2006_0325patagonia_060133

Patagonia

La Patagonia andina, da Bariloche ad Ushuaia

  • Min: 8 - Max: 12 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Inverno

Un vero Overland, un autentico gran tour della Patagonia, un viaggio itinerante alla portata di tutti, con alti contenuti naturalistici facilmente fruibili grazie ad una logistica comprovata. Attraverseremo con un pullman privato tutta la regione da Nord a Sud, lungo la dorsale andina, in gran parte percorrendo la mitica Ruta 40 e visitando i più rinomati Parchi Naturali della Patagonia Argentina e Cilena. Partendo da San Carlo de Bariloche, sino ad arrivare ad Ushuaia – Terra del Fuoco, la città più australe del mondo. Quasi ogni giorno cambieremo località spostandoci comodamente e traguardando spettacolari scenari al fine di raggiungere nuovi affascinati località dove realizzare brevi, medie o giornaliere escursioni. Pernotteremo in strutture tipo Hotel, Residence, Hostarie o Fattorie. Vi attendono scenari che superano ogni aspettativa e che riescono come pochi luoghi al mondo ad offrire ancora il piacere della scoperta.

Programma 17 giorni / 16 notti
1° giorno: Volo Roma – Buenos Aires
2° giorno: Buenos Aires, City Tour
3° giorno: Volo per Bariloche
4° giorno: Bariloche – El Bolson – Parque Nacional Los Alerces – Esquel
5° giorno: Esquel – Perito Moreno
6° giorno: Escursione Canyon e Cuevas de las manos
7° giorno: Cuevas de las Manos – El Chalten
8° giorno: Trekk Campo base del Fitz Roy
9° giorno: Trekk Cerro Torre – El Calafate
10° giorno: Ghiacciaio Perito Moreno
11° giorno: El Calafate – Parco Nazionale Torri del Paine
12° giorno: Laghi del Parco Nazionale Torri del Paine – Puerto Natales
13° giorno: Puerto Natales – Rio Grande (Terra del Fuoco)
14° giorno: Rio Grande – Ushuaia
15° giorno: Ushuaia – Parco Nazionale Terra del Fuoco
16° giorno: Volo per Buenos Aires – volo di rientro
17° giorno: Arrivo in Italia

1° giorno: volo Italia – Buenos Aires
Imbarco a Fiumicino per il volo notturno diretto Roma – Buenos Aires par. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno: Buenos Aires
Visita guidata della Capitale culturale sudamericana che conta circa 12 milioni di abitanti. Le sue famose avenida: 9 de julio (considerata la strada più larga al mondo), Calle Florida, l’Avenida de Mayo. Le piazze e i suoi palazzi: Plaza de Mayo e la Casa Rosada, El Cabildo e la Cattedrale. I rinomati quartieri: La Boca (nato dai sogni dei navigatori genovesi e dei poeti argentini), San Telmo e Recoleta, Caminito. Sistemazione in hotel, tempo libero e cena libera.

3° giorno: Bariloche
In prima mattina volo per Bariloche. All’arrivo ci sarà ad attenderci il pullman che ci porterà lungo tutte le strade della Patagonia argentina e cilena, sino alla Terra del Fuoco, in buona parte lungo la famosa Ruta 40. Sistemazione in hotel e tempo dedicato a conoscere Bariloche: posta sul lago Nahuel Huapi, è la città più grande dell’enorme Distretto dei Laghi, base e partenza per molte escursioni nella regione. Il trekking nelle montagne circostanti, quasi totalmente disabitate e selvagge fatta eccezione per alcuni rifugi montani, è un’attività molto praticata. La città è famosa anche per la produzione di cioccolato. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.

4° giorno: Bariloche – El Bolson – Parque Nacional Los Alerces – Esquel
Colazione e partenza, lungo la Ruta 40, in direzione Sud, destinazione Esquel, la località più vicina al famoso Parco Nazionale Los Alerces. Faremo soste e fermate a Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

5° giorno: Esquel – Perito Moreno
Sveglia, colazione e partenza con destinazione la cittadina di Perito Moreno (ca. 550 km). Sarà una giornata di trasferimento, tutta lungo la Ruta 40, ma che non ci impedirà di fare alcune soste dedicate alla fotografia ed all’osservazione dei sempre notevoli paesaggi che riserva la steppa patagonica. Arrivo in serata all’Hotel che ci ospiterà, sistemazione, cena libera e pernottamento.

6° giorno: Escursione Canyon e Cuevas de las manos
Sveglia, colazione e partenza per la visita giornaliera del sito archeologico di Cuevas de las manos. Una particolare escursione che segue il Rio Pinturas, in un profondo canyon, per raggiungere le note caverne de las manos. Visita con guida locale di queste famose pitture rupestri riprodotte sulle pareti delle caverne, testimonianza della cultura Tehuelches. I pigmenti naturali del giallo, rosso arancio, nero, si alternano magistralmente a formare spettacolari geometrie, risalenti a 13.000 – 9.300 anni fa. Questo sito archeologico è stato dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Arriviamo all’hotel che ci ospiterà nel tardo pomeriggio, relax, cena e pernottamento.

7° giorno: Cuevas de las Manos – El Chalten
Sveglia, colazione e partenza per la rinomata località di frontiera El Chalten, lungo la Ruta 40, con i suoi paesaggi e villaggi, incontri inattesi e visioni di atmosfere tipicamente patagoniche, costeggiando i laghi Cardiel e Viedma. Proseguiamo nell’attraversamento della steppa per giungere al formidabile Parco Los Glaciares, considerato il regno del trekking in Argentina ed altrettanto ambito dagli scalatori per le mitiche torri di granito del Fitz Roy e del Cerro Torre. Dal caratteristico paese di El Chalten, la vista spazia a 360° su creste e ghiacciai di straordinario valore paesaggistico. Prima della cena, eventuale breve escursione nei dintorni del villaggio. Sistemazione e cena.

8° giorno: trekk Campo base del Fitz Roy
Colazione e partenza per una indimenticabile escursione giornaliera. In pullman raggiungiamo l’Hosteria Pilar, da cui inizia il nostro percorso a piedi: si tratta di raggiungere i luoghi di fama universale, sia per il trekking che per l’andinismo più ardito. Visitiamo i due campi base del Cerro Fitz Roy, nomi sacri per scalatori che provengono da ogni parte del mondo e che personalizzano in forme curiose sottocampi tra i boschi di lengas. Proseguiamo: per i più allenati e motivati, sino alla laguna de los Tres. Lungo il rientro costeggiamo la Laguna Capri. Nel tardo pomeriggio rientriamo a El Chalten. Cena e pernottamento.

9° giorno: trekk Cerro Torre – El Calafate
Colazione e, di prima mattinata, partenza per la seconda escursione nel Parco Nazionale Los Glaciares. Si tratta di percorrere i sentieri che tanto hanno reso famoso quest’area. Attraversiamo piane e boschi di lengas, ci innalziamo su piccole creste e modesti passi di montagna, incontriamo flora e fauna per noi inusuali, per raggiungere infine i laghi ed i ghiacciai che circoscrivono le verticali torri granitiche del gruppo del Cerro Torre. Rientriamo a El Chalten nel primo pomeriggio, da dove siamo partiti di buon mattino, sempre con il nostro piccolo zaino per contenere, oltre al pranzo al sacco, l’equipaggiamento per eventuali cambiamenti meteorologici. Ritrovato il nostro mezzo, partiamo con destinazione El Calafate. Breve sosta alla locanda “la Leona”, nota località della Patagonia, legata ad alcuni dei suoi più epici e tristi avvenimenti. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento

10° giorno: ghiacciaio Perito Moreno
Colazione, incontro con la guida locale e partenza con il nostro mezzo privato per l’area del lago Argentino con il famoso ghiacciaio Perito Moreno. Lo spettacolo è assicurato, la scenografia che ci aspetta sarà molto più di quanto la nostra mente possa immaginare a riguardo di un ghiacciaio. Un fronte di 5 km per una altezza media di 60-80 m è il biglietto da visita di questo spettacolare ghiacciaio che si staglia davanti ai nostri occhi. Un comodo e breve percorso ci permetterà di visionare il ghiacciaio da vicino con i suoi frequenti ed impressionanti crolli di blocchi di ghiaccio. Possibilità di una escursione in battello (supplemento da pagare al momento), per meglio visionare questa preziosa testimonianza glaciale. Nel pomeriggio rientro a El Calafate, per un meritato relax in Hostaria. Cena libera.

11° giorno: El Calafate – Parco Nazionale Torri del Paine
Colazione e partenza per il Cile. Ripercorriamo parte della ruta 40 che poi lasciamo per volgere decisamente ai piedi delle Ande. Percorreremo territori di confine su “terre di nessuno”, diversi km di fascia di confine tra il Cile e l’Argentina. Sbrigate le pratiche doganali a Paso Fronterizo – Cancha Carrera, entriamo subito nella lussureggiante natura del Parco Torres del Paine: incontri ravvicinati con branchi di guanachi e lo spettacolo delle alte torri di granito del Paine che si stagliano all’orizzonte, accompagnate da innumerevoli voli di rapaci. Raggiungiamo nel pomeriggio l’Estancia dove alloggeremo, nell’area più panoramica di uno dei parchi più incantevoli della Patagonia. Passeggiata nei dintorni, cena e pernottamento in struttura.

12° giorno: Laghi del Parco Nazionale Torri del Paine – Puerto Natales
Colazione e partenza verso la scoperta della regione dei laghi: Nordenskjòld, Grey, Sarmiento de Gambòa e Pehoe, luoghi di spettacolare bellezza tali da rendere quest’area una delle più ambite in tutta la Patagonia, per quanto riguarda l’attività escursionistica. Ampia la scelta delle singole escursioni che sceglieremo assieme, anche in base al meteo, che comunque ci permetteranno, per sentieri facili e con dislivelli contenuti, di raggiungere spettacolari punti panoramici. Con il mini bus visitiamo altri luoghi panoramici del parco, le sue cascate (Salto Grande e Salto Chico), attraversiamo i torrenti e fiumi sino ai suoi margini del Lago Grey, area spettacolare e panoramica. Una breve escursione ci permetterà di raggiungere una vera e propria terrazza naturale da cui poter osservare il fronte del ghiacciaio Grey da cui si staccano grandi e piccoli iceberg che vengono a spiaggiarsi al di sotto del mirador su cui siamo saliti. Usciti dal parco, strada facendo effettueremo alcune soste panoramiche per giungere infine, nel tardo pomeriggio, a Puerto Natales. Capitale della Provincia di Ultima Esperanza, tipica città di frontiera, che sorge sulle rive del Pacifico, riparata nel Golfo Almirante Montt. Sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

13° giorno: Puerto Natales – Rio Grande (Terra del Fuoco)
Colazione e tempo libero per una veloce visita alla città di Puerto Natales, prima di partire per la Terra del Fuoco. Questa seconda parte della giornata sarà dedicata all’attraversamento dell’ultimo lembo di Patagonia cilena, prima di passare in Terra del Fuoco. E’ palpabile la forza della natura, gli agenti atmosferici che hanno plasmato territori e temprato persone. Varie soste ci permettono di apprezzare maggiormente questa nostra giornata on the road. Dai fiordi dell’Oceano Pacifico fin quasi alle coste dell’Oceano Atlantico, costeggiando il famoso Estrecho de Magallanes. Si realizzano varie soste tra cui quella alla spettacolare “Estancia San Gregorio”, un tempo una delle più vaste e produttive di tutta la Patagonia sia cilena che argentina, con il suo spettrale relitto del naufragio di una nave mercantile. Traghettiamo lo stretto di Magellano al punto geografico più logico e rapido (circa 30’ complessivamente), sfidando la forte corrente che cambia direzione circa ogni 6 ore. Toccata la sponda opposta siamo giunti nella Isla Grande della Terra del Fuoco e abbandoniamo definitivamente la mitica Patagonia. Raggiungiamo, dopo aver attraversato le due frontiere, la città di Rio Grande. Cena libera. Pernottamento in hotel.

14° giorno: Rio Grande – Ushuaia
Colazione e partenza per dirigersi verso la fine delle terre emerse del continente americano, Ushuaia la città più a Sud del mondo. Attraversiamo la porzione argentina della Terra del Fuoco con i suoi piccoli insediamenti, le foreste, i laghi, facendo varie soste per ammirare in tutta comodità ambienti sempre più suggestivi e una natura sorprendentemente tenace. Superiamo in mini bus il passo Garibaldi che segna l’unico passaggio Nord – Sud delle Ande ed arriviamo ad Ushuaia, una cittadina che colpisce per la sua vitalità e la sua apparente confusione, nel tardo pomeriggio. Sistemazione in Hotel, cena libera e pernottamento.

15° giorno: Ushuaia
Colazione, incontro con la Guida locale e trasferimento al Parco Nazionale della Terra del Fuoco per una visita guidata di questo estremo lembo del subcontinente americano. Sarà possibile visitare con facilità e comodità siti d’importanza naturalistica e storica (resti degli insediamenti delle popolazioni indigene Yaghan che un tempo vivevano lungo le coste di quest’area geografica). Si raggiunge la fine dell’arteria stradale Panamerica che collega idealmente l’Alaska e la Terra del Fuoco con i suoi 17848 Km; si potranno ammirare le dighe dei castori, i boschi di notofagus ricolmi di licheni lunghi e filanti, l’ufficio postale più a sud del mondo, infinite insenature e baie. Rientro in Hotel, nel pomeriggio tempo libero a disposizione. Possibilità di effettuare (facoltativa – supplemento non compreso nella quota) la suggestiva navigazione dello stretto di Beagle che percorre parte del braccio di mare che separa l’Argentina dall’isola cilena di Navarino, sino all’Isla de Pajaros. Durante la navigazione si hanno diverse occasioni di incontrare grandi colonie di mammiferi marini (Leoni marini) e di uccelli (diverse specie di Cormorano, Oche e Anatre, Sterne antartiche e Petrelli), sui vari isolotti sparsi lungo il canale. Cena libera e pernottamento.

16° giorno: Ushuaia – Buenos Aires – volo di rientro
Colazione in hotel. Ancora qualche momento per lo shopping in città o per le ultime visite ai Musei. Trasferimento all’aeroporto per il volo che ci riporterà a Buenos Aires. Arrivo all’aeroporto di Ezeiza, dove attenderemo il volo di rientro, previsto in tarda serata.

17° giorno: arrivo in Italia
Arriviamo nel pomeriggio a Roma. Il viaggio termina qui, ma la Patagonia resterà sempre nei nostri ricordi.

Quota individuale:  da Euro 3.950,00

Durata:17 giorni/16 notti

Partecipanti:  min 8 / max 12 pax

La quota comprende: N. 6 mezze pensioni (colazione, cena e pernottamento) e n. 8 pernottamenti con prima colazione – sistemazione in Hotel e Hostaria in camera doppia con bagno privato. N. 2 voli intercontinentale Italia – Argentina (Roma – Buenos Aires A/R) con la compagnia di bandiera Aerolineas Argentinas. N. 2 voli interni con la compagnia Austral (Buenos Aires – Bariloche, Ushuaia – Buenos Aires). Servizio bus al seguito guida / accompagnatore parlante italiano (dal 3° al 16° giorno). Biglietti ingresso a tutti i parchi naturali previsti dal programma. Guida locale nei parchi nazionali, ove previsto. Visita guidata al sito Cuevas de las Manos. Visita guidata in pullman di Buenos Aires (2° giorno). Transfert aeroporto – hotel e/o viceversa (2° e 3° giorno). Assicurazione medico bagagli, iva.

La quota non comprende: Tasse aeroportuali dei voli intercontinentali (Euro 500 ca pp). Tasse doganali/aeroportuali in Argentina (se previste). Eventuali navigazioni turistiche facoltative. Bibite ed alcolici. Tour turistici e naturalistici facoltativi (musei, esposizioni). Tutti i pranzi. La cena a Buenos Aires (2° giorno). Le cene a Bariloche (3° giorno), Perito Moreno (5° giorno), El Calafate (9° e 10° giorno), Rio Grande (13° giorno), Ushuaia (14° – 15° giorno). Le mance e gli extra in genere. Tutto quanto non incluso nella voce “la quota comprende”.
Supplemento camera singola: Euro 550
NB: per chi desidera condividere la camera con altro partecipante è possibile farne richiesta. In caso ciò non si realizzasse la nostra politica è di far pagare il 50% del supplemento camera singola.

14 febbraio 2020
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Italia

Sicilia Occidentale: un Capodanno di Turismo Responsabile

  • Min: 6 - Max: 12 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Autunno Capodanno

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

1 month ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

1 month ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

1 month ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

1 month ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora