Perù e Bolivia

Dal Machu Picchu al Salar de Uyuni

  • Min: 2 (viaggio individuale)
  • Periodo: Autunno Estate Primavera

Quello in Perù è un viaggiare affascinante in una terra che colpisce ed entra nel cuore di chi la visita lasciandovi una traccia indelebile. Le culture che si sono susseguite nel territorio hanno lasciato impronte del loro passaggio: è in Perù che si è sviluppato il leggendario impero Inca. Oggi con le sue presenze storiche e i ceppi etnici sopravvissuti, si è coinvolti in un autentico viaggio nella storia. Molte zone del paese sono state esplorate portando alla luce numerose scoperte, molte sono ancora da esplorare e noi vi ci addentreremo. Poi la sua natura: dalle alte vette cristalline della cordigliera andina ai disorientanti silenzi del lago Titicaca. Poi via nelle storiche valli sacre agli Inca, sino alle porte della foresta pluviale. Nel canyon del rio Conca fino alla città perduta di Macchu Picchu, che emoziona anche i più “consumati” viaggiatori. E di notte sarete avvolti dal cielo del sud e dalle numerose “fiestas” dei piccoli villaggi: l’allegria della popolazione e le malinconiche musiche dell’America latina, vi accompagneranno in un viaggio come pochi altri.
Programma 16 giorni/15 notti
1° giorno: volo Italia – Lima
2° giorno: Lima
3° giorno: Lima – Arequipa
4° giorno: Arequipa
5° giorno: Canyon del Colca
6° giorno: Canyon del Colca – Puno
7° giorno: Lago Titicaca – Isole Uros – Taquile
8° giorno: Puno – La Paz (Bolivia)
9° giorno: La Paz – Salar de Uyuni
10° giorno: Riserva Nazionale Edoardo Avaroa – Albero di Pietra e Laguna colorada
11° giorno: Campo geotermico – Lague Blanca e Verde – Uyuni – La Paz
12° giorno: La Paz
13° giorno: La Paz – Cusco
14° giorno: Valle Sacra degli Incas – Aguas Calientes
15° giorno: Machu Picchu – Cusco
16° giorno: Cusco – Lima – Italia

1° giorno: volo Italia – Lima
Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno: Lima
Arrivo all’aeroporto Jorge Chavez e incontro con il responsabile dell’agenzia e trasferimento in Hotel
Sistemazione in hotel, tempo libero e cena libera.

3° giorno: Lima – Arequipa
Colazione. City Tour guidato di Lima (fondata nel 1535 da Pizarro, le cui spoglie sono custodite in un’urna nella cattedrale col nome di Ciudad de los Reyes) è la capitale e la città più popolata del Perù. È il centro culturale, industriale e finanziario dell’intero stato sudamericano. Avremo modo in mattinata di visitare l’interessante Miraflores, Convento San Francisco, Centro storico con Plaza de Armas, Palazzo del Governo, Palazzo Arcivescovile e Museo Larco, pranzo libero.
Trasferimento in aeroporto e imbarco per Arequipa, Arrivo e transfer in Hotel. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.

4° giorno: Arequipa
Colazione e visita del centro storico di Arequipa, chiamata la città bianca, per due motivi: il primo è che anticamente, all’arrivo degli spagnoli, la città era abitata da un popolo dalla pelle chiara; il secondo motivo è legato agli edifici, in particolar modo la cattedrale che domina la piazza, che sono costruiti con il “sillar”, lava vulcanica di un colore bianco lucente. Arequipa, infatti, è circondata da oltre un centinaio di vulcani. Visita guidata ai siti Patrimonio dell’UNESCO come i mercati rionali, la Plaza de Armas, Compania dei Gesuiti, Mercato San Camilo, Mundo Alpaca , Monasterio Santa Catalina. Pranzo in ristorante e rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

5° giorno: Canyon del Colca
Colazione. Trasferimento con minibus Mercedes a Canyon del Colca. Il Canyon del Colca situato nell’estremo sud del paese, a poca distanza dal Lago Titicaca, è il secondo più grande canyon al mondo dopo lo Yarlung Tsangpo Grand Canyon in Tibet Si sviluppa su una frattura lunga oltre cento chilometri e, nel suo punto massimo, ha una profondità di 3.386 metri, pari al doppio del Grand Canyon negli Stati Uniti. Le città circostanti sono impregnati di cultura andina.
Durante il tragitto sosta al Mirador de Los Volcanos e alla Riserva Nacional Canahuas
Buffet andino a Chivay . Pernottamento in lodge presso Chivay o Yanque.

6° giorno: Canyon del Colca – Puno
Colazione e visita dei villaggi andini di Yanque , Maca e Pinchollo. Ci fermeremo alla Cruz del Condor per ammirare il maestoso volo del condor dal belvedere sul canyon uno dei più profondi al mondo. Impressionante è il volo dei maestosi condor che risalgono lungo le pareti del canyon con innumerevoli evoluzioni, sfruttando la corrente ascensionale di aria calda. Buffet Andino a Chivay e partenza per Puno, attraverso le Ande verso l’altopiano boliviano. Arrivo a Puno cittadina situata sulla sponda occidentale del Lago Titicaca a 3800 m di altezza, capoluogo della regione e della provincia omonima. Presenta nei dintorni siti archeologici preispanici con costruzioni circolari di pietra chiamate chullpa, degli antichi monumenti funerari, mentre le chiese del centro storico sono caratterizzate da una marcata architettura coloniale. La popolazione è di origine quechua e aymara e conserva antiche tradizioni legate al folclore, alle danze, ai riti e alle feste, di cui Puno è ricchissima. Arrivo in Hotel, sistemazione e pernottamento.

7° giorno: Lago Titicaca – Isole Uros – Taquile
colazione e inizio di un meraviglioso tour guidato di una giornata nel lago Titicaca utilizzando un’imbarcazione condivisa con altri viaggiatori. Il lago Titicaca è il bacino d’acqua dolce più grande del Sudamerica, il 19° lago al mondo con i suoi 8562 km2 di superficie divisi tra Perù e Bolivia, e senza ombra di dubbio il più alto lago navigabile al mondo, situato ad un’altitudine media di 3820m slm. Da millenni è stato utilizzato da diverse civiltà precolombiane (non solamente gli Incas) come punto di origine e progresso delle loro rispettive culture come potremo apprezzare durante la visita che faremo nel lago. Le isole galleggianti degli Uros costruite con la totora, sono un esempio di una cultura sviluppatasi a seguito dell’invasione incaica; scopriremo assieme a loro come vivevano un tempo e come tutt’oggi chi decide di rimanere, possa combinare la vita quotidiana con il turismo responsabile. Analogamente nell’isola di Taquile, di etnia quechua, potremo apprezzare l’arte tessile e visitare il bellissimo mercato nel centro del paese abbarbicato sulla cima dell’isola. Pranzo a Taquile. Dopo pranzo inizieremo il viaggio di ritorno verso la terraferma tra i bellissimi canali punteggiati di imbarcazioni di totora. Ritorno a Puno con battello e pernottamento, cena libera.

8° giorno: Puno – La Paz (Bolivia)
colazione e partenza con pullman turistico destinazione La Paz, incontro con il referente boliviano e svolgimento delle pratiche di frontiera, si prosegue per Tiwanaku (visita opzionale), che sorge a ca. 70 km ad Ovest di La Paz. Tiwanacu fu la capitale dell’omonima cultura, che secondo le evidenze storiche prese vita attorno al 200 a.c. La città arrivò ad ospitare nel suo periodo di massima espansione (tra il IV e V secolo) fino a 40.000 abitanti e ad avere il dominio su una vasta area che si estendeva verso i moderni confini di Perù e Cile, con una popolazione complessiva di ca.115.000 abitanti. Si potranno apprezzare la magnifica Porta del Sole, il Tempio di Kalasasaya e la piramide di Akapana, ed apprendere circa le sorprendenti conoscenze di cui erano in possesso in campo architettonico, agricolo e nella medicina, oltre che in termini di organizzazione sociale. Arrivo a La Paz e sistemazione in hotel e cena libera.

9° giorno: La Paz – Salar de Uyuni
Colazione e partenza per una indimenticabile escursione giornaliera, trasferimento all’aeroporto e volo La Paz – Uyuni. Arrivo ad Uyuni e inizio della escursione: visita del Salar de Uyuni con mezzo fuoristrada 4×4 al Cimitero dei treni, Raffineria di sale in Colchani e Isla Incahuasi. Salar de Uyuni, il lago salato più grande del pianeta. Il paesaggio offerto da questo immenso “mare bianco” è assolutamente indescrivibile. Durante l’escursione si visiterà l’Isla Incahuasi, un isolotto di origine vulcanica che si erge al centro del Salar, e su cui svettano caratteristici cactus giganti che rendono il paesaggio ancor più surreale. Sistemazione in Hostal basico a Uyuni . Pranzo e cena inclusi, pernottamento.

10° giorno: Riserva Nazionale Edoardo Avaroa – Albero di Pietra e Laguna colorada
Colazione e partenza per la visita del vulcano Ollague e dei residui del Salar de Chiguana: attraversato dalla ferrovia resa famosa da Butch Cassidy e Sundance Kid, ammazzati (anche se le cronache parlano di auto-eliminazione) pure loro, da soldati boliviani, un pò di chilometri più a est, nel paesino di San Vicente. Non attenderemo il passaggio del treno, che oggigiorno parte solo un paio di volte alla settimana, ma proseguiremo per la visita di tre piccole lagune dove potremo ammirare i fenicotteri. Giungeremo alle prime di una lunga serie di lagune-saline altoandine: le lagune Khara, Capina (massima altezza del giorno, 4.600 mlsm) ed infine la famosa laguna  Colorada (4.298 mslm) dominata dal Volcán Pabellón. E’ così definita per il colore arancione intenso generato da sedimenti minerali (composti del boro) e dai pigmenti di alcuni tipi d’alga, di cui sono ricche le acque. La superficie della laguna Colorada è abbellita ed impreziosita dalla presenza di tre specie di fenicotteri: l’andino, il cileno e quello di James. Ci troviamo all’interno della Riserva Nazionale “Fauna Andina Eduardo Avaroa”. Per ultimo visiteremo l’albero di Pietra, (ma sembra più un fungo) non potrà non incuriosirci né non richiedere una sosta per una foto. Rientro in hostal, pranzo e cena inclusi, pernottamento.

11° giorno: Campo geotermico – Lague Blanca e Verde – Uyuni – La Paz
Colazione e partenza presto per vedere l’alba nel deserto e ci dirigeremo ad osservare emissioni solforose o fumarole del campo geotermico del Sol de Mañana, alla rispettabile altezza di 4.900 mslm. Che ci si trovi in una zona vulcanica…molto vulcanica, si sa, ma la prova inconfondibile è data dalle emissioni di vapore e dai fanghi ribollenti e variopinti. Proseguiremo verso il mini-Salar di Chalviri, che a prima vista sembrerebbe una laguna, arriveremo alle acque termali di Polques (dove potremo fare un bagno a cielo aperto a 30°C). Attraverseremo il deserto di Salvador Dalì, così chiamato per le pietre che sembrano essere state gettate in modo sparso durante una partita a dadi tra titani. Proseguiremo per la visita della Laguna Blanca e Laguna verde, Ritorno ad Uyuni e trasferimento in aeroporto per il rientro a La Paz. Sistemazione in Hotel a La Paz e pernottamento. Cena libera.

12° giorno: La Paz
Colazione e visita della capitale, inizieremo con la visita al Museo della Coca per imparare a conoscere questa straordinaria pianta e la sua storia affascinante. Continueremo la visita nella Plaza Murillo circondata da edifici storici imponenti fra cui il Palazzo Presidenziale e la Cattedrale. ci immergeremo nel Mercado de Brujas. Pomeriggio libero, pernottamento in hotel e cena libera.

13° giorno: La Paz – Cusco
Colazione e partenza per l’aeroporto con il volo che ci porterà a Cusco, trasferimento in hotel. City tour di Cusco e visita del Koricancha e delle rovine Inca di Puca Pucara, Tambomachay, Kenko, Sacsayhuaman, mercado San Pedro. Cuzco, che in lingua Quecha significa “l’ombelico” era la capitale dell’antico impero Inca, il Tawantinsuyu. Quando a Cuzco vi raccontano degli spagnoli e vi mostrano la Cattedrale, la chiesa dei Gesuiti e poi le pietre della città distrutta dai Conquistadores, nell’aria vibra un antico orgoglio. È in questa valle circondata dai monti, a 3300m d’altitudine, che gli Inca costruirono la capitale del loro impero ed è qui che furono piegati e depredati da Francisco Pizarro. E il fascino della città che fu, si mescola alla movida delle giovani notti di oggi, all’economia frizzante innescata dal turismo e ai sapori della riscoperta gastronomia locale. E’ solo a piedi che potremo cogliere il fascino, gli odori, i colori e gli scorci più autentici della città, e da buoni italiani ci godremo, così come nel nostro paese, un bellissima passeggiata tra i monumenti più importanti della città: la Cattedrale, la chiesa dei Gesuiti, per poi terminare la giornata visitando la fortezza di Sachsaywaman dalla quale godremo di una bellissima vista dell’intera città costruita nella valle. Cena e pernottamento a Cusco.

14° giorno: Valle Sacra degli Incas – Aguas Calientes
Colazione e partenza per l’escursione al mercato artigianale di Pisaq e alla fortezza omonima. Pranzo a buffet a Urubamba e visita della Fortezza di Ollantaytambo.
Ci dirigiamo verso la Valle Sacra degli Inca, superiamo le colline che circondano Cuzco per scendere verso il fiume Urubamba e raggiugere Pisaq, la nostra prima fermata. Il villaggio attuale è famoso soprattutto per il mercato locale e per il magnifico albero pisanay che colora la piazza principale; mentre le rovine si trovano sul fianco della collina che domina la valle sacra. Scesi in paese proseguiremo lungo l’Urubamba passando la cittadina omonima dove sosteremo per il pranzo, proseguiremo verso la nostra destinazione, Ollantaytambo, dove pernotteremo e visiteremo le omonime rovine in attesa di prendere il treno per Agua Calientes verso il sito archeologico di Machu Picchu. Incontro con la guida per il Briefing del giorno dopo per l’escursione a Machu Picchu. Sistemazione in hotel cena e pernottamento.

15° giorno: Machu Picchu – Cusco
Colazione e visita guidata a Machu Picchu, scalata al Huayna Picchu o Montagna di Macchu Picchu (attività opzionale) , visita alle acque termali di Agua Calientes. Partenza con treno per il ritorno a Ollantaytambo e trasferimento a Cusco .
Ci si sveglia presto per salire con la navetta che viaggiando lungo il fiume ci condurrà ai piedi della montagna dove si nascondono le rovine della più conosciuta città degli Incas. Non sorprende che Machu Picchu sia il sito più visitato del Perù: risalente alla metà del 1400, è una meravigliosa opera architettonica realizzata in pietra granitica e senza malta, abbarbicata su un altopiano alle porte della giungla amazzonica. Fu scoperta solo nel 1911 e si trova nella valle del fiume Urubamba; è costituita da un complesso di case, palazzi, templi, scalinate che circondano la piazza centrale con la torre militare, il tempio del Sole ed il suo particolare Intihuatana, il tempio de Las Tres Ventanas e la casa del sacerdote. Dalla giungla saliremo in bus verso l’entrata del sito archeologico, dove inizieremo immediatamente il nostro trekking verso la montagna Machu Picchu (in quechua montagna antica) attività opzionale; l’ascesa sarà resa difficile dal caldo opprimente, tuttavia lo sforzo sarà ripagato dalla bellissima vista della cittadella nascosta tra le anse dell’Urubamba. Pranzo a sacco sulla cima (non incluso) e poi discesa verso le rovine principali dove dedicheremo un paio d’ore di visita guidata alla città, prima di scendere a piedi o in bus verso Aguas Calientes e rientrare nuovamente ad Ollantaytambo.
Cena e Pernottamento in hotel a Cusco.

16° giorno: Cusco – Lima – Italia
Colazione e partenza per aeroporto di Cusco per il ritorno a Lima aeroporto e partenza per l’Italia.

Scheda Tecnica

Durata 16 giorni/15 notti
Partenze 2020 individuali su richiesta: da Aprile a Settembre
Quota individuale a partire da: Minimo 2 pax Euro 3150

La quota comprende:
– n. 14 pernottamenti con prima colazione in Hotel in camere doppie con servizi privati
– Voli interni Lima – Arequipa/ La Paz – Uyuni/ Uyuni – La Paz/ La Paz – Cusco/ Cusco – Lima
– Pranzi: Colca Canyon (2) Taquile (1), Urubamba (1), Uyuni (3)
– Cene: Uyuni (2)
– Trasferimenti privati in/out dagli aeroporti o dalle stazioni degli autobus
– Trasporto turistico e in battello condiviso
– Tutti i biglietti di entrata menzionati nel programma (almeno che citate come opzionali)
– Assicurazione medico bagagli, iva.

– Servizi privati:
* Lima: Lima City Tour, Convento di San Francesco
* Arequipa: Monasterio di Santa Catalina
* Arequipa-Puno: Riserva de Salinas & Aguada Blanca, Sillustani
* La Paz
* Cusco: Kenko, Tambomachay, Puca Pucara, Sacsayhuaman, Koricancha, Mercado San Pedro
* Valle Sacra: Pisac, Ollantaytambo
* MachuPicchu
– Servizi di gruppo con guida professionista in inglese e spagnolo
* Salar di Uyuni (guida/autista in spagnolo)
* Lago Titicaca: Isole Uros & Taquile
* Canyon del Colca
– Battello condiviso per l’escursione al Lago Titicaca
– Escursioni con guida in Italiano durante le escursioni private / Spagnolo e/o Inglese durante le escursioni di gruppo

La quota non comprende:
– Voli intercontinentali
– Tasse doganali per le partenze internazionali negli aeroporti
– Huayna Picchu USD$ 40 ( da prenotare con largo anticipo)
– Altri pasti
– Spese personali come spese telefoniche, di lavanderia, bevande, ecc.
– Altri extra non specificati
-Tutto quanto non incluso nella voce “la quota comprende”.
Supplemento camera singola: Euro 360
NB: per chi desidera condividere la camera con altro partecipante è possibile farne richiesta. In caso ciò non si realizzasse la nostra politica è di far pagare il 50% del supplemento camera singola.

date su richiesta da aprile a settembre 2020
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

11 months ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

11 months ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

11 months ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

11 months ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora