Home
 

Alla scoperta dell'Extremadura

Questa regione della Spagna, poco conosciuta dal turismo italiano, si presenta come un'area vocata al turismo naturalistico per l'alta concentrazione di aree protette e l'eccezionalità delle presenze faunistiche (sopratutto dell'avifauna), grazie anche alla bassa densità della popolazione umana ed alla prevalente attività agricola rispetto a quella industriale. Provincia romana con la Lusitania e poi dominio dei Mori, da questa regione provenivano molti dei conquistadores che nel XVI° secolo andarono a conquistare in modo così cruento l'america latina e che, al loro ritorno, lasciarono nell'architettura dei palazzi delle diverse città un'impronta ancor oggi inconfondibile.  

 



Programma

1° giorno:  ritrovo a Madrid aeroporto
Ritrovo all'aeroporto di Madrid con il nostro accompagnatore/guida, nella mattinata / primo pomeriggio. Trasferimento con minibus in Extremadura, e sistemazione in struttura, nelle vicinanze del Parco Nazionale di Monfrague. Cena e pernottamento.

2° giorno:  Parco Nazionale di Monfrague
Giornata di escursioni naturalistiche all'interno del Parco Nazionale di Monfrague. Attraversato dal fiume Tajo e dal Tietar, offre al visitatore panorami emozionanti e la presenza di una fauna tra le più ricche ed interessanti di tutta l'Europa mediterranea. Prima di entrare nel Parco ci soffermiamo al punto panoramico del "Salto del Gitano" dove è presenta una colonia di Grifoni che possono essere osservati e fotografati in tutta comodità. Una prima sosta al Centro Visitatori ci permetterà di farsi un'idea del territorio e delle sue ricchezze naturali, per poi avventurarci lungo uno dei tanti itinerari che attraversano quest'area. La diversità ambientale, l'ottima conservazione degli stessi ambienti e lo scarso impatto antropico gravante sul territorio, permettono la sopravvivenza di specie altamente minacciate, come l'Aquila imperiale iberica, l'Avvoltoio monaco, il Capovaccaio, la Cicogna nera, la Lince pardina, ed altri ancora. Al termine della giornata rientro in struttura per la cena ed il pernottamento.

3° giorno:  Sierra de las Villuercas - Guadalupe - Trujillo  
Dopo colazione, partenza per la Sierra de las Villuercas. Quest'oggi faremo brevi passeggiate e qualche visita a siti di interesse storico,geologico e culturale. La prima breve sosta avverrà ai resti romani di Augustobriga, quindi a visitare il centro informativo della Cueva del Castañar, che offre la possibilità di conoscere, anche se in modo virtuale, questo vero tesoro del Geoparco. Ripresa la strada arriviamo a Guadalupe dove si trova il monastero con la Chiesa (visitabile) dedicata alla Madonna. Proseguiamo sino al villaggio Berzocana, dove parte un itinerario che ci porterà a visitare dei siti dove si trovano pitture rupestri risalenti al Calcolitico ed all'Età del Bronzo (4000 - 1000 a.C.). I dipinti sono solitamente rossastri o neri, fatti con ossidi di ferro e manganese schiacciati e mescolati con grassi, alcuni sono anche bianchi. I motivi pittorici sono vari e spesso di difficile interpretazione: scene di caccia, scene di danza, figure antropomorfe, linee parallele, punti, etc.  Al termine della visita, se abbiamo ancora tempo a disposizione, ci portiamo a Logrosan per una visita della miniera di Costanaza: abbandonata dal 1946, era la fonte più importante di materia prima per la produzione di fertilizzanti fosfatici in Europa durante parte del secolo XX. Durante la visita, si possono vedere diversi edifici come la fabbrica di fertilizzanti, i magazzini e la torre mineraria. Inoltre, nella visita alle gallerie di Pozo María, nella stessa miniera, si vedrà come si è formato il deposito e i resti dell'attività umana dopo l'estrazione dei materiali nelle miniere. Arrivo a Trujillo, sistemazione in struttura, cena e pernottamento.

4° giorno: Llanos de Trujillo - Caceres 
Colazione. Mattina dedicata ad un tour ornitologico alla ricerca delle specie tipiche della steppa. Incontro con la guida ornitologica locale che ci porterà tra pascoli, zone coltivate, boschi di sughera e corsi d’acqua, alla ricerca di specie non presenti, molto rare od estinte in Italia: Otarda, Gallina prataiola, Ganga, Grandule, Ghiandaia marina, Aquila imperiale iberica, Grillaio, ed altri ancora. Tutta quest’area, zona di protezione in base alla normativa europea, è considerata una delle aree pseudo steppiche di maggiore importanza a livello mondiale. Piacevoli, brevi passeggiate, osservazioni ornitologiche - facilitate dall'uso del cannocchiale - e scatti fotografici ci impegneranno la mattinata. Salutata la guida, ci dirigiamo per il pranzo a Trujillo, considerata la più bella città di tutta l'Extremadura, gran parte sembra rimasta immutata dal '500, con i palazzi ornati da stemmi araldici e le torri con le cicogne appollaiate sulla cima. La città dette i natali a Francisco Pizarro ed altri minori conquistadores che contribuirono alla crudele conquista del Perù. Al termine della visita della città, ci dirigiamo verso Caceres, nostra meta serale. La città monumentale, patrimonio Unesco, ben conservata e cinta da mura moresche, è visitabile anche in ore serali.  All'interno numerose torri moresche originali e palazzi risalenti all'epoca dei conquistadores, dai nomi caratteristici: Casa de Toledo-Montezuma, Casa de las veletas, Casa de los caballos, Casa del Mono. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.

5° giorno: Alcantara - Sierra di San Pedro
Subito dopo colazione, trasferimento ad Alcantara, dove un bel ponte di epoca romana è ancora utilizzato per attraversare il fiume Tajo. A pochi passi dal ponte inizia un percorso escursionistico che percorreremo in parte, lungo la sponda destra del fiume - che da qui in poi segna per un lungo tratto il confine tra Spagna e Portogallo. Un percorso che si presta ad osservazioni di carattere geologiche, botaniche ed ornitologiche. Al termine, ripresa la macchina, proseguiamo verso la Sierra di San Pedro, zona in cui predominano i boschi di Sughera e Leccio e dove vivono molte specie animali di alto interesse faunistico quali cervi e cinghiali, uccelli rapaci, lontre, colombacci. Spostandoci con il minibus, avremo modo di effettuare brevi soste per osservare i branchi di cervi, molto numerosi, come di visitare alcune delle località limitrofe: Valencia e San Vicente de Alcantara e Albuquerque. Rientro a Caceres, cena libera e pernottamento.

6° giorno: Embalse de Los Canchales
Colazione in struttura. Trasferimento verso Sud, con tappa intermedia presso Aljucen, dove si trova un dolmen megalitico molto ben conservato. Al termine della breve visita, trasferimento all’Embalse de Los Canchales, invaso artificiale dove svernano e si riproducono numerosissime specie di uccelli acquatici, ma dove è anche facile avvistare diverse specie di rapaci, tra le quali il Nibbio bianco, l'Aquila del Bonelli e l'Aquila minore. Al termine della nostra visita, ci spostiamo a Merida, l'antica "Emerita Augusta" capitale della provincia romana, che vanta molti e ben conservati resti di questa epoca. La città è attraversata dal fiume Guadiana, presso le cui rive, all'imbrunire, si riuniscono stormi di Aironi, Cormorani ed uccelli acquatici e dove è facile osservare il Pollo sultano. Visita libera della città. Al termine, trasferimento in struttura, cena libera e pernottamento.

7° giorno: Embalse de Orellana - Madrid
Colazione in struttura. La nostra meta serale sarà Madrid, ma approfitteremo dell'intera giornata a disposizione per visitare lungo la strada ancora qualche angolo di natura. Trasferimento verso l'Embalse de Orellana e la Sierra de Pela: l'ambiente del bacino idrico costituisce una zona umida che appartiene all'elenco delle zone umide di importanza internazionale della Convenzione di Ramsar. La Sierra de Pela è un immensa montagna-isola nel bel mezzo di un paesaggio di pianura molto vario, dove si alternano campi di grano, pascoli, prati e boschetti, una delle enclavi che presenta la maggior biodiversità di tutta  Extremadura. Al termine della nostra esplorazione della zona, ci rimettiamo in marcia per raggiungere l'hotel situato nelle vicinanze dell'aeroporto. Cena libera e pernottamento.

8° giorno: partenza
Colazione e preparazione dei bagagli. Trasferimento verso l'aeroporto di Madrid, ciascuno secondo l'orario del proprio volo di ritorno.


Scheda Tecnica

Durata:                           8 giorni / 7 notti     
Partenze:                        8 Marzo, 22 Aprile e 28 Ottobre 2018
Quota individuale:        Euro 980,00
Sistemazione:                 Hotel**/ Casa rural - in camera doppia
Supplemento singola:    Euro  210,00                   

Cosa comprende: 7 pernottamenti con prima colazione in camera doppia con servizi privati; 3 cene; tutti i trasferimenti con mezzo privato; servizio guida/accompagnatore per tutta la durata del soggiorno; Guida ornitologica locale il 4° giorno (ca. 4h); ingressi ai Parchi previsti dal programma; assicurazione medico/bagaglio
 
Cosa non comprende: volo per/da Madrid, tutti i pranzi; 4 cene; gli ingressi Parchi / Musei / Chiese oltre quelli compresi nel programma; mance, extra e tutto quanto non espressamente riportato alla voce "cosa comprende"


IMPORTANTE: i voli possono essere acquistati direttamente dall'interessato o tramite i ns uffici. Per ottenere buone quotazioni per i voli è bene prenotare con largo anticipo.



sviluppato da OpticalDream