2010 nel castello di Brunico in Val Pusteria.


Scheda Tecnica



sviluppato da OpticalDream