Italia – Valtellina Engadina

La Valtellina e la valle dell’Engadina con bici, trek e Trenino Rosso del Bernina

  • Min: 2 (viaggio individuale)
  • Periodo: Autunno Estate

La Valtellina, grande e bellissima vallata, insieme alle Alpi Retiche crea un confine naturale tra la Lombardia e la Svizzera. Solcata dal fiume Adda e tapezzata da vigneti terrazzati che si arrampicano sul versante assolato della montagna è percorribile in gran parte su percorso ciclopedonale. Il suo paesaggio muta man mano che si sale di quota, passando da un paesaggio rurale ai pascoli, laghetti alpini e imponenti cime, da piccoli borghi in pietra a località turistiche rinomate e prestigiosi impianti termali. Il celeberrimo Trenino Rosso del Bernina, gioiello ingenieristico di fine ‘800 attraverso imponenti viadotti ci accompagnerà in un emozionante viaggio fino alla valle dell’Engadina attraverso il passo del Bernina e i suoi ghiacci perenni, fondendosi magistralmente nel paesaggio alpino. Qui è il paradiso, l’erba è più verde, la neve è più bianca, i treni più rossi.
Programma 8gg/7 nn
1° giorno: arrivo a Tirano
2° giorno: i terrazzamenti della Valtellina
3° giorno: la ciclabile della Valtellina e incisioni rupestri di Grosio
4° giorno: Trenino Rosso del Bernina
5° giorno: laghi dell’Engadina
6° giorno: val Roseg
7° giorno: la Val Masino
8° giorno: Val di Mello

Questo programma può essere fatto anche solo trek per chi non ama la bicicletta, prediligendo percorsi su sentieri pedestri anziché ciclopedonali. Inoltre può essere reso più o meno facile grazie al servizio di treni regionali e autobus locali.
1° giorno: arrivo a Tirano
Arrivo a Tirano in giornata.
Tempo libero per una breve visita del centro storico e al bellissimo Santuario della Madonna di Tirano che si raggiunge con una breve passeggiata. In caso di arrivo entro la mattinata possibilità di fare nel pomeriggio una delle numerose escursioni a piedi che la valle e i dintorni offrono.
Pernottamento a Tirano
2° giorno: i terrazzamenti della Valtellina
Prima colazione. Percorriamo a piedi la via dei terrazzamenti, un percorso ciclopedonale che percorre la bassa e media valle. Le vigne si presentano esposte a sud, ricavate terrazzando il fianco roccioso e ripidissimo del monte con muri a secco, e proprio grazie alla presenza della roccia viva che circonda i piccoli terrazzi così ricavati si moltiplica l’apporto di calore solare. Il vigneto a terrazzi assume in questa zona un alto valore paesaggistico oltre che agrario e storico. Rientro in treno a Tirano. (possibilità di fare il percorso anche in bicicletta)
Molto interessanti anche le caratteristiche artistiche e etnografiche del territorio. Per gli amanti dell’enogastronomia è possibile organizzare una visita ad una cantina con degustazione. Il percorso è su strada sterrata pianeggiante con leggeri su e giù. Ci sarà la possibilità di assaggiare le numerose prelibatezze valtellinesi: i pizzoccheri, la bresaola, formaggi d’alpeggio e i prelibati vini. Possibilità di prenotare una degustazione (con supplemento)
Pernottamento a Tirano
3° giorno: la ciclabile della Valtellina e incisioni rupestri di Grosio
Prima colazione. Il sentiero Valtellina è una bellissima pista ciclabile per la maggior parte asfaltata che lungo il corso dell’Adda percorre l’intera valle. Qui siamo circondati da un paesaggio agricolo, piccoli borghi e distese di meleti. Uno dei punti di forza è dovuto alla possibilità di utilizzare il treno regionale per spostarsi o per la tratta di ritorno. Percorriamo un tratto della ciclabile con bicicletta meccanica o e-bike, la lunghezza e la tratta da concordare con i clienti. Avremo anche l’occasione di visitare il parco delle incisioni rupestri e i castelli di Grosio.
Pernottamento a Tirano
4° giorno: Trenino Rosso del Bernina
Partenza alla mattina molto presto con il Trenino Rosso del Bernina con le bikes al seguito fino a passo Bernina (1h30). Da lì scendiamo in bici fino a Morteratsch (parte su asfalto, parte su ciclabile sterrata, -400m) e percorriamo a piedi il sentiero glaciologico che arriva fino alla lingua del ghiacciaio. (1h30 circa A/R, in piano/leggera salita). Tornati a recuperare le biciclette proseguiamo su ciclabile fino a Pontresina (ciclabile, sterrato, discesa con piccoli su e giù). Dopo una breve sosta pranzo proseguiamo in bici verso St Moritz passando per il lago di Staz. La ciclabile attraversa prati, pascoli e zone boschive di rara bellezza. All’arrivo a St Moritz sistemazione nelle camere e tempo libero per una passeggiata in centro. Prestigiosi alberghi di inizio secolo e vetrine di lusso in un ambiente montano che merita.
Pernottamento a St Moritz
**per chi non ama lunghi percorsi in discesa in bicicletta si può proseguire in treno fino a Morteratsch.
5° giorno: laghi dell’Engadina
Oggi pedaliamo in piano percorrendo la ciclabile che costeggia i laghi in direzione passo Maloja, il lago di Champfer, lago Suot, lago di Silvaplana, lago di Sils. E’ pianeggiante con leggeri su e giù e solo alcuni tratti attraversano paesini su strada asfaltata con traffico limitato. Si rientra facendo lo stesso percorso ma il cambio di prospettiva regala nuovi scorci.
Relax sul lago di St Moritz.
Pernottamento a St Moritz.
6° giorno: val Roseg
Prima colazione. Partenza in bici per Pontresina su pista ciclabile, percorso in piano, 8km. (In alternativa è possibile farlo in treno con bici al seguito). All’arrivo lasciamo le bici per percorrere a piedi la bellissima Val Roseg, una delle mete più belle dell’Engadina, attraverso pascoli montani, boschi e l’impetuoso torrente che ci accompagna lungo tutto il percorso fino al rifugio ristorante Roseg. Dopo una breve sosta per pranzo al sacco o in rifugio proseguiamo fino al laghetto e alla lingua glaciale che lo alimenta. (sentiero facile in leggera salita, 2h30 circa A/R). Rientro a Pontresina e partenza con il primo trenino rosso Bernina per Tirano con le nostre bici al seguito.
Pernottamento a Tirano
7° giorno: la Val Masino
Prima colazione. Lasciamo l’alta Valtellina scendendo in direzione lago di Lecco per poi inoltrarci in una magnifica piccola valle laterale, la Val Masino che con la laterale Val di Mello è chiamata la piccola Yosemite italiana per le sue alte pareti in granito, paradiso per l’arrampicata sportiva.
Gli itinerari di fondovalle sono facili e adatti a tutti anche se immersi nella natura e circondati da pareti rocciose. Passeggiata lungo uno degli itinerari trek
Pernottamento in valle
8° giorno: Val di Mello
Prima colazione. Se il tempo lo consente prima della partenza consigliamo una passeggiata in Val di Mello. Breve, adatta a tutti offre paesaggi indimenticabili. In alternativa una gita in Val Tartano per provare l’ebrezza di attraversare il ponte tibetano più alto d’Europa.

Eventuali estensioni del programma:
– Bormio, per una giornata rigenerante a Bagni Vecchi, antico stabilimento termale con vasche in pietra e numerosi trattamenti.
– Colico: una giornata di relax dul lago di Lecco con possibilità di visitare uno dei forti della Grande Guerra meglio conservati.
– Chiavenna: bella, con i suoi palazzi di inizio secolo, incassata tra pareti di roccia collega il lago di Mezzola con una bella ciclabile che costeggia il torrente Mera e la Svizzera attraverso la suggestiva Val Bregaglia. Interessanti i laboratori di pietra ollare e il palazzo Vertemate Franchi

Scheda Tecnica

Tipo di viaggio: viaggio individuale

Sistemazione: hotel di categoria turistica o guesthouse o ostello con stanza privata

Trasporto: arrivo a Tirano con mezzi propri o treno. Spostamenti con Trenino Rosso del Bernina o bici.

Partenza: periodo estate – autunno 2020, date su richiesta

Quota individuale: € 650.00

La quota comprende: 7 pernottamenti di cui 4 a Tirano, 2 a St Moritz e 1 in Val Masino con sistemazione in camera con bagno privato e colazione. Biglietto del Trenino rosso del Bernina. Road map dettagliata per lo svolgimento del programma.
La quota non comprende: pranzi e cene. Noleggio bicicletta (possibilità di prenotarlo in loco). Escursioni guidate su richiesta, gli extra, e quanto non riportato alla voce “la quota comprende”

Supplementi:
noleggio bicicletta MTB o EBIKE (in base al tipo di bici e al numero di giorni)
camera singola: € 280

date su richiesta
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Madagascar

La magia degli altopiani centrali e la natura sorprendente del Sud-Ovest

  • Min: 10 - Max: 16 (viaggio di gruppo) (viaggio individuale)
  • Periodo: Autunno

Scozia

Trekking nelle Western Highlands, sulle orme di Rob Roy

  • Min: 6 - Max: 16 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Autunno Estate Primavera

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

10 months ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

10 months ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

10 months ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

10 months ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora