Saguenay_web

Canada

Quebec e la Penisola della Gaspesie

  • Min: 2 (viaggio individuale)
  • Periodo: Autunno Estate

Il Quebec, terra dagli spazi ampi e incontaminati offre un viaggio ricco di contrasti. Questa regione del Canada sembra una nazione a sé, un’isola di lingua e cultura francese nel più ampio oceano anglofono del nord Amarica. Ci sorprenderà con la sua natura selvaggia, la sua atmosfera cosmopolita e lo stile coloniale francese. Il nostro itinerario alterna la visita alle città simbolo del Quebec ai meravigliosi parchi lungo il corso del Saint Lawrence, uno dei fiumi più lunghi al mondo che si allarga in un estuario così ampio da non poter definire dover termina il fiume e dove inizia l’oceano Atlantico. Balene, beluga, foche, alci e altri animali selvatici accompagneranno il nostro viaggio, con un po’ di fortuna anche l’orso nero che è schivo e assolutamente non aggressivo. La varietà degli ambienti fa in modo che i parchi siano diversi e mai ripetitivi: alcuni costieri con piccole spiagge e scogliere, altri interni con laghetti e torrenti, altri montuosi e brulli coperti di tundra.

Programma 16 giorni / 15 notti
1° giorno: Partenza per Montreal
2° giorno: Parc de La Mauricie
3° giorno: Quebec
4° giorno: Quebec
5° giorno: Charlevoix
6° giorno: Parc du Bic
7° giorno: Parc du Bic
8° giorno: Partenza per la Gaspesie
9° giorno: Parc de Fourillon
10° giorno: Perce’ e Ile Bonaventure
11° giorno: Escursione al Parc de la Gaspesie
12° giorno: Rientro dalla Gaspesie
13° giorno: Whale Watching e fiordo del Saguenay
14° giorno: Fiordo del Saguenay
15° giorno: Montreal
16° giorno: Montreal – Partenza

1° giorno: Partenza per Montreal
Partenza con volo dall’Italia a Montreal (con arrivo entro le 16.30). Ritiro dell’auto in aeroporto.
Partenza per Shawinigan (175km, 2h30). Arrivo in serata. Pernottamento a Grand Mere, nei pressi del Parc de la Mauricie

2° giorno: Parc De La Mauricie
Escursione al Parc de la Mauricie. Questo parco costellato da piccoli laghi è visitabile oltre che a piedi con canoa canadese da 2/3 posti, ideale per l’avvistamento degli animali. E’ possibile fare una escursione canoa + trekking di intera giornata. Per chi non ama la canoa ci sono numerosi percorsi a piedi. E’ possibile soprattutto alla mattina molto presto avvistare alci al pascolo lungo la sponda del lago, cuccioli d’orso nero che giocano. E’ uno dei parchi meglio gestiti del Quebec. Ingresso da St Mathieu. A Trois Rivieres possibilità di visitare una bella cattedrale gotica e un carcere-museo. Pernottamento a Grand Mere.

3° giorno: Quebec
Mattinata a disposizione per un’altra escursione nel parco. Nel pomeriggio partenza per Quebec city (150km, 2h30). Passeggiata e serata a Quebec.

4° giorno: Quebec
Giornata di visita del centro storico fortificato. L’affascinante città vecchia coloniale si divide in città alta e bassa con una funicolare che le collega. Nella città alta tra vecchi edifici in pietra grigia spicca maestoso lo Chateau Frontenac, un sontuoso albergo di fine 800. Pernottamento a Quebec.

5° giorno: Charlevoix
Zona collinare molto affascinante, famosa per La Route des Saveurs. Numerosi sono i luoghi che meriterebbero una sosta in questa regione: Baie Saint Paul, Saint Irenée, Les Eboulements, La Malbaie. Consigliamo una escursione al Parc Haute Gorges de La Malbaie con giro in battello lungo la gola e possibilità di relax sulle spiagge balneabili del fiume. Pernottamento a La Malbaie o zone limitrofe

6° giorno: Parc du Bic
Oggi attraverseremo il St Lawrence e passeremo sulla costa meridionale del fiume. Ci sono diversi punti di imbarco, in base alla disponibilità faremo la tratta Saint Simeon/Rivier du Loup o Les Escoumins/Trois Pistoles. (115km + traghetto). Il Parc du Bic è un piccolo parco ma certamente uno dei più belli, caratterizzato da una serie di insenature, isole e baie a forma di mezzaluna ammantate di fitti boschi. L’ambiente è ricco di flora e fauna. (uccelli marini, foche, cervi, porcospini). C’è anche un interessante centro didattico. Nel pomeriggio escursione a piedi e tramonto sul Saint Lorent. Pernottamento a Rimouski.

7° giorno: Parc du Bic
Secondo giorno a Parc di Bic. Consigliamo una bella escursione su sentiero costiero, veramente affascinante, da fare nella prima mattinata per non rimanere bloccati dall’alta marea. Nel pomeriggio a Rimouski è possibile visitare il museo del naufragio dell’Empress, il peggiore disastro della storia marittima mondiale dopo quello del Titanic. Fa parte del complesso del museo il faro Point a Pere, il più alto del Canada. Un’altra escursione consigliata in zona è Le canyon de Portes des l’Enfer: possibilità di fare anche una escursione alla cascata sul ponte sospeso più alto della provincia. Pernottamento a Rimouski.

8° giorno: Partenza per la Gaspesie
Partenza per Gaspè (381km, 6h). La penisola della Gaspesie ha un pittoresco passato coloniale. Relitti, balene e all’interno montagne con ghiacciai. All’arrivo breve passeggiata a Gaspè dove sbarcò Jaques Cartier alla conquista dei territori d’oltremare. E’ un piccolo centro piacevole per una passeggiata e interessante per la sua cattedrale ed il museo. Pernottamento a Gaspé.

9° giorno: Parc de Fourillon
Intera giornata di visita del parco de Fourillon. Si trova sulla punta nord orientale della penisola con aspre scogliere. Sulla costa numerosi uccelli marini, spesso foche e balene. Nell’entroterra alci, cervi, volpi, orsi neri. Bella e panoramica la passeggiata per raggiungere Cap Gaspé. Pernottamento a Gaspé

10° giorno: Perce’ e Ile Bonaventure
Escursione a Percé e Ile de Bonventure. (60km). Percé è famosa per il Rocher Percé. Questa rocca sul mare esercita indubbiamente un forte fascino ed è il luogo più fotografato e simbolo del Quebec. La gita in barca all’Ile Bonaventure merita, e permette di ammirare il Rocher Percé dal mare e di vedere una enorme colonia di sule. Con la bassa marea è anche possibile raggiungere il Rocher Percé a piedi. Rientro a Gaspé

11° giorno: Escursione al Parc de la Gaspesie
Il parc de la Gaspesie comprende le catene montuose più belle della provincia in un ambiente che fa da spartiacque tra la foresta e la tundra. Alla mattina presto e alla sera è possibile l’avvistamento di animali selvatici. Consigliamo la salita al monte Jacques Cartier (1268m) salendo da Sainte Anne des Monts e poi con un bus per l’ultimo tratto prima della salita. in alcuni periodi dell’anno è vietato l’accesso per la stagione di riproduzione dei caribù. In alternativa si potrà salire al Mont Albert, un paesaggio tundra affascinante (1151m, verificare percorribilità per neve). Rientrando a Sainte Anne se c’è tempo è possibile fare una bella passeggiata sul lungomare o una visita all’acquario con vasche tattili. Pernottamento a Saint’Anne.

12° giorno: Rientro dalla Gaspesie (357km, 6h)
E’ arrivato il momento di invertire la rotta e rientrare da questo estremo di terra, Gaspesie infatti significa terra all’estremo. Partenza per Matane, Imbarco tratta Matane-Baie Comeau e proseguimento per TADOUSSAC. Passeggiata in questa bellissima cittadina. La massiccia concentrazione di krill in questa zona di confluenza tra il Saguenay e il Sain Lorence richiama numerosissime balene. A Tadoussac c’è un bel museo multimediale sulle balene. Pernottamento a Tadoussac o zone limitrofe

13° giorno: Whale Watching e fiordo del Saguenay
Nella prima mattinata uscita in gommone (zodiac) o in barca per l’avvistamento delle balene. (la mattina presto o la sera sono gli orari migliori per l’avvistamento). In seguito passeggiata al canyon del Saguenay (sentiero sulla scogliera con possibilità di avvistare balene beluga). Pernottamento a Tadoussac o zone limitrofe.

14 giorno: Fiordo del Saguenay
Passaggio alla costa ovest del fiordo e escursione al nel parco del Saguenay. Nel pomeriggio partenza in direzione di Montreal con sosta per il pernottamento al Parc Jaques Cartier. Pernottamento a Stoneham o zone limitrofe

15 giorno: Montreal
In mattinata proseguimento per Montreal a consegna dell’auto. Montreal è la straordinaria fusione tra la tradizione francese e la modernità americana. Pomeriggio di visita di vieux Montreal, il vecchio porto, la città sotterranea. Il quartiere Plateau Mont Royal, giovane e vivace è molto indicato per la serata con i suoi locali e ristoranti Pernottamento a Montreal

16° giorno: Montreal – Partenza
Se il vostro volo è alla sera avrete la giornata a disposizione per proseguimento della visita di Montreal. Consigliamo la salita a Mont Royal, il polmone verde della città per una panoramica sulla città . In base all’orario del volo trasferimento in aeroporto con mezzi pubblici e partenza per l’Italia. (è possibile prolungare il soggiorno a Montreal di 1 o 2 notti per godersi la città e per avere il tempo di partecipare ad una escursione organizzata per le Cascate del Niagara)

Scheda Tecnica

Sistemazione: hotel di media categoria a gestione familiare, guesthouse, gites.
Partenza: individuale su richiesta
Quota individuale: da Euro 1.563,00 (base 2 persone in doppia)

La quota comprende: sistemazione in camera doppia con trattamento con colazione, noleggio auto con ritiro in aeroporto il giorno 1 e consegna a Montreal in città il giorno 15 incluso assicurazione base e km illimitato, assicurazione sanitaria per destinazione USA/Canada con massimale illimitato e bagaglio.

La quota non comprende: il volo e le tasse aeroportuali, gli ingressi a parchi, monumenti ecc, i traghetti, attività extra, pranzi e cene, gli extra in genere, tutto quanto non riportato alla voce “la quota comprende”

Spese in loco, ingressi ecc (da riconfermare)
– Ingressi ai parchi CAD 7.90 (circa 6 euro)
– Traghetto solo andata 1 auto e 2 adulti circa € 60
– Escursione in barca a Ile Bonaventure € 38
– Escursione whale watching con Zodiac a Tadiussac € 55

Su richiesta

  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

11 months ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

11 months ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

11 months ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

11 months ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora