Home
 

L'essenza del Perù

Città, siti archeologici, montagne, laghi e canyon.
Quello in Perù è un viaggiare affascinante in una terra che colpisce ed entra nel cuore di chi la visita lasciandovi una traccia indelebile. Le culture che si sono susseguite nel territorio hanno lasciato impronte del loro passaggio: è in Perù che si è sviluppato il leggendario impero Inca. Oggi con le sue presenze storiche e i ceppi etnici sopravvissuti, si è coinvolti in un autentico viaggio nella storia. Molte zone del paese sono state esplorate portando alla luce numerose scoperte, molte sono ancora da esplorare e noi vi ci addentreremo. Poi la sua natura: dalle alte vette cristalline della cordigliera andina ai disorientanti silenzi del lago Titicaca. Poi via nelle storiche valli sacre agli Inca, sino alle porte della foresta pluviale. Nel canyon del rio Conca fino alla città perduta di Macchu Picchu, che emoziona anche i più "consumati" viaggiatori. E di notte sarete avvolti dal cielo del sud e dalle numerose "fiestas" dei piccoli villaggi: l'allegria della popolazione e le malinconiche musiche dell'America latina, vi accompagneranno in un viaggio come pochi altri.






Programma

1° giorno - 15 giugno: Italia - Perù con Voli di linea Iberia
Incontro all'aeroporto di Roma Fiumicino per il volo per Lima con scalo intermedio a Madrid. Volo notturno.

2° giorno - 16 giugno: Lima - Paracas (Reserva Natural de Paracas)
All'aeroporto internazionale di Lima troveremo il pulmino privato che ci porterà in poco più di 3 ore alla cittadina di Paracas. All'arrivo trasferimento in Hotel e, a seconda del livello di stanchezza accumulato ci sarà la possibilità di fare un'uscita pomeridiana di circa 3 ore con visita alla Penisola di Paracas, riserva naturale che protegge anche un sito archeologico dell'omonima cultura famosa per i suoi tessuti. Pranzo e cena liberi.

3° giorno - 17 giugno: Sorvolo Linee di Nazca e Deserto di Ica
Partendo dall'aerodromo di Pisco a bordo del nostro biplano monomotore da 10-12 posti, sorvoleremo il deserto di Ica fino a raggiungere le misteriose linee di Nazca. La cultura Nazca si sviluppa in quest'area del Perù a cavallo tra il 100 a.C. e il 600 d.C. Le centinaia di linee tracciate nel deserto e che formano una trentina di geoglifi rimangono ancora avvolte nel mistero. Le apprezzeremo dal nostro biplano per poi rientrare a Pisco e trasferirci a Ica dove visiteremo l'interessante museo Archeologico che espone reperti e racconta la storia di entrambe le culture: Paracas e di Nazca. Nel pomeriggio ci sposteremo nella vicina oasi di Huacacina dove potremo pranzare; non sarà di certo la verdastra laguna o i tristi edifici che la circondano a regalarci qualche emozione, bensì la possibilità di salire in vetta alle dune che la circondano con l'opzione facoltativa di effettuare un'escursione nel deserto a bordo delle divertenti dune buggy o scendere attraverso le dune con una tavola da sandboard. Possibilità di rimanere fino al tramonto quando i raggi del sole regalano incredibili ombre nel deserto. Rientro a Paracas con cena libera e pernottamento. Pranzo e cena liberi.

4° giorno - 18 giugno: Escursione alle Isole Ballestas e volo per Arequipa
Iniziamo presto la giornata per dirigerci al molo de El Chato, qui saliremo a bordo di una imbarcazione bimotore aperta con la quale ci dirigeremo verso l'arcipelago delle isole Ballestas. Situate a circa 40km dalla costa quest'insieme di isole e isolotti rocciosi rappresentano una buona occasione per gli amanti della natura per avvistare decine di specie di uccelli diverse, tra i quali spiccano i buffi pinguini di Humboldt, le sule variegate, l'elegante sterna inca, il pellicano peruviano, etc…nonché due tipi di mammiferi come l'otaria orsina e il leone marino sudamericano. Sempre e solamente dalla nostra imbarcazione potremmo poi osservare lungo la costa della penisola di Paracas un altro famoso geoglifo, il candelabro, ancora avvolto nel mistero sebbene molto simile alle linee della civiltà Nazca osservate il giorno precedente. Rientrati al Chaco passeremo in hotel per ritirare le valigie e dirigerci all’aeroporto di Lima per il volo pomeridiano verso la città di Arequipa. Sistemazione in hotel e serata con cena libera. Pranzo e cena liberi. 

5° giorno - 19 giugno: Escursione a Laguna de Salinas e visita di Arequipa
La Laguna de Salinas è situata su un altopiano ubicato a circa 4300m d'altitudine e incastonata tra i vulcani Misti, Ubinas e Pichu Pichu. Sopra i 4000 metri sono poche le specie di piante ed animali che sopravvivono alla scarsa quantità di ossigeno e agli intensa radiazione ultravioletta, ragione per cui la riserva racchiude specie di flora e fauna poco comuni nel resto del paese; tra queste spiccano le selvagge vigogne, le buffe viscachas noti anche come conigli andini, greggi di alpaca e lama e miriadi di uccelli tra i quali con qualche pizzico di fortuna sarà possibile osservare le tre specie di fenicotteri che vivono in Sudamerica: il fenicottero cileno, andino e di James. Nel pomeriggio si rientra in città. Per chi non decidesse di prendere parte all'escursione vista l’elevata altitudine, esiste la possibilità di rilassarsi e passeggiare per le sicure e pittoresche strade del centro regalando un’intera mattinata alla visita del bellissimo Monastero di Santa Catalina. Pranzo e cena liberi.

6° giorno - 20 giugno: Escursione guidata al Canyon del Colca
Sveglia presto e verso le 6:00 si parte in direzione nord e dopo circa un paio d'ore di salita ci troveremo ad attraversare il punto più alto del nostro viaggio, il Paso de los Volcanes a 4850m. Potremo osservare dal nostro furgoncino la flora e fauna dell’altopiano andino apprezzata anche il giorno precedente ed eventualmente effettueremo qualche fermata per le foto; da qui la strada scende verso il Canyon del Colca e verso l’abitato di Chivay (3700m). Chivay è uno dei centri abitati più grandi della zona ed il luogo dove la maggior parte delle escursioni nel canyon decide di passare la notte; per noi invece sarà solamente un punto di passaggio per conoscere gli interessanti terrazzamenti inca e dopo pranzo poter procedere verso la parte più autentica e profonda del canyon, l'abitato di Cabanaconde (3290m). Lungo la strada effettueremo diverse fermate panoramiche e poco prima di raggiungere il paesino avremo modo di visitare la Cruz del Condor potendo osservare in tutta tranquillità i condor andini volare al di sopra del canyon. Pernottamento in albergo e cena inclusa nella nostra escursione. Pernottamento.

7° giorno - 21 giugno: Cruz del Condor e trasferimento per Puno
Per chi lo desiderasse c'è la possibilità di alzarsi alle 5:00 del mattino per recarsi al mirador de Achachihua per osservare l’alba sul margine destro del canyon del Colca; sono circa 20' dal nostro albergo, dopodiché potremo rientrare, fare colazione e verso le 7:00 circa ripartire con il nostro furgoncino verso la Cruz del Condor. Arriveremo qui prima del resto di turisti e potremo scegliere un posto privilegiato per osservare i condor andini planare sopra e sotto le nostre teste. Gli uccelli sono normalmente attivi alle prime ore del mattino quando il sole inizia a scaldare il terreno e l'aria risale dal fondo del canyon. Una volta soddisfatti dallo show naturale abbiamo la possibilità di effettuare una camminata di circa un’ora bordeggiando il margine del canyon e visitando diversi punti panoramici; dopodiché risaliremo a bordo del furgoncino per visitare il margine destro del Colca con i villaggi di Lari ed Ichupampa, i meno affollati dal resto dei turisti. Raggiunta Chivay, faremo una pausa per il pranzo ed inizieremo il nostro viaggio verso Puno ed il lago Titicaca. Pranzo e Cena Liberi. H

8° giorno - 22 giugno: Navigando nel Lago più Alto al Mondo
Il lago Titicaca è il bacino d'acqua dolce più grande del Sudamerica, il 19° lago al mondo con i suoi 8562 km2 di superficie divisi tra Perù e Bolivia, e senza ombra di dubbio il più alto lago navigabile al mondo, situato ad un’altitudine media di 3820m slm. Da millenni è stato utilizzato da diverse civiltà precolombiane (non solamente gli Incas) come punto di origine e progresso delle loro rispettive culture come potremo apprezzare durante la visita che faremo nel lago. Le isole galleggianti degli Uros costruite con la totora, sono un esempio di una cultura sviluppatasi a seguito dell’invasione incaica; scopriremo assieme a loro come vivevano un tempo e come tutt’oggi chi decide di rimanere, possa combinare la vita quotidiana con il turismo responsabile. Analogamente nell'isola di Taquile, di etnia quechua, potremo apprezzare l’arte tessile e visitare il bellissimo mercato nel centro del paese abbarbicato sulla cima dell’isola. Dopo pranzo inizieremo il viaggio di ritorno verso la terraferma tra i bellissimi canali punteggiati di imbarcazioni di totora. Cena libera.

9° giorno - 23 giugno: Puno - Cuzco: la Capitale dell'impero Incaico
Si fa colazione presto e ci si sposta alla stazione degli autobus dove si prende il bus per Cuzco. Lungo il percorso attraverseremo le desolate terre dell'altopiano peruviano che uniscono le due maggiori città di questa area; superando i 4330m slm del Abra La Raya per infine raggiungere l’antica capitale dell’impero incaico situata ad un’altitudine media di 3350m slm. Pranzo e cena liberi.

10° giorno - 24 giugno: Cuzco: Festa del Solstizio d'Inverno. Inti Raymi
Cuzco, che in lingua Quecha significa "l'ombelico" era la capitale dell'antico impero Inca, il Tawantinsuyu. Quando a Cuzco vi raccontano degli spagnoli e vi mostrano la Cattedrale, la chiesa dei Gesuiti e poi le pietre della città distrutta dai Conquistadores, nell'aria vibra un antico orgoglio. È in questa valle circondata dai monti, a 3300m d'altitudine, che gli Inca costruirono la capitale del loro impero ed è qui che furono piegati e depredati da Francisco Pizarro. E il fascino della città che fu, si mescola alla movida delle giovani notti di oggi, all'economia frizzante innescata dal turismo e ai sapori della riscoperta gastronomia locale. E' solo a piedi che potremo cogliere il fascino, gli odori, i colori e gli scorci più autentici della città, e da buoni italiani ci godremo, così come nel nostro paese, un bellissima passeggiata tra i monumenti più importanti della città: la Cattedrale, la chiesa dei Gesuiti, il Qorikancha per poi terminare la giornata visitando la fortezza di Sachsaywaman dalla quale godremo di una bellissima vista dell’intera città costruita nella valle. Rientro in hotel, relax e cena libera. Pranzo e cena liberi.

11° giorno - 25 giugno: Escursione nella Cordillera Vinicunca: la Montaña Arcoiris
Escursione facoltativa per chi vorrà visitare gli splendidi colori della Cordillera Vinicunca fino a raggiungere la spettacolare "Montagna Arcobaleno". Si parte prestissimo, alle 3:00 circa di mattina e ci si dirige verso sud lungo la strada che porta a Puno; dopo circa 3 ore di auto ci si ferma a fare colazione e si prosegue per un'altra ora e mezza circa fino a raggiungere il parcheggio da cui ha inizio il nostro trekking. Si comincia a camminare a circa 4300m d'altitudine, raggiungendo al termine del nostro trekking i 5050m, ragione per cui si richiede una buona condizione fisica e l'acclimatamento necessario di cui avremo potuto godere nelle giornate precedenti passate al Colca e sul lago Titicaca. Il trekking dura all’incirca 3 ore andata e 2 ore ritorno; rientro previsto a Cuzco alle ore 6-7 della sera. Per chi non volesse partecipare all'escursione in questione, esiste la possibilità di rilassarsi passeggiando tra le bellissime stradine coloniali di Cuzco e del quartiere di San Blas; assaporando le prelibatezze locali e godendosi una piena giornata nell’antica capitale dell’impero incaico. Pranzo e cena liberi.

12° giorno - 26 giugno: Cuzco - Pisaq - Ollantaytambo: alla scoperta della Valle Sacra
In mattinata ci dirigiamo verso la Valle Sacra degli Inca, superiamo le colline che circondano Cuzco per scendere verso il fiume Urubamba e raggiugere Pisaq, la nostra prima fermata. Il villaggio attuale è famoso soprattutto per il mercato locale e per il magnifico albero pisanay che colora la piazza principale; mentre le rovine si trovano sul fianco della collina che domina la valle sacra. Scesi in paese per il pranzo proseguiremo lungo l'Urubamba passando la cittadina omonima per una breve sosta e proseguendo verso la nostra destinazione, Ollantaytambo, dove pernotteremo e visiteremo le omonime rovine in attesa di prendere il treno il giorno successivo verso il sito archeologico di Machu Picchu. Cena libera.

13° giorno - 27 giugno: Machu Picchu: misteri dell'antica Città Nascosta
Ci si sveglia presto per salire sul treno Expedition che viaggiando lungo il fiume ci condurrà ai piedi della montagna dove si nascondono le rovine della più conosciuta città degli Incas. Non sorprende che Machu Picchu sia il sito più visitato del Perù: risalente alla metà del 1400, è una meravigliosa opera architettonica realizzata in pietra granitica e senza malta, abbarbicata su un altopiano alle porte della giungla amazzonica. Fu scoperta solo nel 1911 e si trova nella valle del fiume Urubamba; è costituita da un complesso di case, palazzi, templi, scalinate che circondano la piazza centrale con la torre militare, il tempio del Sole ed il suo particolare Intihuatana, il tempio de Las Tres Ventanas e la casa del sacerdote. Dalla giungla saliremo in bus verso l’entrata del sito archeologico, dove inizieremo immediatamente il nostro trekking verso la montagna Machu Picchu (in quechua montagna antica); l’ascesa sarà resa difficile dal caldo opprimente, tuttavia lo sforzo sarà ripagato dalla bellissima vista della cittadella nascosta tra le anse dell’Urubamba. Pranzo a sacco sulla cima e poi discesa verso le rovine principali dove dedicheremo un paio d’ore di visita guidata alla città, prima di scendere a piedi/bus verso Aguas Calientes e rientrare nuovamente in treno ad Ollantaytambo. Pranzo e cena liberi.

14° giorno - 28 giugno: Moray - Maras - Cuzco: l’incredibile Agricoltura Incaica
Oggi rientreremo verso Cuzco completando il giro della Valle Sacra e visitando il sito archeologico di Moray, particolare per i suoi terrazzamenti circolari concentrici, e le saline di Maras. Raggiunta Cuzco ci recheremo direttamente in aeroporto per imbarcarci nel volo pomeridiano per Lima; raggiunta la capitale ci sposteremo verso il centro di Lima e raggiungeremo l’hotel dove passeremo la notte. Serata e cena libere. Pranzo e cena liberi.

15° giorno - 29 giugno: Lima: visita della Città Coloniale e Museo Archeologico
Lima (fondata nel 1535 da Pizarro, le cui spoglie sono custodite in un'urna nella cattedrale col nome di Ciudad de los Reyes) è la capitale e la città più popolata del Perù. È il centro culturale, industriale e finanziario dell'intero stato sudamericano. Avremo modo in mattinata di visitare l’interessante Museo Nacional de Antropologia, Arqueologia e Historia del Perù che ci fornirà un riassunto ed una visione d’insieme di tutte le civiltà incontrate durante il nostro viaggio; successivamente ci sposteremo nel centro storico per una visita a piedi della parte coloniale della capitale peruviana. Pranzo libero, acquisto degli ultimi souvenirs e trasferimento all’aeroporto per volo notturno verso la città di Madrid. Pranzo liberi.

16° giorno - 30 giugno: Perù - Italia con volo di Linea da Lima a Roma Fiumicino
Arrivo a Madrid previsto per il primo pomeriggio, breve scalo nell'aeroporto Barajas per imbarcarci nel successivo volo Iberia per Roma con arrivo in Italia previsto in serata. Fine del viaggio, rientro nelle proprie residenze.




Scheda Tecnica

Partenza:        15 Giugno 2018
Partecipanti:  minimo 7 / massimo 12
Sistemazione: hotel 
Quota:            Euro  3.350,00

La quota comprende: Volo Roma - Lima A/R; N 2 voli interni in Perù (Lima - Arequipa e Cusco - Lima; Visita guidata turistica a Lima e a Cuzco; N 13 pernottamenti con prima colazione, in camera doppia; Accompagnatore al seguito dell’intero tour;  1 pranzo a Taquile (Lago Titicaca); Treno da Ollantaytambo – Aguas Calientes (Machu Picchu) a/r; Tutti i trasferimenti terrestri con bus, come da programma; Tutti i transfert da e per aeroporto/Hotel; Prenotazione e biglietto ingresso Parco Nazionale Machu Picchu; Servizio guida turistica Machu Picchu; Assicurazione medico - bagaglio

La quota NON comprende: Tasse aeroportuali totali; Le bevande in genere e gli alcolici; Ingressi facoltativi, in alcuni musei o luoghi di culto; Pranzi e cene a Lima, Paracas, Arequipa, Puno, Cuzco e Ollantaytambo; Gli extra, le mance e tutto quanto non incluso nella voce la quota comprende;  Variazioni del tasso di cambio del Dollaro calcolato Euro 1.22.






sviluppato da OpticalDream