IMG_2907

Patagonia

Natale e Capodanno in Patagonia

  • Min: 8 - Max: 12 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Capodanno

La penisola di Valdes, nella stagione di riproduzione del Pinguino di Magellano ed un vero overland sino alla fine del mondo, ci permettono dopo 15 anni di comprovata logistica, di offrire un viaggio incredibile. E’ un tour alla portata di chiunque sia disposto a comprendere il fascino di una terra di frontiera. Percorreremo con un minibus i più rinomati Parchi Naturali di tutta la Patagonia argentina e cilena sino ad Ushuaia, “la ciudad mas austral del mundo”. Dalle estreme latitudini meridionali della Terra, rientrare in Italia dopo 14 giorni vissuti in questa terra mitica, con tutte le sue meraviglie naturali e paesaggistiche, regalerà un ricordo che difficilmente vi abbandonerà. Quasi ogni giorno si cambia località, scegliendo percorsi storici o alternativi, pieni di fascino e per ogni nuovo luogo realizziamo escursioni di varia lunghezza e, per quanto possibile, in sintonia con le esigenze dei partecipanti. Pernotteremo in strutture ricercando l’autenticità locale.

Programma 15 giorni/14 notti
1° giorno: Volo Roma – Buenos Aires
2° giorno: City Tour di Buenos Aires
3° giorno: volo per El Calafate – El Chalten
4° giorno: Hosteria El PIlar – Campo Base del Fitz Roy
5° giorno: El Chalten – Cerro Torre – El Calafate
6° giorno: Ghiacciaio Perito Moreno
7° giorno: El Calafate – Parco Nazionale Torri del Paine
8° giorno: Trek Torres del Paine -Puerto Natales
9° giorno: Puerto Natales – Rio Grande (Terra del fuoco)
10° giorno: Ushuaia
11° giorno: Ushuaia
12° giorno: Ushuaia – Valdes
13° giorno: Gran Tour della Penisola di Valdes
14° giorno: Buenos Aires – volo per Italia
15° giorno: Arrivo in Italia.

23 dicembre: volo Italia – Buenos Aires
Imbarco a Roma Fiumicino con volo diretto Aerolineas nel tardo pomeriggio. Volo notturno.

24 dicembre: Buenos Aires
Arrivo a Buenos Aires aeroporto Ezeiza. Incontro con la guida e trasferimento con mezzo privato in hotel e sistemazione dei bagagli. City tour con guida della capitale culturale del sudamericana, che conta circa 12 milioni di abitanti. Le sue famose avenidas: 9 de julio (considerata la più larga al mondo), Calle Florida, Avenida de Mayo. Le piazze e i suoi palazzi: Plaza de Mayo e la Casa Rosada, El Cabildo e la Cattedrale. I rinomati quartieri: la Boca (nato dai sogni dei navigatori genovesi e dei poeti argentini), San Telmo e Recoleta, Caminito, Palermo. Pranzo libero. Al termine, rientro in hotel e tempo libero a disposizione per proseguimento della visita al centro cittadino. Cena libera e pernottamento.

25 dicembre: Buenos Aires – volo per El Calafate – El Chalten
Trasferimento all’aeroporto nazionale per il volo con destinazione El Calafate. Partenza del volo ore 7:45 arrivo ore 11:10 a El Calafate. All’arrivo, incontro con il nostra guida locale e trasferimento a El Chalten, rinomata località di frontiera, lungo la Ruta 40, con i suoi paesaggi e villaggi, incontri inattesi e visioni di atmosfere tipiche della Patagonia, costeggiando i laghi Argentino e Viedma. Ci fermiamo per la sosta pranzo alla famosa locanda “la Leona” che ogni andinista visita come buon auspicio per le prossime scalate. Proseguiamo per giungere al Parco Los Glaciares, considerato il regno del trekking in Argentina ed altrettanto ambito dagli scalatori per le mitiche torri di granito del Monte Fitz Roy e del Cerro Torre. Dal caratteristico paese di El Chalten, la vista spazia a 360° su creste e ghiacciai di straordinario valore paesaggistico. Cena in struttura Sistemazione in un accogliente

26 dicembre: Hosteria El Pilar – Campo base del Fitz Roy
Colazione e partenza per un’ indimenticabile escursione giornaliera. Si tratta di raggiungere i luoghi di fama universale, sia per il trekking che per l’andinismo: raggiunta l’Hosteria del Pilar con il nostro mezzo, inioziamo l’escursione verso i due campi base del Fitz Roy, nomi sacri per scalatori che provengono da ogni parte del mondo. Proseguiamo passando per il Rio Blanco – per i più allenati e motivati – sino alla “laguna de los Tres”. Nel tardo pomeriggio rientriamo infine a El Chalten dopo aver costeggiato la Laguna Capri. Tempo libero a disposizione. Cena libera e pernottamento. Hotel

27 dicembre: El Chalten – Cerro Torre – El Calafate
Colazione e partenza, con guida locale, per la prima indimenticabile escursione giornaliera nel Parco Nazionale Los Glaciares. Si tratta di percorrere i sentieri che tanto hanno reso famoso quest’area. Attraversiamo piane e boschi di lengas, ci innalziamo su piccole creste e modesti passi di montagna, incontriamo flora e fauna per noi inusuali, per raggiungere infine i laghi ed i ghiacciai che circoscrivono le verticali torri granitiche del gruppo del Cerro Torre. Il campo base che raggiungiamo è frequentato da una popolazione cosmopolita di scalatori e trekkers. Rientriamo a El Chalten nel tardo pomeriggio, per partire per El Calafate costeggiando i magnifici laghi Viedma e Argentino, entrambi di un intenso color smeraldo e famosi per esser stati spettatori delle prime esplorazioni della regione. Sistemazione in una tipica ed accogliente struttura, cena e pernottamento.

28 dicembre: Ghiacciaio Perito Moreno
Colazione e partenza con il nostro minibus e la guida locale per l’area del lago Argentino con il suo famoso Parco Nazionale del ghiacciaio Perito Moreno. Lo spettacolo è assicurato, la scenografia che ci aspetta sarà molto più di quanto la nostra mente possa immaginare a riguardo di un ghiacciaio. Un fronte di 5 km per una altezza media di 60-80 m è il biglietto da visita di questo spettacolare ghiacciaio che si staglia davanti ai nostri occhi. Un sentiero attrezzato ci permetterà di coglierne le prospettive più esclusive e di assistere comodamente e da vicino ai suoi frequenti ed impressionanti crolli di blocchi di ghiaccio. Possibilità di una escursione in battello (supplemento da pagare al momento) il tutto per meglio visionare questa preziosa testimonianza glaciale. Nel pomeriggio rientro a El Calafate, per un meritato relax. Cena libera e pernottamento.

29 dicembre: El Calafate – Parco Nazionale Torri del Paine
Colazione e partenza per il Cile. Con il nostro mini bus, percorriamo parte della famosa ruta 40 che poi lasciamo per volgere decisamente ai piedi delle Ande. Percorreremo territori di confine su “terre di nessuno”, diversi km di fascia di confine tra il Cile e l’Argentina. Sbrigate le pratiche doganali a Paso Fronterizo – Cancha Carrera, ed entriamo subito nella lussureggiante natura del Parco Torres del Paine: incontri ravvicinati con branchi di guanachi e lo spettacolo delle alte torri di granito del Paine che si stagliano all’orizzonte, accompagnate da innumerevoli rapaci. E poi la scoperta della regione dei laghi: Nordenskjòld, Grey, Sarmiento de Gambòa e Pehoe, luoghi di spettacolare bellezza tali da rendere quest’area una delle più ambite in tutta la Patagonia, per quanto riguarda l’attività escursionistica. Una breve escursione ci permetterà di raggiungere una vera e propria terrazza naturale da cui poter osservare il fronte del ghiacciaio Grey da cui si staccano grandi e piccoli iceberg che vengono a spiaggiarsi al di sotto del mirador su cui siamo saliti. Giungiamo alla struttura, sistemazione, cena e pernottamento.

30 dicembre: trek Torres del Paine – P. Natales
Colazione e partenza con guida locale per un’altra indimenticabile escursione giornaliera. Questa volta ci dirigiamo alla base delle Torri del Paine. Lungo un sentiero si risale la Valle Ascencio sino ad una prima sosta al Rifugio Cileno (circa metà percorso con possibilità di fermata per chi non se la sente di proseguire). Da qui proseguiamo, immersi in ombrosi boschi di lengas, Notofagus, per giungere alla base di una pietraia alla cui sommità ci sarà offerta la visione integrale e ravvicinata delle tre Torri che si ergono in tutta la loro bellezza e maestosità. Il rientro al rifugio, nel pomeriggio, avviene lungo il medesimo percorso dell’andata. Usciamo dal Parco per dirigerci a Puerto Natales, dove pernotteremo. Cena in ristorante.

31 dicembre: Puerto Natales – Rio Grande (Terra del Fuoco)
Colazione e partenza la mattina presto con il minibus. Questa giornata sarà dedicata all’attraversamento dell’ultimo lembo di Patagonia cilena, prima di passare in Terra del Fuoco. E’ palpabile la forza della natura, gli agenti atmosferici che hanno plasmato territori e temprato persone. Varie soste ci permettono di apprezzare maggiormente questa nostra giornata on the road. Siamo tra i fiordi dell’oceano pacifico che danno corpo al famoso Estrecho de Magallanes e il nome alla specie dei pinguini locali, detti appunto di Magellano. Una volta in vista dello stretto, proseguiamo costeggiandolo e saremo affascinanti dalla forte corrente di questa via d’acqua che collega l’oceano atlantico all’oceano pacifico che cosi tanti naufragi ha visto succedersi per tutta la sua lunga storia esplorativa. Si realizzano varie soste tra cui quella alla spettacolare “estancia grande”, una delle più vaste e produttive della patagonia, con il suo spettrale relitto del naufragio di una nave mercantile. Traghettiamo lo stretto di Magellano al punto geografico più logico e rapido (circa 1.00h complessivamente), sfidando la forte corrente che cambia direzione circa ogni 6 ore. Toccata la sponda opposta siamo giunti nella terra del fuoco e abbandoniamo definitivamente la mitica Patagonia. Raggiungiamo, dopo inevitabili soste doganali, nuovamente la porzione argentina di questa regione giungendo, dopo aver attraversato l’ultimo lembo della catena andina, la città di Rio Grande, affacciata sull’Oceano Atlantico. Sistemazione Hotel, cena e pernottamento.

1 gennaio: Ushuaia
Colazione e partenza per la “ciudad mas austral del mundo”, Ushuaia. Sosta a Tolhuin, piccolo villaggio legato all’attività di lavorazione del legno, dove c’è una famosa “panaderia” che non tralasceremo di visitare, acquistando magari qualcuno dei dolcetti lievitati per cui è famosa. Costeggiamo il lago Fagnano e, valicato il passo Garibaldi, unico attraversamento Nod-Sud di tutta la Cordigliera, ci dirigiamo infine ad Ushuaia. Sistemazione in hotel, tempo libero. Cena in ristorante.

2 gennaio: Ushuaia
Colazione in hotel e partenza per la visita del Parco Nazionale della Terra del Fuoco, dove ha fine l’arteria stradale Panamericana tra l’Alaska e la Terra del Fuoco per i suoi 17848 Km. Qui si potranno ammirare le dighe dei castori, i selvaggi boschi ricolmi di licheni lunghi e filanti, l’ufficio postale più a Sud del mondo, infinite insenature e baie, i resti degli insediamenti indigeni dei Selk’nam, Haush, e soprattutto Yamana. Nel pomeriggio, tempo libero. Possibilità di fare una navigazione nel canale di Beagle (costo non incluso), di durata variabile (2,5 – 4,5 h). Cena libera e pernottamento.

3 gennaio: Ushuaia – Valdes
Colazione in hotel. Mattinata libera. Trasferimento in aeroporto e partenza per Trelew (partenza ore 10:50 arrivo ore 13:00). All’arrivo, all’aeroporto di Trelew, troveremo ad attenderci la guida locale con un mezzo privato, che ci condurrà alla pinguinera di Punta Tombo (2h ca.). Si tratta di una delle aree di osservazione del Pinguino di Magellano più grandi dell’emisfero australe, dove si possono contare sino a 300.000 esemplari. Qui è possibile passeggiare in mezzo ai pinguini incuriositi dalla nostra presenza ed assistere a divertenti inseguimenti e bagni di gruppo. Al termine, trasferimento a Puerto Madryn e sistemazione in struttura. Cena libera e pernottamento.

4 gennaio: Gran tour della Penisola di Valdes
Colazione e partenza con destinazione il Parco della Penisola di Valdes. Proseguiamo per Punta Norte, all’interno dell’area protetta, per una escursione che ci porterà lungo la costa rinomata per i giacimenti di fossili marini di 60 milioni di anni sino alla Caleta Valdes, famosa per la curiosa depressione della costa che ha formato una insenatura lunga 20 km, parallela alla linea della costa. Qui è ottimale l’avvistamento di elefanti e leoni marini. Visiteremo inoltre una bella colonia di pinguini di magellano. Ci possono essere anche delle orche che pattugliano la spiaggia a caccia di giovani otarie e pinguini. Da qui rientro a Puerto Madryn, nel tardo pomeriggio, cena libera e pernottamento.

5 gennaio: Buenos Aires – volo per l’Italia
Colazione in hotel. Di prima mattina, trasferimento all’aeroporto di Trelew per il volo delle ore 13:40 arrivo a Aeroparque alle ore 15:30. Da qui, trasferimento con pullman privato all’aeroporto internazionale di Ezeiza per il volo di rientro, previsto per le ore 22.45.

6 gennaio – arrivo in Italia.
Arriviamo a Roma (ore 16:00), il viaggio termina qui, ma la Patagonia resterà sempre nei nostri ricordi.

Quota individuale:  a partire da Euro 4.300,00

Partenza: 23 dicembre 2019

supplemento singola Euro 650,00

La quota comprende:
* n. 6 mezze pensioni in Hotel, Albergo, Hostaria
* n. 6 pernottamenti in camera doppia, con prima colazione
* n. 2 pasti e pernottamento in aereo
* n. 2 voli intercontinentale Italia – Argentina (Roma – Buenos Aires A/R) con la compagnia Aerolineas Argentinas
* n. 3 voli interni con la compagnia Aerolineas/Austral (Buenos Aires – El Calafate, Ushuaia -Trelew, Trelew – Buenos Aires)
* Guida /accompagnatore NdV
* Servizio mini bus al seguito con autista/guida/accompagnatore locale (dal 3° al 14° giorno)
* Biglietti ingresso a tutti i parchi previsti dal programma
* Aggiunta servizio guida locale nei parchi nazionali, ove previsto
* Visita guidata in pullman di Buenos Aires (2° giorno)
* Tutti i trasferimenti da e per hotel – aeroporti e viceversa in Argentina
* Assicurazione RC e Medico – bagaglio, iva.

La quota non comprende:
* Tasse aeroportuali dei voli intercontinentali (ca. Euro 500)
* Tasse doganali in Argentina
* Eventuali navigazioni facoltative (Perito Moreno – Canale di Beagle)
* Le cene del 2°, 4°, 6°, 11°, 12° e 13° giorno
* Tour turistici e naturalistici facoltativi (musei, esposizioni)
* Tutti i pranzi
* Le bevande ai pasti, le mance e gli extra in genere
* Tutto quanto non incluso nella voce “la quota comprende”.

23 dicembre 2019
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti