Seljalandsfoss

Seljalandsfoss è tra le più note cascate dell’Islanda. È rappresentata in molti calendari dedicati al paese scandinavo e copertine di libri sull’Islanda a causa del suo aspetto inconfondibile e della sua bellezza selvaggia. Tra le particolarità che rendono Seljalandsfoss una delle cascate più famose d’Islanda, quella di poter passare agevolmente alle sue spalle, potendo quindi osservare la cascata da una prospettiva opposta.


Il fiume Seljalandsá, il “fiume liquido”, cade per circa 60 m, da ciò che in altri tempi era una scogliera sull’oceano (ora distante parecchi chilometri) e che oggi è il confine tra le Highlands e le Lowlands. Ai lati si inerpica un sentiero impervio che permette di arrivare dietro la cascata stessa ed ammirare il potente getto.
A poche decine di metri da Seljalandsfoss, “risalendo” il sentiero che va verso sinistra guardando la cascata, si trova Gljufrabui, una cascata “nascosta” all’interno di una grotta.

Potrebbero interessarti

IMG_7700

La penisola di Snaefellsnes

La penisola di Snaefellsnes è lunga circa 80 km ma larga solo 10-30 km. Una catena montuosa alta 700-1000 m forma la struttura ossea della penisola, che alla sua punta estrema è incoronata dallo stratovulcano Snaefellsjokull, incappucciato dall’omonimo ghiacciaio. La catena montuosa che forma la cresta della Cintura Vulcanica...

akureyri 3

Akureyri

Akureyri, la seconda città dell’Islanda Chiamata “Città del sole di mezzanotte” o anche “Capitale dell’Islanda del Nord”, Akureyri è un importante porto e centro di pesca, con una popolazione di 18.925 abitanti. Nonostante l’area fosse già edificata dal IX° secolo, Akureyri ricevette lo status di città solo nel 1786,...

budir 2

Búðir

La chiesa nera di Budir Sulla costa meridionale della penisola islandese di Snæfellsnes, c’è un villaggio con solo un hotel e una minuscola chiesa nera chiamata Búðakirkja. È una chiesa parrocchiale locale fondata per la prima volta nel 1703, ma la chiesa attuale è stata ricostruita nel 1848. Viene...