Protagonisti del Parco

Il Parco Nazionale d'Abruzzo, un luogo dove è ancora possibile entrare in contatto con una natura incontaminata e a tratti selvaggia. Percorreremo le sue valli ed i suoi boschi centenari dove non è difficile imbattersi in Camosci, Cervi, Caprioli, Cinghiali, e nei casi più fortunati osservare il mitico Lupo Appenninico o il pacifico Orso bruno Marsicano, simbolo vivente della coesistenza tra uomo e animale selvatico.


Programma

Primo giorno
Arrivo a Pescasseroli nel pomeriggio, incontro con la guida, sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

Secondo giorno

Escursione nell’habitat tipico di vita dell’Orso Bruno Marsicano: si risale il selvaggio Vallone di Lampazzo fino ad arrivare a Fonte Puzza, caratteristico luogo di abbeveramento di animai selvatici, si ripercorre un tratto del vallone fino ad arrivare all’altopiano della Cicerana.

Terzo giorno
Altra escursione nell'habitat tipico di vita dell’Orso Bruno Marsicano: si risale il selvaggio Vallone di Lampazzo fino ad arrivare a Fonte Puzza, da qui si ridiscende a Pescasseroli attraverso la spettacolare faggeta del Vallone di Cavuto. Sistemazione in Rifugio cena e pernottamento

Quarto giorno - Barrea-  Lago Vivo - M. Serrone
Escursione nel regno del Cervo Nobile e del suo principale antagonista, il Lupo Appenninico. Partendo da Barrea si risale verso la boscosissima Valle dell’Inferno, fino ad arrivare al caratteristico Lago Vivo, un lago carsico d’altura, habitat tipico del Cervo. Ci si apposta, sperando di poter avvistare il mitico Lupo Appenninico, infine si rientra costeggiando  il Lago della Montagna Spaccata 
 
Quinto giorno
- Escursione in Val di Rose - Valico di Passo Cavuto - Forca Resuni 
Sicuramente la più classica escursione del Parco, partendo dal centro abitato di Civitella Alfedena si risale la Val di Rose, cosi chiamata per la notevole presenza di Rosa Canina, habitat del Camoscio d’Abruzzo e si arriva al panoramicissimo Valico di Passo Cavuto  per ridiscendere attraverso la boscosa valle Jannanghera.

Sesto giorno - Pescasseroli-M. Marsicano
Giornata di escursione alla vetta più alta del Parco, il Monte Marsicano (2245 m. di altitudine) partendo presto al mattino e con circa un’ora di cammino si arriva al piccolo altopiano di Pianezza, dove abbiamo la possibilità di poter osservare  branchi di Cervi al pascolo, e nei casi più fortunati poterne osservare i combattimenti dei maschi. Di li si procede fino ad arrivare allo Stazzo del Forcone e da li al M. Marsicano al centro di tutte le catene montuose del Parco. Sperando nell’avvistamento dell’Aquila Reale, cominciamo a ridiscende sul versante di Serra Cappella. Passando dallo stazzo omonimo ritroviamo un comodo sentiero che gradatamente all’interno di una ombrosa faggeta ci riporta giù in paese passando da pascoli ormai usati solo da animali selvatici.
Dislivello in salita ed in discesa 1100 m. 

Settimo giorno - Valle dell’Atessa - Valle di Terraegna - Valico del  Carapale - Passo Godi –-Scanno
Classica traversata da Pescasseroli a Scanno tra pascoli d’altura, stazzi, paesaggi mozzafiato e splendide faggete. Partendo dalla Valle dell’Atessa si continua costeggiando il selvaggio Vallone Filarello fino ad arrivare all’altopiano di Terraegna (1657m. ) di li si risale fino al Valico del Carapale (2064m.) trovandosi di fronte alle caratteristiche formazioni calcaree dette le Ciminiere di Scanno. Dal valico si comincia a scendere nel ripido e lungo Vallone del Carapale fino ad arrivare a Scanno (1000 m) uno dei borghi medievali meglio conservati d'Abruzzo.    

Ottavo giorno - colazione e partenza


Scheda Tecnica

Partecipanti: min. 6 / max 10 partecipanti
Sistemazione: in agriturismo e rifugio camerate da minimo 4 pax
Durata:       8 giorni/7 notti
Partenza:   21 luglio e  1 settembre 2018
Quota individuale:  Euro 600,00
               

La quota comprende: 7 pernottamenti in Albergo o Agriturismo in camere da 2/4 posti; N. 7 cene; servizio Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata del soggiorno; ingressi e visite guidate ai musei previsti da programma; Assicurazione medico-bagaglio.

La quota non comprende: i pranzi; trasporti per / da Abruzzo; gli alcolici, le mance, gli extra e tutto quanto non incluso nella voce la quota comprende.

Difficoltà: Media (Scala EE CAI). Tutte le escursioni giornaliere (max 6/7 ore di cammino effettivo) sono effettuate con zaino leggero (ognuno viaggia solo con il necessario per la giornata ) mentre negli spostamenti è fornito il transfert bagagli da una località all'altra. 






sviluppato da OpticalDream