benagil-portugal_a22ecdf1590b6cdc790af99e4ee0fc36541df71e

Portogallo – Algarve

Trekking sulla Rota Vicentina

  • Min: 6 - Max: 14 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Primavera

Algarve deriva dall’espressione araba “al-gharb al-Andaluz”, che significa “giardino andaluso”.
Algarve – Portogallo del sud – è un’Europa da scoprire, vicina eppure lontana. Un posto incredibile, fatto di silenzi e di mare senza fine, di terre magiche e misteriose, di navi che intrepide vanno verso l’orizzonte dell’oceano, che qui è presente con tutta la sua forza, con le sue onde tra le più ricercate dai surfisti, con le sue enormi maree. In Algarve – Portogallo del sud – camminiamo immersi nella luce di uno dei paesaggi più spettacolari d’Europa, attraversando villaggi solitari, lungo fiumi verdi o all’ombra di alberi centenari.
La Rota Vicentina, così si chiama questo intreccio di sentieri, si sviluppa con un percorso praticamente sempre sulle scogliere a picco sull’Oceano, ed un altro un po’ più interno, che ad un certo punto si uniscono, ma che comunque corrono sempre parallelamente alla costa atlantica. Gran parte di questi sentieri erano noti e frequentati dai pellegrini che partivano dal Cabo de São Vicente per andare sino a Santiago de Compostela.

Programma di 8 giorni / 7 notti
1° giorno: Arrivo all’aeroporto di Lisbona in autonomia.
2° giorno: Vila Nova de Milfontes – Almograve Difficoltà: facile – Durata 6
3° giorno: Almograve – Zambujera do Mar Difficoltà: medio/facile – Durata 6/7 ore
4° giorno: Zambujera do Mar – Odeceixe Difficoltà: facile – Durata 6 ore
5° giorno: Odeceixe – Aliezur Difficoltà: facile – Durata 6 ore
6° giorno: Aljezur – Arrifana – Vila do Bispo Difficoltà: facile – Durata 6 ore
7° giorno: Vila do Bispo – Cabo de San Vincente Difficoltà: facile – Durata 4 ore
8° giorno: Trasferimento libero in aeroporto e saluti.

1° giorno: Italia Lisbona
Arrivo all’aeroporto di Lisbona in autonomia. Trasferimento con mezzi pubblici in hotel. Incontro in hotel con la guida (secondo l’orario di arrivo dei voli). Sistemazione nelle camere. Cena libera e pernottamento.

2° giorno: Vila Nova de Milfontes – Almograve
Colazione e in prima mattina, partenza con il pullman di linea per l’Algarve. Il trekking inizierà costeggiando le frastagliate scogliere a strapiombo sul mare. Dune e spiagge sabbiose ci accompagnano per tutto il percorso, con paesaggi mozzafiato. Arrivo ad Almograve, sistemazione, cena e pernottamento.
Difficoltà: facile – Durata 6 ore – distanza 15km – dislivello in salita 88 mt – dislivello in discesa 118 mt – terreno: sentiero

3° giorno: Almograve – Zambujera do Mar
Colazione e proseguimento del nostro trekking con attraversamento dei tipici “montes”, zone collinari riservate all’agricoltura, con le montagne ad est e l’Oceano Atlantico ad ovest. Sistemazione, cena e pernottamento. Difficoltà: medio/facile – Durata 6/7 ore – distanza 22 km – dislivello in salita 203 mt – dislivello in discesa 119 mt – terreno: sentiero

4° giorno: Zambujera do Mar – Odeceixe
Colazione, altra tappa costiera contraddistinta da lunghe spiagge fino ad arrivare al faro di Capo Sardao con le scogliere contraddistinte dai numerosi nidi di cicogna. Da qui tantissimi punti panoramici ci accompagnano fino alla Praia di Nossa Senhora meta di oggi. Sistemazione, cena e pernottamento.
Difficoltà: facile – Durata 6 ore – distanza 18 km – dislivello in salita 263 mt – dislivello in discesa 283 mt – terreno: sentiero

5° giorno: Odeceixe – Aliezur
Colazione e partenza per una nuova tappa. L’inaccessibilità della costa ci porta ancora un volta nell’interno, con il susseguirsi di colline coltivate a sughero. Il cisto ed il lentisco che attirano con i loro frutti una miriade di uccelli ci accompagneranno in questa tappa un po’ più lunga delle altre. Nostra meta è la gradevole cittadina di Aljezur dove pernotteremo Sistemazione, cena libera e pernottamento.
Difficoltà: facile – Durata 6 ore – distanza 18 km – dislivello in salita 123 mt – dislivello in discesa 108 mt – terreno: sentiero/sterrato

6° giorno: Aljezur – Arrifana
Colazione. Risalendo da Aljezur ci immetteremo sul Sentiero Trilho do Pescadores ove attraversando profumate foreste di Eucalipto e Tamarisco ci accompagnaneranno per tutto il percorso fino ad arrivare alle tumultuose spiagge di Arrifana tradizionale “mecca” dei surfer provenienti da tutta Europa per confrontarsi con le onde dell’Oceano Atlantico. Sistemazione, cena libera e pernottamento.
Difficoltà: facile – Durata 6 ore – distanza 18 km – dislivello in salita 161 mt – dislivello in discesa 190 mt – terreno: sentiero/sterrato

7° giorno: Vila do Bispo – Cabo de San Vincente
Colazione. Ultima breve giornata di cammino diretti a Cabo de San Vincente estremo lembo a Sud Ovest d’Europa, patria dei birdwatchers che nei momenti di migrazione degli uccelli accorrono qui per assistere al transito di circa 300 specie diverse di uccelli migratori. Al termine del trekking, raccolte le nostre cose, ci trasferiamo con i mezzi pubblici sino a Lisbona. Sistemazione in hotel, tempo libero a disposizione. Cena libera e pernottamento.
Difficoltà: facile – Durata 4 ore – distanza 14 km – dislivello in salita 96 mt – dislivello in discesa 103 mt – terreno: sentiero/sterrato

8° giorno Partenza
Colazione e partenza. A seconda dell’orario del volo di rientro, tempo per una visita della capitale lusitana. Trasferimento libero in aeroporto e saluti.

Scheda tecnica

Durata: 8 giorni / 7 notti
Partenze:  5 Ottobre 2019
Partecipanti: min 6 / max 14
Quota partecipazione: Euro 820,00
Supplemento singola: Euro 175,00
Sistemazione: in Hotel e Guest-house

La quota comprende: 7 pernottamenti con prima colazione in Hotel/Guest-house,  Guida Ambientale Escursionistica italiana, trasferimenti con mezzi pubblici il secondo e il penultimo giorno da/per Lisbona, trasferimento bagagli durante le tappe del trekking, assicurazione medico-bagaglio ed RC.

La quota non comprende: il volo per/da Lisbona, i pranzi, le cene , ingressi a musei e chiese, gli alcolici, i trasferimenti da e per Hotel/aeroporto a Lisbona, le mance, gli extra e tutto quanto non incluso nella voce la quota comprende.

NB: per le cene considerare un costo medio giornaliero di Euro 20/25 a persona

Difficoltà : Medio /facile Scala E CAI tutte le escursioni giornaliere ( max 6/7 ore di cammino effettivo) sono effettuate con zaino leggero, ognuno porta con se solo quello di cui necessita per una giornata, la difficoltà della tappa data solo dalla sua lunghezza , negli spostamenti è fornito il transfert bagagli da una località all’altra.

6 giugno 2020
 
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Patagonia

La Penisola di Valdes e i parchi naturali della Patagonia

  • Min: 10 - Max: 12 (viaggio di gruppo) (viaggio individuale)
  • Periodo: Autunno Inverno

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

2 months ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 months ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 months ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 months ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora