Valtellina Engadina

La Valtellina e la valle dell’Engadina e Trenino Rosso del Bernina

  • Min: 6 - Max: 15 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Autunno Estate

La Valtellina, grande e bellissima vallata, insieme alle Alpi Retiche crea un confine naturale tra la Lombardia e la Svizzera. Solcata dal fiume Adda e tapezzata da vigneti terrazzati che si arrampicano sul versante assolato della montagna è percorribile in gran parte su percorso ciclopedonale. Il suo paesaggio muta man mano che si sale di quota, passando da un paesaggio rurale ai pascoli, laghetti alpini e imponenti cime, da piccoli borghi in pietra a località turistiche rinomate e prestigiosi impianti termali. Il celeberrimo Trenino Rosso del Bernina, gioiello ingenieristico di fine ‘800 attraverso imponenti viadotti ci accompagnerà in un emozionante viaggio fino alla valle dell’Engadina attraverso il passo del Bernina e i suoi ghiacci perenni, fondendosi magistralmente nel paesaggio alpino. Qui è il paradiso, l’erba è più verde, la neve è più bianca, i treni più rossi.
Programma 5gg/4 nn
1° giorno: arrivo a Tirano cantine locali e sentieri del contrabbando
2° giorno: i terrazzamenti della Valtellina
3° giorno: la Val di Mello
4° giorno: Trenino Rosso del Bernina, il Morteratsch e la Val Roseg
5° giorno: Passo del Bernina e la Val Poschiavo

1° giorno: Tirano, cantine locali e i sentieri del contrabbando
Arrivo a Tirano in mattinata.
Nel pomeriggio incontriamo la guida e cominciamo ad esplorare la valle con un itinerario ad anello passando attraverso alcune frazioni, vigneti, baite e praterie. Questo intrico di sentieri era percorso dai contrabbandieri che salivano attraverso la Val Poschiavo i pochi chilometri che separano dalla Svizzera per quella che era una vera e propria economia locale che compensava le misere entrate della vita contadina. Faremo una sosta per la visita di una cantina locale e delle sue vigne con spiegazione dei cicli di lavorazione. Degustazione vini locali.
Cena e pernottamento a Tirano

2° giorno: i terrazzamenti della Valtellina
Prima colazione. Con la guida partiamo per una escursione percorrendo un tratto della Via dei Terrazzamenti. Tutta la zona è caratterizzata dalla coltivazione della vite con muretti a secco arrampicati sul versante Retico della valle, in un territorio aspro ma anche molto fertile grazie all’ottima esposizione al sole. Il percorso è molto vario, attraversa frazioni, antiche contrade, campi e boschi. Anche i meleti e i mirtilli caratterizzano questo paesaggio rurale che volge verso un’agricoltura sostenibile e mira a rivalutare i metodi antichi. Avremo occasione di assaggiare le prelibatezze valtellinesi: i pizzoccheri, la bresaola, formaggi d’alpeggio e gli eccellenti distillati. Rientro con treno a Tirano. Nel pomeriggio tempo libero per una passeggiata nel piccolo centro storico e per una visita al bellissimo Santuario della Madonna di Tirano
Cena e pernottamento a Tirano

3° giorno: la Val di Mello
Prima colazione. Oggi ci spostiamo in bassa valle in direzione lago di Lecco per poi inoltrarci in una magnifica piccola valle laterale, la Val Masino che con la laterale Val di Mello è chiamata la piccola Yosemite italiana per le sue alte pareti in granito, paradiso per l’arrampicata sportiva.
Faremo una escursione facile, adatta a tutti immersi nella natura e circondati da pareti rocciose
Rientro a Tirano, cena e pernottamento.

4° giorno: Trenino Rosso del Bernina, il Morteratsch e la Val Roseg
Prima colazione. Lasciamo il bagaglio in deposito e partiamo per la valle dell’Engadina con uno zainetto e il necessario per 1 notte. Partenza alla mattina molto presto con il Trenino Rosso del Bernina attraverso arditi viadotti e paesaggi spettacolari fino a Morteratsch. Percorriamo a piedi il sentiero glaciologico, una facile e interessante passeggiata che arriva fino alla lingua del ghiacciaio. Poi sempre con il treno proseguiamo per Pontresina. Da qui parte la nostra seconda escursione che percorre un tratto della bellissima Val Roseg, una delle mete più belle dell’Engadina, attraverso pascoli montani, boschi e l’impetuoso torrente che ci accompagna lungo tutto il percorso. Il ritorno è verso St Moritz passando per il lago di Staz. Il sentiero attraversa prati, pascoli e zone boschive di rara bellezza.
All’arrivo a St Moritz avremo un pochino di tempo libero per una passeggiata in centro. Prestigiosi alberghi di inizio secolo e vetrine di lusso che si affacciano sul lago.
Pernottamento a St Moritz

5° giorno: il Passo del Bernina e la Val Poschiavo
Prima colazione. Partiamo con il trenino rosso per il ritorno con alcune interessanti soste. La nostra fermata è al punto più alto, il passo del Bernina. Costeggiamo il Lago Bianco e scendiamo attraverso il sentiero fino a Alpe Grum. Qui si apre uno splendido panorama sulla Val Poschiavo e sul ghiacciaio del Palù. Proseguiamo la nostra discesa a Cavaglia. Qui merita una sosta il giardino dei Ghiacciai, un parco tematico con marmitte dei giganti e interessanti tracce delle passate glaciazioni. Da Cavaglia prendiamo nuovamente il treno per Tirano. Arrivo nella seconda metà del pomeriggio

Eventuali estensioni individuali al programma:
– Bormio, per una giornata rigenerante a Bagni Vecchi, antico stabilimento termale con vasche in pietra e numerosi trattamenti.
– La ciclabile della Valtellina fino a Colico: noleggiamo una e-bike o una MTB per una bella pedalata in leggera discesa fino a Colico dove è possibile visitare il Forte Montecchio Nord, uno dei forti meglio conservati della Prima Guerra Mondiale sulla linea Cadorna. Rientro in treno.
– Grosio, i castelli e le incisioni rupestri E’ possibile raggiungere Grosio attraverso un facile itinerario su sentiero attraverso castagneti, chiesette e ruderi di castelli medioevali alternati a faggete. Il parco delle incisioni rupestri e i castelli di Grosio sono la testimonianza degli insediamenti umani della Valtellina dall’epoca preistorica in poi.
– Chiavenna: bella, con i suoi palazzi di inizio secolo, incassata tra pareti di roccia collega il lago di Mezzola con una bella ciclabile che costeggia il torrente Mera e la Svizzera attraverso la suggestiva Val Bregaglia. Interessanti i laboratori di pietra ollare e il palazzo Vertemate Franchi

Scheda Tecnica

Tipo di viaggio: viaggio di gruppo

Sistemazione: hotel di categoria turistica o guesthouse o ostello con stanza privata e bagno

Trasporto: arrivo a Tirano con mezzi propri o treno. Spostamenti con treno/bus locali.

Periodo estate 2021. Partenze: 26/6, 24/7, 11/9, 2/10

Quota individuale:
da 6 a 8 partecipanti € 590.00
da 9 a 11 partecipanti € 530.00
da 12 a 15 partecipanti € 490.00

Supplemento partenza 24 luglio (alta stagione) Euro 70

La quota comprende: 4 pernottamenti di cui 3 a Tirano in mezza pensione, 1 a St Moritz con trattamento B&B, Biglietto del Trenino rosso del Bernina. 2° classe, visita ad una cantina locale, guida/accompagnatore per tutto il tour. Assicurazione e iva.
La quota non comprende: i pasti non indicati nella quota comprende, la degustazione, le bevande, gli extra, e quanto non riportato alla voce “la quota comprende”

Supplementi: camera singola: € 100

Riduzioni:
bambini in camera con i genitori € 80

26 giugno 2021 24 luglio 2021
11 settembre 2021 2 ottobre 2021
  • GG slash MM slash AAAA
  • GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

2 years ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora