Islanda in relax

8 giorni senza pensieri

  • Min: 6 - Max: 14 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Estate

Bastano sette giorni per visitare l’Islanda?
Se guardate quello che offre il mercato del turismo di massa anche meno, per altri sono pochi!  
Noi la conosciamo bene e siamo convinti che una settimana sia sufficiente per tornare a casa con l’Islanda nel cuore. Il “filo conduttore” del nostro viaggio sarà la Ring Road, la strada ad anello che ci porterà a percorrere tutto il periplo dell’isola senza perderci nulla di quello che offre la costa. 
 
La qualità degli alloggi, conditio sine qua non per la scelta del viaggio
In Islanda potresti arrivare a spendere 200 euro per un posto letto con bagno in comune oppure affidarti a noi che abbiamo con le strutture rapporti di collaborazione consolidati da anni.
Questo programma prevede il pernottamento in hotel ed è pertanto indirizzato a chi vuole visitare l’Islanda senza rinunciare ad una sistemazione confortevole con un buon rapporto qualità/prezzo..
 
Il programma, una scelta consapevole ed oculata
Ci vorrebbero ben più di sette giorni per visitare a fondo questo paese, un mese non basterebbe certo, anche considerando che tutta la parte centrale si può percorrere solo in fuoristrada. 
La scelta delle località e/o dei siti visitati dal nostro programma, deriva dalla nostra conoscenza ed esperienza maturata in più di 20 anni di viaggi in questa terra. 
Non viene tralasciato nessun “must” tra quelli riportati nelle guide turistiche e, nel rispetto dei tempi disponibili, riusciamo ad inserire anche qualche “chicca” meno conosciuta.

Durata: 8 giorni / 7 notti
Partenze 2021: 5 e 12 Luglio – 2 e 9 Agosto
Partecipanti: minimo 6 / massimo 14
Sistemazione: hotel in camera doppia con servizi privati

Quota partecipazione: Euro 2.190,00 partenze Luglio
                                       Euro 2.280,00 partenze Agosto
Supplemento singola: Euro 570,00 previa verifica disponibilità

La quota comprende:
volo diretto (*) Icelandair Milano Malpensa – Reykajvik (su richiesta, previa disponibilità, anche da altri aeroporti);
7 pernottamenti in Hotel con prima colazione;
guida NdV italiana;
trasporto con mezzo adeguato (Sprinter 17 posti con carrello bagagli o minivan 9 posti a seconda del numero di partecipanti);
assicurazione medico-bagaglio ed RC.

La quota non comprende:
le tasse aeroportuali (ca. 150 euro, da riconfermare al momento dell’emissione del biglietto);
le cene ed i pranzi;
ingressi a musei;
ingressi piscine ed acque termali;
eventuali navigazioni (**);
le bevande e gli alcolici;
le mance, gli extra e tutto quanto non incluso nella voce la quota comprende.

*) ad eccezione della partenza del 2 agosto che prevede uno scalo a Copenaghen
**) – Escursione facoltativa in barca nella laguna degli icebergs (Jokulsarlon) ca. euro 40 p.p. Deve essere prenotata in anticipo, tramite il nostro ufficio.
– Navigazione per l’avvistamento delle balene può essere fatta in diverse località toccate dal percorso, senza particolari problemi di prenotazione, che può essere fatta anche in loco, a volte anche il giorno prima o il giorno stesso.

 

Programma 8 giorni / 7 notti
1° giorno: Volo per Reykjavik
2° giorno: Golden Circle e la Costa meridionale
3° giorno: Skaftafell – Jokulsarlon – Hofn
4° giorno: L’Islanda dell’Est
5° giorno: Dettifoss – area del lago Myvatn
6° giorno: Akureyri – Hvammstangi
7° giorno: Penisola di Vatsnes – Reykjavik
8° giorno: Partenza

 

 

1° giorno: Italia – Islanda, incontro all’aeroporto di Milano Malpensa con il rappresentante di Natura da Vivere (su richiesta, previa verifica, anche da altri aeroporti) in orario per il volo Icelandair diretto* delle ore 21:15. Arrivo all’aeroporto internazionale di Keflavik in tarda serata, trasferimento privato in città, sistemazione in hotel e pernottamento.
*) 1 scalo per la partenza del 2/8

2° giorno: Golden Circle – Skogafoss – Dyrholaey – Vik, si parte subito in mattinata per la visita delle località forse più conosciute e sicuramente più visitate d’Islanda, che costituiscono il cosiddetto “Golden Circle”: Thingvellir – sito di importanza storica (il più antico parlamento del mondo) e geomorfologica (dorsale medio atlantica con separazione della placca americana da quella europea), Geysir (geyser) e Gullfoss (la cascata d’oro). Terminata la visita, ci dirigiamo verso la parte meridionale dell’isola. Percorrendo la Ring Road, attraverseremo Selfoss, Hella e Hvolsvollur, prima di arrivare alla cascata di Seljalandsfoss, con il retropassaggio, e a quella di Skogafoss, una delle più alte del paese con il suo salto di circa 60 m. Prima di arrivare a Vik, abbiamo ancora tempo di salire sino al faro di Dyrholaey, punto più meridionale d’Islanda, dove nidificano i Pulcinella di mare, e di andare a Reynisfjara, dove la nera spiaggia fa da cornice a spettacolari formazioni basaltiche. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.

3° giorno: Kirkjubaeyjarklaustur – Skaftafell – Jokulsarlon – Hofn, partiamo presto in quanto questa sarà una giornata piena di scoperte, dirigendoci dapprima verso Kirkjubaejarklaustur, piccolissimo centro dal nome impronunciabile. La prima fermata, una volta superato questo, sarà al Parco di Skaftafell, incastonato tra il ghiacciaio del Vatnajokull, il secondo d’Europa per estensione, il primo per massa di ghiaccio. Qui, una piacevole escursione ci consentirà di raggiungere la cascata di Svartifoss (“cascata nera”), così chiamata per essere contornata da nere colonne basaltiche che creano un effetto molto suggestivo. Breve sosta al centro Visitatori del Parco, per proseguire attraverso la più ampia pianura sabbiosa d’Islanda sino alla laguna degli icebergs di Jokulsarlon, dove sarà possibile fare un’escursione in battello tra i blocchi di ghiaccio che si staccano del ghiacciaio Breidamerkurjokull (escursione facoltativa, supplemento* ca. euro 40 p.p.). Ripresa la strada ci dirigiamo verso la nostra meta serale: Hofn, la capitale del gambero islandese. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.
*). Deve essere prenotata ed acquistata in Italia, al momento della prenotazione del viaggio.

4° giorno: Hofn – Djupivogur – Egilsstadir – Modrudalur, breve visita di Hofn e poi ancora verso Est, verso la zona dei fiordi orientali con le alte pareti scoscese ed i piccoli villaggi di pescatori, un tempo base di mercanti stranieri. Sosta a Djupivogur e a Stodvarfjordur dove è possibile visitare il piccolo Museo delle Pietre (ingresso non incluso nella quota), prima di giungere ad Egilsstadir, la “capitale” della regione orientale. Dopo una breve sosta ci dirigiamo, sempre lungo la Ring Road, verso Ovest: attraversiamo la regione del Modrudalur, con i suoi altopiani che lasciano intravedere, verso Sud, la desertica regione centrale, sino a giungere alla nostra destinazione serale. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.

5° giorno: Dettifoss – Krafla – Namafjall – Myvatn – Godafoss, giunti nei pressi del fiume Jokulsa à Fjollum, ci dirigiamo verso Nord, seguendone in parte il corso sino alle imponenti cascate di Dettifoss (le più potenti d’Europa). Torniamo indietro per alcuni chilometri per dirigerci verso l’area di Myvatn (lago dei moscerini). Sosta per la visita delle fumarole e dei fanghi bollenti di Namafjall e del campo lavico del Krafla con il cratere ed il lago Viti. Possibilità di fare un bagno caldo in una piscina termale molto scenografica e suggestiva (costo ingresso non incluso nel pacchetto) o, in alternativa, visitare le formazioni laviche di Dimmuborgir. Ancora pochi chilometri e siamo all’hotel che ci ospiterà per la notte.

6° giorno: Akureyri – Hvammstangi, proseguendo il nostro itinerario verso Ovest, la prima fermata sarà la scenografica cascata di Godafoss (cascata degli dei) con i suoi tre rami distinti. Arrivati in seguito ad Akureyri, seconda città d’Islanda, che si affaccia sullo stretto Eyjafjordur (fiordo dell’isola), sarà possibile, per chi vuole, fare un’escursione nel fiordo per l’avvistamento delle balene (durata 2/2.5h – diverse compagnie costo compreso tra 60 – 80 euro, non incluso nel pacchetto). Dopo la pausa pranzo, partenza per la regione nord occidentale. Sistemazione in hotel a Hvammstangi, cena libera e pernottamento.

7° giorno: penisola di Vatsnes – Reykjavik, periplo della penisola di Vatsnes, nota per la presenza di numerose colonie di foche che si osservano con facilità riposarsi lungo la costa. Facendo il periplo di questa penisola potremo anche fermarci ad osservare la curiosa formazione basaltica di Hvitserkur, che si eleva di circa 15 metri sulla superficie del mare a poche decine di metri dalla costa. Riprendiamo infine la Ring Road, con soste tecniche o di conoscenza, come quella che ci consentirà di visitare i coni vulcanici di Grabrok, nei pressi di Bifrost, prima di arrivare a Reykjavik. Sistemazione in hotel, tempo e cena libera.

8° giorno: partenza per il rientro
tempo libero sino all’ora di trasferimento all’aeroporto di Keflavik in tempo per il volo di rientro (volo diretto – ore 14:00). Arrivo previsto a Malpensa per le ore 20:15.

 

Scarica la scheda completa del viaggio in formato 

 

  • GG slash MM slash AAAA
  • GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

2 years ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora