Home
 

Armenia autentica

Proponiamo per questo 2018 un viaggio in Armenia, un paese poco conosciuto e sfruttato, ricco di montagne e boschi, antiche chiese e monasteri. Facili passeggiate, sistemazioni confortevoli e poco turismo, fanno di questo viaggio una grande opzione alternativa.
Il paesaggio cambia rapidamente nel giro di pochi chilometri, dall'ambiente sub desertico al terreno collinare alpino. E' un luogo montuoso, il suo territorio comprende alte montagne, altipiani vulcanici, attraversati da profonde valli.
Il programma aiuta a vivere l’Armenia con il suo ritmo quotidiano scoprendo la vita rurale e il modo di vivere degli armeni.


Programma

Giorno 1. Partenza dall'Italia

Giorno 2. Arrivo a Yerevan / Visita della città / Museo storico / Memoriale di Tsitsernakaberd e Museo del genocidio / Fabbrica di brandy
Arrivo all'aeroporto internazionale di Zvartnots. Trasferimento privato in hotel. Check in e riposo. Prima colazione in hotel Tour della città di Yerevan che è la capitale e la città più grande dell'Armenia, nonché una delle città più antiche del mondo continuamente abitate. Situata lungo il fiume Hrazdan, Yerevan è il centro amministrativo, culturale e industriale del paese. È stata la capitale dal 1918, la tredicesima nella storia dell'Armenia e la settima situata nella o attorno alla valle dell'Ararat. La storia di Yerevan risale all'VIII° secolo aC, con la fondazione della fortezza di Erebuni nel 782 aC da parte del re Argishti I all'estremità occidentale della valle dell'Ararat. Erebuni fu progettato come un "grande centro amministrativo e religioso, una capitale." Da quel momento e anche dopo la dissoluzione del Regno di Urartia, la vita non si è mai fermata nei suoi dintorni ed è per questo che Erebouni è considerato il centro storico di Erevan. Erevan ottiene lo status di città il 1 ° ottobre 1789 da Alessandro II dell'Impero russo e diventa capitale della Repubblica armena indipendente nel 1918. Tour della città in autobus che fa un giro in tutti e 5 i distretti di Yerevan (culturale, educativo, amministrativo, ricreativo e industriale) progettati con cura dall'architetto Aleksandr Tamanyan. Visita al Museo di Storia nella piazza della Repubblica. Fermata sul monumento Cascade per una vista panoramica. Si prosegue per il parco commemorativo di Tsitsernakaberd e il museo del genocidio. Alla sera assaporiamo il famoso cognac armeno nella leggendaria fabbrica di Brandy di Ararat e cena di benvenuto in un ristorante tradizionale. Godiamoci le fontane che cantano su Republic Square, dopo cena, prima di rientrare all'hotel. Pernottamento in hotel a Yerevan.

Giorno 3. Yerevan / Sevan / Garni / Ghegard / Yerevan
Prima colazione in hotel. Spostamento sino al lago Sevan, il secondo lago alpino più grande e il più grande d'acqua dolce e visita la penisola. Torniamo indietro con la stessa strada e prendiamo la strada per la regione di Kotayk per visitare il tempio pagano di Garni (I sec. d.C.) - l'unico in tutti i paesi della CSI - e il monastero rupestre di Ghegard (XII - XIII sec.). Pranzo indimenticabile nel cortile della casa di Serghey assaggiando il barbecue armeno e partecipando al tradizionale processo di panificazione armeno. Ritorno a Yerevan. Cena libera. Pernottamento in hotel a Yerevan.

Giorno 4. Yerevan / Khor Virap / Noravank / Yerevan
Prima colazione in hotel. Sposatmento al monastero di Khor Virap che offre la vista più vicina al biblico monte Ararat (in territorio turco). Continuiamo verso la regione di Vayots Dzor passando per zone climatiche e paesaggi diversi. Visita al monastero di Noravank del IX - XIV sec. famoso non solo per l'architetto Momik, ma anche per il bel canyon. Visita facoltativa a un'antica grotta dove si trovano le più antiche scarpette di cuoio e cantina di vino del mondo (3 euro per pax). Pranziamo in una grotta esotica nel canyon del Noravank assaggiando un semplice ma delizioso pollo alla griglia nella tradizionale stufa sotterranea armena. Ritorna a Yerevan. Cena libera. Pernottamento in hotel a Yerevan.

Giorno 5. Yerevan / Sagmosavank / Hagpat / Yerevan

Prima colazione in hotel. Trasferimento al monastero di Sagmosavank del XIII secolo e per esplorare la magnifica gola del fiume Qasagh. Continuiamo nella regione di Lori che confina con la Georgia e visitiamo il monastero di Hagpat X - XIII sec. A Hagpat il pranzo può essere organizzato in un ristorante locale dove i turisti possono vedere il processo di produzione della vodka con il famoso "samogon" russo. Rientro a Yerevan dalla lunga giornata di escursioni. Cena libera. Pernottamento in albergo a Yerevan.

Giorno 6. Yerevan / Matenadaran / Echmiadzin / Zvartnots / Vernissgae / Yerevan
Prima colazione in hotel. Visita ad Echmiadzin - il centro religioso dell'Armenia. Visita di una delle prime chiese cristiane del mondo (301- 303 d.C.) e chiese di Hripsime e Zavrtnots, risalenti al settimo secolo. Ritorno a Yerevan e visita al museo dei manoscritti Matenadaran. Nel pomeriggio, visita al mercatino dell'artigianato di Vernissage all'aria aperta, se è il fine settimana, per qualche souvenir da portare a casa. Cena di arrivederci in un ristorante armeno con musica dal vivo e danze. Pernottamento in hotel a Yerevan.

Giorno 7. Partenza
Trasferimento in aeroporto per il rientro.


Scheda Tecnica

Durata:                         7 giorni / 6 notti
Partenza di gruppo:    24 aprile -  8 ottobre  2018   
Partecipanti:                 min 20
Quota partecipazione: Euro 830,00
Sistemazione:               Hotel superior   

La quota comprende: 6 pernottamenti in Hotel a Yerevan con prima colazione. 6 pranzi. 2 cene. Guida locale in italiano. Accompagnatore Natura da Vivere dall'Italia. Tutti i trasferimenti con mezzi privati. Gli ingressi come da programma. 1 bottiglia di acqua per giorno/persona. Assicurazione medico-bagaglio.

La quota non comprende: Volo Italia - Yerevan. 4 cene (ca. 15/18 euro a cena/persona). Ingressi a musei e chiese non inclusi nel programma. Ingresso alla grotta di Noravank (3 euro/pp). Gli alcolici, le mance, facchinaggio, gli extra e tutto quanto non incluso nella voce la quota comprende.



sviluppato da OpticalDream