Lazio – da Viterbo a Castel Gandolfo

L'Appia Antica e le due città dei Papi

  • Min: 6 - Max: 12 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Estate

Un viaggio sull’ultimo tratto della Via Francigena, alla scoperta di luoghi antichi carichi di storia e di religione, superbi centri storici, anfiteatri romani e tombe etrusche scavate nel tufo, tratti di natura rigogliosa ed infine l’arrivo a Roma, la città eterna, proseguimento sulla “ Regina Viarum “ l’Appia antica tra tombe di personaggi illustri, acquedotti e statue romane fino ad arrivare a Castel Gandolfo ed al suo lago.

Programma 8 giorni / 7 notti
1° giorno: Arrivo a Viterbo
2° giorno: Viterbo – Vetralla
3° giorno: Vetralla – Sutri
4° giorno: Sutri – Campagnano
5° giorno: Campagnano – Isola Farnese
6° giorno: Isola Farnese – Roma
7° giorno: Roma – Castel Gandolfo
8° giorno: Partenza

Primo giorno: Viterbo
Ritrovo alla Stazione FS di Viterbo alle 12,30 con la Guida. Viterbo, la”Città di Papi”: visita al centro storico della antica sede Pontificia e luogo del primo conclave della storia Vaticana. Visita della Loggia dei Papi e dell’incantevole chiostro di Santa Maria Nuova, tra le chiese più antiche della città. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

Secondo giorno: da Viterbo a Vetralla
Colazione e partenza per la prima tappa del viaggio che ci condurrà verso Vetralla, borgo nel cuore dell’antico territorio Etrusco, luogo di sosta e di riposo per i pellegrini della Via Francigena. Nel pomeriggio non possiamo non approfittare delle sue Terme pubbliche. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento
Tappa 1: distanza 18 km – Durata 5h – Dislivello in salita 80m. Difficoltà Facile

Terzo giorno: da Vetralla a Sutri
Colazione e partenza nel paesaggio laziale. Si giunge a Sutri, città piccola ma ricca di attrattive: visita dell’Anfiteatro romano, completamente scavato nel tufo, ed alle annesse tombe etrusche, con visita alla chiesa di Santa Maria del Parto, le cui pareti di tufo sono decorate da affreschi ben conservati. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento
Tappa 2: distanza 24 km – Durata 6h – Dislivello in salita 80m. Difficoltà Facile

Quarto giorno: da Sutri a Campagnano
Colazione e partenza per proseguiamo in un piacevole percorso di radure , si arriva nei pressi delle Cascate di Monte Gelato con sosta per prendere un po’ di fresco. Attraverso una strada panoramica nel Parco Naturale di Veio arriviamo alle porte di Campagnano, dove pernotteremo. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento
Tappa 3: distanza 26 km – Durata 6/7 h – Dislivello in salita 80m. Difficoltà Facile

Quinto giorno: da Campagnano e Isola Farnese
Da Campagnano, attraverso le boscose colline del Parco Naturale di Veio, si arriva nella bella Valle del Sorbo, con il famoso santuario della Madonna del Sorbo, fino ad arrivare al grazioso centro storico di Formello, con i suoi bei palazzi medievali. Meta di oggi è il piccolo borgo di Isola Farnese, arroccato su una rupe circondata dai boschi e dominata dal Castello Farnese. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento
Tappa 4: distanza 22 km – Durata 6h – Dislivello in salita 80m. Difficoltà Facile

Sesto giorno: da Isola Farnese a Roma
Colazione e partenza per la Città Eterna, passando dalla Riserva dell’Insigherata e guadagnando il superbo belvedere di Monte Mario, che ripaga solo con la vista l’intero cammino e dal quale possiamo finalmente avvistare il cupolone di San Pietro verso il quale ci dirigiamo fino ad arrivare aPiazza San Pietro. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento
Tappa 5: distanza 19 km – Durata 6/7 h – Dislivello in salita 80m / in discesa 250m. Difficoltà Facile

Settimo giorno: Roma – Castel Gandolfo
Ultima tappa e tuffo nella Roma imperiale: percorreremo il millenario asolato della Regina Viarum, l’Appia Antica, che metteva in comunicazione tutte le più importanti città a sud dell’Impero romano. In un susseguirsi di tombe di personaggi illustri, acquedotti ed iscrizioni epigrafiche, fino ad arrivare alla sommità di Castel Gandolfo altra “Città dei Papi “ con il suo caratteristico centro storico affacciato sul lago, nonché termine del nostro viaggio. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.
Tappa 6: distanza 17 km – Durata 6h – Dislivello in salita 80m. Difficoltà Facile

Ottavo giorno: Partenza
Colazione. Rientro a Roma con il treno, visita guidata al Colosseo e ai Fori Imperiali, partenza nel pomeriggio.

 

Scheda tecnica

Durata:                          8 giorni / 7 notti
Partenza di gruppo:     26 Giugno 2021
Partecipanti:                 min 6 / max 12
Quota partecipazione: Euro 650,00
Sistemazione:              Albergo, B&B

La quota comprende: 7 pernottamenti in Albergo e B&B in camere doppie con bagno privato; N. 7 cene; servizio Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata del soggiorno; ingressi e visite guidate ai musei previsti da programma; Assicurazione medico-bagaglio.

La quota non comprende: i pranzi; trasporti per Viterbo / da Roma; gli alcolici, le mance, gli extra e tutto quanto non incluso nella voce la quota comprende.

26 Giugno 2021

  • GG slash MM slash AAAA
  • GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

2 years ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora