Caldeirão 062 (1)

Portogallo

Trekking alle Azzorre : Flores e Corvo, le perle dell'Atlantico

  • Min: 8 - Max: 12 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Autunno

Natura da Vivere è lieta di presentarvi e invitarvi a visitare le isole di Flores e Corvo, che da sole costituiscono il gruppo occidentale dell’Arcipelago delle Azzorre. Partendo dal primo, perché è in questo che passeremo 6 dei 7 giorni che fanno parte di questo programma, l’isola di Flores, anche se è una piccola isola con solo 17 km di lunghezza e 12 km di larghezza, con 911m di altezza, è sicuramente uno dei posti più belli del mondo per camminare. Tre fattori contribuiscono a questo: la topografia drammatica, con impressionanti scogliere e colline con diverse centinaia di metri di altezza, la varietà di piante e la loro profusione, che si estendono dall’oceano e l’incredibile quantità di acqua che troviamo in tutta l’isola, dando origine a innumerevoli corsi d’acqua, molti dei quali partono in cascate monumentali e 7 lagune. Essendo uno di loro, il Funda (Deep), merita il nome, perché con i suoi 120 metri di profondità è il più profondo di tutto l’arcipelago. Tutto questo con il potente Atlantico che li circonda. Ma non è solo per i paesaggi drammatici che quest’isola merita di essere visitata,infatti il suo grande isolamento ha modellato la sua gente e la sua cultura, che sono ben presenti nelle nostre escursioni. Sullo sfondo, a circa 18 km di distanza, c’è Corvo Island, il più piccolo dell’arcipelago e degno della nostra visita. Con solo 6 km per 4 km e con un’altezza considerevole di 720 m, Corvo è uno dei luoghi più isolati dell’intero continente europeo. Le sue scogliere e panorami sono mozzafiato, il suo piccolo e unico villaggio, dove vivono poco più di 400 abitanti, ha un quadro unico, ma è la sua enorme e sproporzionata Caldera, con più di 2 km di diametro e con i suoi 321 m di profondità, che rende quest’isola un “must”, dove la bellezza delle sue mura con l’Atlantico alle spalle, non ha eguali.

Primo giorno
In questo primo giorno di arrivo, i nostri escursionisti conosceranno alcuni abitanti dell’Isola di Flores sulla strada per l’Aldeia da Cuada, il luogo in cui faremo la nostra base, che si trova nella zona occidentale dell’isola, nel lato opposto dell’isola rispetto all’aeroporto. La cena sarà nell’Aldeia da Cuada dove gusteremo alcune delizie locali. Prima di cena, se ci sarà tempo, i nostri escursionisti potranno fare un bagno nelle magnifiche piscine naturali, molto vicino a dove alloggeremo. Possono anche esplorare l’Aldeia da Cuada e deliziarsi con i molti dettagli che fanno parte di questo villaggio rustico e bellissimo. Prima di cena, avremo un breve briefing in cui non solo faremo una presentazione dell’isola, dove cammineremo e daremo qualche consiglio e risponderemo a tutte le domande che i nostri escursionisti potrebbero avere. Cena esclusa.
Dettagli
Inizio delle attività: a seconda del tempo di arrivo del volo.
Durata: 30 minuti dall’aeroporto all’Aldeia da Cuada

Secondo giorno: I 4 villaggi e l’Eden
Questo nostro primo tour ci porta a conoscere 4 villaggi nella parte occidentale dell’Isola di Flores. Tra vaste vallate aperte sul mare e splendidi corridoi di vegetazione, sempre in compagnia delle mucche onnipresenti, conosceremo parte della storia di questi insediamenti originari del XIX secolo, allo stesso tempo che avremo l’opportunità di apprezzare il grandi muri in pietra basaltica che ci circondano. Prima di scendere nell’ultimo villaggio che visiteremo in questo giorno, faremo una piccola deviazione sulla nostra strada per ammirare una vista mozzafiato, dove il vasto oceano e una valle di grande bellezza circondati da mura di fitta vegetazione con centinaia di metri di altezza e innumerevoli cascate, si fondono in un paesaggio di bellezza travolgente.
Arrivando all’ultimo villaggio visiteremo la sua bella chiesa, un piccolo caseificio locale e un mulino ad acqua. Il nostro pranzo al sacco sarà in uno scenario degno di Eden, dove i nostri escursionisti saranno
lieti non solo con il pasto ma anche con lo splendido scenario che li circonda. Dopo questo momento di relax, saremo vicini al nostro obiettivo, l’ Aldeia da Cuada. Chi preferisce, può trascorrere il resto del pomeriggio in splendide piscine oceaniche o, in alternativa, può soggiornare nel nostro villaggio. Cena esclusa. Si potrà cenare in un ristorante di famiglia, dove si riuniscono la tradizionale cucina centenaria di Trás-os Montes, nel nord-est del Portogallo continentale, con i tipici prodotti delle Azzorre. Il tutto accompagnato da un buon vino portoghese.
Dettagli
Inizio: 09:00
Durata dell’escursione: 4 ore
Difficoltà: Moderato
Escursione a piedi in Portogallo

Terzo giorno: Ponta da Faja – Aldeida di Cuada
Questa seconda giornata di escursioni inizia in un piccolo villaggio, Ponta da Fajã, vicino l’Aldeia da Cuada. Dopo uno spettacolare sentiero sulla scogliera vicino al mare dove abbiamo alle nostre spalle la vista del villaggio di Fajã Grande, iniziamo una lunga e bella salita, quasi sempre in un corridoio all’interno di una fitta vegetazione. In alcune zone, possiamo godere dei panorami non solo dell’oceano ma anche della spettacolare costa. Già in cima alla scogliera c’è un terreno più pianeggiante, dove attraverseremo diversi torrenti. Qui i panorami saranno più ampi e da un certo punto, cominceremo a vedere sullo sfondo, l’isola di Corvo, il più piccolo di tutto l’arcipelago, che visiteremo il giorno successivo. Dopo alcune piccole valli, dominate dai cedri, dai Sanguinhos e da molti Hortenses che danno un grande colore all’intero percorso, così come, ancora una volta, molte insenature con bellissime cascate, arriveremo all’ultima parte del nostro percorso. Questa è un’area in cui dominano i prati circondati dai tradizionali muri in pietra di questa regione. E ‘anche qui dove i panorami sono più spettacolari oltre la formidabile costa dove abbondano le cascate verso il mare, possiamo vedere il grande isolotto di Maria Vaz così come il Promontorio di Albarnaz ed è un grande faro che irradia luce e guida i marinai per più di 80 anni. Ci stiamo avvicinando alla fine della nostra escursione, ma la nostra camminata non finisce qui. Questa è una delle zone in cui la costa è più esposta alla forza dell’Atlantico e come tale, è anche qui che possiamo apprezzare la forza delle onde che danno forma da più di 2 milioni di
anni queste rocce basaltiche, nate dalle viscere della Terra. Poco prima di tornare ad Aldeia di Cuada, dove alcuni potranno riposare e altri godere delle piscine oceaniche, passeremo da un altro spettacolare punto panoramico e un fiume noto per la forza delle sue acque. La cena (cena esclusa) sarà nell’Aldeia da Cuada.
Dettagli
Inizio delle attività: 09:00
Durata dell’escursione: 4 ore
Difficoltà: Moderato

Quarto giorno: L’isola del Corvo
In questo 4 ° giorno visiteremo l’isola corvina, l’isola più piccola dell’intero arcipelago, ma è forse la più bella caldera vulcanica delle Azzorre e una delle più belle del mondo. La giornata inizierà, anche prima del viaggio di collegamento tra le due isole, con una gita in barca lungo la costa dell’Isola di Flores. Le acque di ampie onde, il colore blu scuro che l’Atlantico ha in queste latitudini, le varie cascate e scogliere coperte di vegetazione verso il mare, ci fanno sentire, più che mai, che siamo nel bel mezzo del set cinematografico di
“Jurassic Park”. Dopo questo magnifico tour, continueremo a Crow Island. In questo viaggio della durata di circa 1 ora, oltre a diversi uccelli marini, potremmo avere la fortuna di vedere gruppi di delfini, pesci volanti o addirittura balenottere. L’approccio all’isola è magnifico e subito dopo l’attracco visiteremo il Centro di interpretazione nel piccolo villaggio di Corvo, l’unico insediamento in tutta l’isola, dove capiremo un po’ meglio non solo la topografia dell’isola ma altre curiosità. Poi proseguiremo in un furgone verso la grande caldera vulcanica dove inizieremo la nostra escursione. Ci aspetta un paesaggio mozzafiato e sarà all’interno della Caldera dove faremo il nostro pranzo al sacco. Tornati sul molo, ci aspetterà la barca semirigida su cui faremo il viaggio di ritorno, dove oltre a quello che abbiamo già menzionato, avremo una nuova prospettiva dell’isola di Flores a circa 18 km di distanza. Approfittando del fatto che approdiamo nel villaggio di Santa Cruz das Flores, il villaggio principale dell’isola di Flores, sarà lì che potremo cenare (cena esclusa), in un ristorante di famiglia locale con una decorazione semplice, ma con degustazione di cibo fatto in casa. Questa lunga giornata finirà, come tutti gli altri, nell’Aldeia di Cuada per un meritato riposo.
Nota: questo tour dipende sempre dalle condizioni meteorologiche e marittime, pertanto la data
può essere modificata
Dettagli
Inizio delle attività: 08:30
Durata dell’escursione: 3 ore
Difficoltà: (Easy)

Quinto giorno: Gli altopiani delle 4 Lagune
Questo giorno 5 inizia nell’altopiano centrale dell’isola, a circa 750 metri di altezza. Questa è forse la traccia più diversificata di tutto ciò che abbiamo fatto e che faremo, poiché attraverseremo diversi ecosistemi endemici, tutti molto diversi. La nostra escursione inizia a Lagoa Funda (Deep Lagoon), che merita il nome perché con i suoi 130 metri è il più profondo di tutto l’arcipelago. I prossimi sono Lagoa Comprida (Long Lagoon) e Seca (Dry Lagoon). Questa è una zona molto umida, dove la nebbia è frequente e dove muschi, cedri delle Azzorre e Briar si sentono a casa. A seconda del periodo dell’anno, possiamo deliziarci con grandi e gustose more. Sullo sfondo, se la nebbia lo consente, vedremo il Morro Alto, il punto più alto dell’isola
con 911 m. Seguiamo l’ultima delle lagune, il Branca (bianco). Questa è la zona più umida dell’intero percorso, dove affronteremo numerosi corsi d’acqua. È anche qui che predominano i Turf, una specie di muschi giallastri che sono autentici serbatoi d’acqua, data la loro densità, molto importante per la sostenibilità dell’intero ecosistema dell’isola. La laguna Branca è una zona importante per gli uccelli migratori e per questo motivo è stata installata la prima struttura per il birdwatching di tutto l’arcipelago, che visiteremo. Dopo aver iniziato a risalire il Morro Alto, incontreremo una prospettiva più ampia di questo intero altopiano. Le varie valli profonde ricoperte di foreste di Cryptomeria sulla nostra destra e i villaggi di Fajã Grande e Fajãzinha, molto più in basso, circondati da enormi scogliere con numerose cascate, alla nostra sinistra e con l’oceano davanti, sono viste mozzafiato e il giusto premio per lo sforzo di arrivare qui. Da qui si scende sempre, in profondità, prima su un terreno aperto e poi attraverso i bei corridoi di Incenso, una delle specie invasive che coprono vaste aree dell’isola. Già a livello del mare ci sono diverse rovine di vecchi mulini ad acqua, alcuni del 19 ° secolo e di fronte a noi, troviamo la cascata di Poço do Bacalhau (merluzzo). Con circa 90 metri di altezza, le sue acque cristalline atterrano in un piccolo stagno dove i nostri escursionisti possono fare il bagno prima o dopo il picnic che mangeremo qui. Il resto del pomeriggio sarà trascorso nella piscina oceanica di Fajã Grande, a 10 minuti a piedi da Poço do Bacalhau, dove abbiamo fatto il picnic. La cena (cena esclusa) sarà nell’ Aldeia di Cuada
Dettagli
Inizio delle attività: 09:00
Durata dell’escursione: 4 ore
Difficoltà: (Moderato)

Sesto giorno: Dal promontorio rosso al flusso dell’aldilà
L’ultimo giorno di escursioni sull’isola di Flores inizierà da un enorme promontorio sulla costa nord-orientale dell’isola, dove si trova il villaggio di Ponta Ruiva (Punta Rossa). I panorami sono spettacolari, e inizieremo l’escursione lungo un sentiero sul pendio, ma presto ci immergeremo in una foresta di Cryptomerias dove attraverseremo diversi piccoli ponti su piccoli corsi d’acqua e alcune cascate. Dopo alcune discese e salite di grande bellezza, inizieremo a scendere verso il mare in un vecchio sentiero usato dalle popolazioni locali, tutto all’interno di un corridoio forestale. Gran parte di questo percorso è accompagnato da grandi muri in pietra e in alcune parti, sul terreno, abbiamo anche gradini in basalto che sono ancora oggi utilizzati dalla gente del posto. Troveremo una baia con diverse piccole isolette di fronte, dove le onde colpiscono con uno schianto. Questo scenario insieme alle acque coraggiose di un fiume che scorre in questo luogo,offrono una scena di grande bellezza. Da qui saliremo sempre fino alla strada, dove ancora una volta i panorami mozzafiato saranno una giusta ricompensa per lo sforzo che i nostri escursionisti hanno appena fatto. Dopo alcuni piccoli sentieri seguiremo un levada (canale di acqua artificiale utilizzato per convogliare le acque delle alte vie), ancora in piena attività e vitale per la sostenibilità di questa intera regione di piccoli agricoltori. Insieme a questo canale d’acqua, ci sposteremo da una regione agricola ad una fitta area boschiva. Le piscine oceaniche del villaggio di Santa Cruz saranno il nostro prossimo obiettivo, dove ci godremo per la prima volta queste piscine naturali. Le varie piattaforme di cemento integrate nella roccia basaltica creano diverse zone di balneazione dove i nostri escursionisti trascorreranno il resto del pomeriggio. Dopo essere tornati nel nostro villaggio e una doccia rigenerante, i nostri escursionisti possono aspettarsi una magnifica cena (cena esclusa) in un ristorante locale noto non solo per le prelibatezze e i dolci tipici di questa regione, ma anche per i bei momenti offerti dal sole per immergersi dietro l’Atlantico .
Dettagli
Inizio delle attività: 8:30 am
Durata dell’escursione: 4 ore
Difficoltà: Moderato

Settimo giorno: Partenza
Questo è il giorno dell’addio. Dopo l’ultima colazione nell’Aldeia di Cuada, i nostri escursionisti saranno trasportati all’aeroporto. Dietro, si susseguono paesaggi di grande bellezza naturale, alcune persone uniche e tenaci ma genuine e gentili che conducono una vita dura in queste isole inospitali fin dall’antichità, risalenti al XVI secolo, così come la loro cultura e le loro usanze

Scheda tecnica

Durata: 7 giorni / 6 notti
Partenze: 12 Novembre 2019
Partecipanti:min 8 / max 12
Quota partecipazione: Euro 1.880,00
Supplemento singola: Euro 360,00
Sistemazione: in Hotel e Guest-house

La quota comprende: 6 pernottamenti con prima colazione in camera doppia in guesthouse a Aldeia da Cuada, n. 5 pranzi al sacco, Guida trekking in inglese, accompagnatore italiano per tradurre, tutti i trasferimenti, assicurazione medico-bagaglio ed RC.

La quota non comprende: tutti i voli (tariffe indicative Euro 400 A/R), le cene, ingressi a musei e chiese, gli alcolici, le mance, gli extra e tutto quanto non incluso nella voce la quota comprende.

12 Novembre 2019
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA

Potrebbero interessarti

Partenza garantita

Giordania

Il deserto del Wadi Rum e il Mar Morto

  • Min: 2 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Autunno Capodanno Estate Inverno Primavera