2005_0508provenza_beato0037

Francia

La Provenza e la lavanda in fiore

  • Min: 6 - Max: 14 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Estate

Nel pieno del periodo di fioritura della lavanda, un’ottima occasione per un trascorrere piacevolmente cinque giorni in Provenza. Facendo base ad Avignone, andremo a scoprire alcune note e meno note piccole località di questa regione della Francia. Oltre alla visite ai borghi e villaggi, dedichiamo una giornata a percorrere un tratto della Grand Randonnées, lungo il corso della Gard, nella zona di Pont du Gard: una giornata di relax, un passo dopo l’altro, in un ambiente unico. Guida ambientale escursionistica al seguito e tutti gli spostamenti in pullman privato.

Programma 5 giorni / 4 notti

1° giorno: Avignone
2° giorno: Abbazia di Senanque, Gordes e Roussillon
3° giorno: a piedi da Remoulins a Pont du Gard
4° giorno: Mont Ventoux, alla ricerca della Lavanda
5° giorno: Aix en Provence, rientro

Primo giorno – Partenza con minibus privato nella mattinata. Dopo alcune soste tecniche lungo il tragitto, arrivo nel pomeriggio ad Avignone. Visita della città dei Papi con la ben conservata cinta muraria, la Rocher des Dome, il Ponte di S. Benezet, il Palazzo dei Papi, i palazzi storici e la piazze. Sistemazione in hotel, in Avignone o nelle vicinanze. Cena libera e pernottamento.

Secondo giorno- Colazione in hotel. Trasferimento in pullman all’Abbazia di Senanque, ingresso e visita del complesso cirstercense. Al termine, trasferimento alla vicina Gordes, uno dei più bei village perché di tutta la Francia, per una breve visita. Al termine, trasferimento a Roussillon per la visita delle cave d’ocra. Qui sarà possibile effettuare un’escursione a piedi della durata di ca. 1h 30′. Possibilità di una visita al Museo della Lavanda (non compreso nella quota), qualora ci fosse ancora tempo disponibile. Al termine, rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

Terzo giorno – Colazione in hotel. Trasferimento nelle vicinanze di Remoulins, da dove inizia la camminata che, lungo un tratto della “Grande Traversée du Gard”, ci porterà dapprima al sito Unesco di Pont du Gard (parte del tragitto per arrivare sin qui si svolge lungo i resti dell’acquedotto romano), per proseguire lungo la riva sinistra del Gard, sino a Sanilhac. (16 km – 5h). Arrivati alla meta, ritroviamo il pullman che ci porterà a visitare la vicina Vézénobres, uno dei più caratteristici e spettacolari villaggi della Bas-Languedoc. Rientro all’hotel, cena libera e pernottamento.

Quarto giorno – Colazione in hotel. Partenza con destinazione Mont Ventoux, il “Gigante della Provenza”: massiccio isolato (1912 m slm), legato alla descrizione fatta dal Petrarca nel 1336 (prima ascensione) e, più recentemente, alla storia del Tour de France (spesso l’ascensione di questo monte viene inserita nel programma della corsa). Il suo essere montagna isolata in mezzo ad un clima mediterraneo, comporta diverse particolarità di carattere geologico e, sopratutto, botanico/floristico. La visita permetterà di avere diversi punti di osservazione privilegiata su tutto il territorio circostante. Nel periodo prescelto per questo tour, nella zona, avviene uno dei più bei spettacoli che la natura ci possa presentare: la fioritura della Lavanda. Al termine, rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

Quinto giorno – Dopo colazione, preparazione dei bagagli e partenza per il rientro. Lungo il percorso, sosta per la visita di Aix en Provence, città universitaria che dette i natali a Cézanne, antica capitale della Provenza, con le sue fontane, i bei palazzi signorili, il coloratissimo mercato dei fiori e le botteghe piene di dolci calissons. Arrivo in serata.

Scheda tecnica:

Durata:                         5 giorni / 4 notti
Partenze:                     29 Giugno e 13 Luglio 2019
Quota individuale:       a partire da Euro 640,00
Sistemazione:              Hotel**/*** in camera doppia

Cosa comprende: 4 pernottamenti con prima colazione in camera doppia con servizi privati; tutti i trasferimenti con mezzo privato; servizio guida/accompagnatore per tutta la durata del soggiorno; ingresso e visita guidata all’Abbazia di Senanque; ingresso Sentiero delle Ocre di Roussillon; assicurazione RC e medico/bagaglio

Cosa non comprende: tutti i pranzi e le cene; gli ingressi Parchi / Musei / Chiese oltre quelli non compresi nel programma; mance, extra e tutto quanto non espressamente riportato alla voce “cosa comprende”

29 giugno 2019 13 luglio 2019
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

2 months ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 months ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 months ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 months ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora