IMG_9431

Costa Rica

Capodanno 2020

  • Min: 8 - Max: 12 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Capodanno

Questo tour ti porterà a contatto con le principali attrattive del Costa Rica che ti sorprenderà per le innumerevoli bellezze naturali. Un viaggio da un oceano (l’Atlantico) all’altro (il Pacifico), attraverso la zona settentrionale del paese, che ti condurrà a contatto con le comunità indigene e rurali che sono fiere della loro attività di conservazione della natura ed ansiosi di condividere il loro stile di vita con i viaggiatori. Scegliendo questa proposta ti sarà data l’opportunità di divenire parte di un’esperienza che ti arricchirà, che non solo andrà oltre le tue aspettative e conoscenze, essa contribuirà anche al benessere delle comunità locali, alla stabilità delle loro culture ed alla conservazione dell’ambiente.
Ci rilasseremo sulle spiagge, visiteremo montagne e vulcani, attraverseremo tipiche foreste. L’ululato delle scimmie ci sveglierà la mattina, nel pomeriggio, le coloratissime farfalle ci accompagneranno ed alla sera ci addormenteremo al canto delle rane. Sicuramente un’esperienza ed un viaggio indimenticabile!

Programma 13 giorni / 12 notti
1° giorno: volo Italia – San Jose
2° giorno: Cahuita e la Costa Caraibica
3° giorno: Parco di Cahuita – popolazione indigena Bri Bri
4° giorno: Parco Nazionale del Tortuguero
5° giorno: Escursione e navigazione Tortuguero
6° giorno: Rifugio della Vita Selvatica di Caño Negro
7° giorno: Parco Nazionale Vulcano Tenorio – Rio Celeste
8° giorno: La Fortuna ed il vulcano Arenal
9° giorno: Oceano Pacifico – Puntarenas – Boschi di Mangrovie
10° giorno: Parco Nazionale Carara
11° giorno: Tour del caffè – Vulcano Poas
12° giorno: Partenza da San Jose
13° giorno: Arrivo in Italia

1° giorno: volo Italia – San Jose
Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Milano / Roma, incontro con l’accompagnatore Natura Da Vivere e check -in. Partenza per San Josè.

2° giorno: Cahuita
Colazione e partenza per la costa caribica del Costa Rica. Attraversiamo la cordillera centrale con le sue foreste “nebulose”, lungo la carettera nazionale che collega la capitale con il porto di Limon. Lungo la strada sosta per il pranzo in un ristorante tipico. Breve sosta a Limon e proseguiamo per Cahuita, nostra meta serale. Sistemazione in Hotel a Cahuita. Cena libera.

3° giorno: Parco di Cahuita – popolazione indigena Bri Bri
Colazione e, a piedi dall’hotel, con il nostro pranzo al sacco, ci addentriamo nel Parco Nazionale di Cahuita il cui nome deriva dal termine “Kawe” che significa “Sangrillo” (albero locale) e da “Ta” che significa “punta”; in altre parole “la punta del sangrillo”. Il parco include un’area di 1100 ha nella parte terrestre, 600 ha di barriera corallina e 22400 ha nella parte a mare. Il parco fu istituito per proteggere la flora e la fauna terrestre, la barriera corallina e molti ecosistemi marini. Esso possiede una delle barriere coralline meglio sviluppate di tutta la costa caraibica. Viene inoltre protetta una foresta palustre con una vegetazione unica, comprendente piante di Yolillo e di Sangrillo. Questa è una delle più belle parti di tutto il paese con le sue spiagge bianche e nere, le migliaia di palme da cocco, il mare di color turchese e la barriera corallina. Un posto perfetto dove nuotare e rilassarsi. Al termine dell’escursione, con il nostro mezzo, raggiungiamo il Centro di Riproduzione delle Iguane verdi, gestito dalla popolazione Bri Bri, che qui vive. La guida locale che ci riceve ci porta a visitare il centro ci racconta alcune storie mitologiche che riguardano la sua cultura. Rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

4° giorno: Tortuguero
Colazione e partenza per il piccolo villaggio di Tortuguero sul mare Caraibico, famoso per la possibilità di osservare le tartarughe. Raggiungibile a piedi o in barca si trova nel cuore del Parco Nazionale Tortuguero. I canali che oggi vengono utilizzati per raggiungere il villaggio in passato erano utilizzati per il trasporto del legname da Tortuguero. In alcuni periodi dell’anno (da aprile a ottobre) è possibile anche osservare le tartarughe marine giganti che depongono le loro uova sulla spiaggia durante le ore notturne. Nel pomeriggio, visita al Centro informativo della Conservazione delle tartarughe marine con proiezione di filmato. Cena libera e sistemazione in Hotel/ecolodge

5° giorno: Escursione e navigazione Tortuguero
Colazione e partenza per una escursione in barca tra i canali del Tortuguero per osservare i caimani, le diverse specie di scimmie, serpenti e tantissimi uccelli di specie diverse. Dopo pranzo, escursione a piedi lungo il sentiero che si inoltra nel Parco. Cena libera e pernottamento in Hotel / ecolodge

6° giorno: Caño Negro
Lasciamo di buon mattino il Tortuguero con la barca. Ritrovato il nostro mezzo, ci dirigiamo verso il Rifugio della Vita Selvatica di Caño Negro. Sito al nord del paese, fa parte dell’Area di Conservazione Arenal Huetar Norte e consiste di un sistema di fiumi e laghi che ospitano una biodiversità di grandissima importanza costituendo alimento per una moltitudine di specie animali, inclusi uccelli migratori provenienti dai paesi settentrionali. Qui potrete trovare la più grande popolazione di caimano del paese ed anche il Gaspar, pesce considerato un fossile vivente. Navigazione nei canali di questa area protetta. Al termine, visita alla fattoria delle farfalle di Caño Negro: un gruppo di famiglie locali offrono la visita di questa struttura, durante la quale ne vengono illustrate la storia, il numero di specie, i processi riproduttivi, gli obiettivi di conservazione ed i processi di produzione artigianale. Per finire, visita alle coltivazioni di ananas con spiegazione del ciclo produttivo. Sistemazione e cena libera.

7° giorno: Rio Celeste
Sveglia presto e partenza per Rio Celeste. Il Parco Nazionale Vulcano Tenorio è localizzato nella Catena Vulcanica di Guanacaste: in quest’area sono presenti un’ampia varietà di ambienti, ecosistemi e specie, distribuite in 8 differenti zone, che variano dalla foresta pluviale pre-montana, alla foresta montano – tropicale. Il percorso attraverso il Parco Nazionale è lungo circa 3,5 km e le seguenti attrazioni vengono visitate durante il percorso: la cascata del Rio Celeste, la Laguna Blu, le acque bollenti e le sorgenti calde del “Teñideros”, dove, se il clima lo permette, si può osservare il curioso fenomeno della colorazione blu delle acque. Al termine dell’escursione, tour del cacao: visita ad una piccola azienda produttrice di questa pianta “cibo degli dei”. Pernottamento in ecolodge e cena libera

8° giorno: La Fortuna ed il vulcano Arenal
Fortuna di San Carlos è il più vicino centro turistico del vulcano Arenal. Il vulcano Arenal iniziò la sua attività nel Luglio del 1968 con emissione di lava, vapore ed esplosione di materiale, accompagnati da forti tremori. Uno dei crateri del vulcano è ancora attivo. Questi fenomeni fanno parte della vita quotidiana di questa comunità. Il terreno qui è molto fertile e produttivo. Il Parco Nazionale Arenal è un laboratorio vivente, per le sua alta importanza geologica e complessità nello sviluppo dei processi biologici, per la sua ricca vegetazione sino alla foresta primaria. Escursione lungo i sentieri all’interno del Parco. Nel pomeriggio, al termine dell’escursione, ingresso all’area termale delle sorgenti calde di Los Laureles, per un bagno rigenerante. Sistemazione in ecolodge e cena libera

9° giorno: Oceano Pacifico
Oggi proseguiamo il nostro viaggio verso la costa del Pacifico, destinazione Puntarenas, nella provincia del Guanacaste. La costa del Pacifico presenta diverse aree, più o meno estese, ricoperte dalla foresta di Mangrovie. Andremo a visitare una di queste, importanti per la loro biodiversità, cercando di capire la vita che si sviluppa in essa. Tra gli altri grande importanza, anche dal punto di vista commerciale, hanno i molluschi, tra questi il “piangua” (Andara tuberculosa), presente in quasi tutte le foresta di Mangrovia del Costa Rica. In questa escursione potremo osservare una grandissima varietà di uccelli, rettili e mammiferi.
Sistemazione in Puntarenas, cena libera

10° giorno: Parco Nazionale Carara
Colazione e partenza per il Parco Nazionale di Carara: con una delle più alte varietà di alberi del mondo, questo parco nazionale ha 10 delle più rare specie di legno duro nel paese. Gli alberi enormi qui sono spesso coperti di viti e epifite. Tuttavia, dal momento che c’è molto poco sottobosco gli animali e gli uccelli in questo parco nazionale sono più facili da individuare. Un ottimo posto per una fantastica vista del parco è dal ponte di Tarcoles di Rio dove si può fermare a guardare i coccodrilli o ottenere uno sguardo delle scarpe scarlattine. Ci sono anche numerosi siti archeologici precolombiani risalenti a 2.000 anni, nel parco. Cena libera

11° giorno: Tour del caffè
Colazione e partenza verso Alajuela. Nei pressi della città, alle pendici del vulcano Poas, faremo visita alla coltivazioni di fragola per poi deliziarci, nel giardino dei colibrì, alla ricerca di una foto di questi particolari uccelli. Dopo pranzo, ci dirigiamo verso una delle più grandi piantagioni di caffè del Costa Rica, per il tour del caffè: andremo a visitare le piantagioni del caffè e apprenderemo il processo di raccolta e produzione. Osserveremo tutti i processi dal campo alla essiccazione all’assaggio del caffè.
Sistemazione in hotel in Alajuela. Cena libera

12° giorno: partenza
Colazione e trasferimento all’aeroporto di San Josè in orario per la partenza del volo di rientro in Italia il giorno successivo.

Scheda Tecnica
Partecipanti: min. 8 / max 12 partecipanti
Sistemazione: in B&B, alberghi, strutture agro-ecoturistiche, ecolodge
Partenza: 26 dicembre 2019
Durata: 13 giorni / 12 notti
Quota individuale: a partire da Euro 2.700,00

La quota comprende: n. 11 mezze pensioni (colazioni e pranzi), tutti i trasferimenti in mini-bus privato; accompagnatore Natura da Vivere dall’Italia, servizio di guida locale, entrata ai Parchi Nazionali, tutti i tour e le escursioni da programma, assicurazione RC e medico – bagaglio

La quota non comprende: volo intercontinentale Italia – Costa Rica A/R, le tasse doganali in uscita dal paese (ca 30 USD), le cene, le bevande alcoliche, le mance e gli extra in genere, visite ed ingressi non previsti nel programma, tutto quanto non riportato alla voce “la quota comprende”

26 dicembre 2019
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Partenza garantita

Giordania

Il deserto del Wadi Rum e il Mar Morto

  • Min: 2 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Autunno Capodanno Estate Inverno Primavera

Madagascar

La magia degli altopiani centrali e la natura sorprendente del Sud-Ovest

  • Min: 10 - Max: 16 (viaggio di gruppo) (viaggio individuale)
  • Periodo: Autunno Estate Primavera

Italia

Toscana: da Pisa a Massa Carrara: tra natura, enogastronomia e cultura

  • Min: 4 - Max: 12 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Autunno Primavera

Italia

Sicilia Occidentale: un Capodanno di Turismo Responsabile

  • Min: 6 - Max: 12 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Autunno Capodanno

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

2 months ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 months ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 months ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 months ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora