masso de la verna casentino

Toscana – Appennino aretino

Montagne, foreste, misticismo fra l'Arno e il Tevere

  • Periodo: Autunno Estate Primavera

5 giorni nell’Appennino aretino sulle orme di santi e pellegrini

Territori poco conosciuti
Scoprirete luoghi della Toscana che non immaginavate, non ancora contaminati dal turismo di massa.
Casentino e Valtiberina vi stupiranno per la loro bellezza e per la ricchezza di ecosistemi e di testimonianze storiche come castelli, torri longobarde, eleganti case coloniche

I sentieri del Casentino
Camminerete su sentieri a strade poderali lungo vigneti e oliveti per raggiungere affascinanti borghi.
Attraverserete foreste fra le meglio conservate in Europa e aree geologiche di grande importanza.
Percorrerete un tratto dell’Antica Via Romea Germanica uno dei principali itinerari che nel Medioevo collegavano il Mare del Nord con Roma e la Terra Santa

Santi e poeti
Scoprirete i luoghi legati ai santi, agli artisti e ai poeti che qui si sono ispirati per realizzare alcune delle loro opere più importanti; parliamo di San Francesco, Piero della Francesca, Michelangelo e i Della Robbia. 

Con chi e dove?
Marco Valtriani, aretino doc, biologo professionista e guida ambientale grande conoscitore del territorio che vive a Subbiano e conosce molto bene l’albergo diffuso e osteria la Corte dell’Oca, che consiglia a tutti i suoi ospiti per l’ottima cucina e la bella ospitalità.

Partenze 2021: 9 giugno , 21 settembre e 13 ottobre
Durata: 5 giorni / 4 notti
Partecipanti: min 6 / max 15
Sistemazione: in Locanda la Corte dell’Oca a Subbiano in camere doppie
Quota individuale: Minimo 6 persone Euro 520
                                Minimo 8 persone Euro 460
                                Minimo 12 persone Euro 410

Supplemento camera singola: Euro 80 a persona

La quota comprende:
4 pernottamenti con prima colazione e cena,
assistenza guida GAE per tutto il soggiorno,
Transfer da Subbiano a Chitignano il 5° giorno,
assicurazione medico bagaglio

La quota non comprende:
i pranzi,
i trasporti (escluso il transfer del 5°gg),
le mance e gli extra,
tutto quanto non incluso nella voce “la quota comprende”

NB: tutti i trasferimenti (escluso quello da Subbiano a Chitignano il 5°gg) avverranno con mezzi propri, per chi non ne è dotato potrà usufruire del passaggio con il mezzo della guida o condividendolo con altri viaggiatori sempre rispettando le distanze di sicurezza e le disposizioni COVID.

Programma 5 giorni / 4 notti
1° giorno: Colline del Basso Casentino – percorso ad anello 15 km +/-600m
2° giorno: Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi – Eremo di Camaldoli – percorso ad anello 11 km +/- 700 m
3° giorno: Riserva Naturale Monti Rognosi e la Via Maremmana – percorso ad anello 16km +/-800 m
4° giorno: Monte de La Verna – percorso ad anello 9km +/-600m
5° giorno: Via Romea Germanica – 17 km +660 m -900 m

Santuario Francescano de La Verna

1° giorno: Colline del Basso Casentino
percorso ad anello 15 km +/-600m
Colazione e partenza per l’escursione nelle colline che fanno da porta al Casentino, sopra il paese di Capolona, attraverso il tipico paesaggio rurale della Toscana. Si cammina su sentieri e strade poderali che lambiscono vigneti ed oliveti raggiungendo affascinanti casali, borghi e torri medievali. Si godono ampie vedute sulla piana di Arezzo e sui rilievi che la delimitano. In epoca antica questi percorsi facevano parte delle Viae Vicinalis che collegavano i nuclei collinari con le più importanti vie di comunicazione di pianura. Sistemazione in locanda a Subbiano, cena e pernottamento.

2° giorno: Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi – Eremo di Camaldoli
Percorso ad anello 11 km +/- 700 m
Ritrovo a Subbiano. Siamo nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e l’escursione prevede la visita del Santuario e dell’Eremo di Camaldoli.
Il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona, Campigna copre un’area di circa 36.000 ha che si estende lungo la dorsale appenninica tosco-romagnola, scendendo ripidamente lungo le vallate parallele del versante romagnolo e in maniera più graduale nel versante toscano. La foresta del Parco Nazionale è qualcosa di molto complesso che si perpetua da centinaia di anni e che ospita migliaia di specie animali e vegetali.
Camaldoli, fondata mille anni fa da San Romualdo, è una comunità di monaci benedettini la cui vita si divide fra il Sacro Eremo e il Monastero. Entrambi i complessi sono immersi nella pace della foresta e rappresentano due aspetti fondamentali dell’esperienza monastica ovvero la solitudine e la comunione. Cena e pernottamento .

Eremo di Camaldoli

3° giorno: Riserva Naturale Monti Rognosi e la Via Maremmana
percorso ad anello 16km +/-800 m
Colazione e partenza per la Riserva Naturale dei Monti Rognosi è un’area molto particolare dal punto di vista paesaggistico ed ambientale per le rocce magmatiche che caratterizzano l’area. L’origine geologica di questi rilievi ha creato forme inusuali ed è la ragione della presenza di piante rare ed endemiche. I suoli sono interamente formati da ofioliti, dal greco ophis (serpente) e lithos (roccia), che letteralmente significa “roccia del serpente“,  Il percorso segue un tratto della “Via Ariminensis”, l’antica strada che in epoca romana collegava Arezzo con Rimini. Lo stesso tracciato è stato utilizzato in epoche più recenti per la transumanza della mandrie dall’Appennino verso la Maremma ed ha  preso il nome di “Via Maremmana”.
Al termine dell’escursione ci spostiamo ad Anghiari, affascinante cittadina medievale. Al termine dell’escursione, nel pomeriggio, rientro in locanda. Cena e pernottamento

4° giorno: Monte de La Verna
percorso ad anello 9km +/-600m
Colazione e partenza. Si tratta di un’escursione intorno al Monte della Verna, luogo legato indissolubilmente alla figura di San Francesco. Qui il santo soggiornò a lungo e ricevette il miracolo delle Stimmate. Il percorso attraversa una delle foreste meglio conservate d’Europa e consente di raggiungere eccezionali punti panoramici (come il Monte Calvano) da cui si domina il Casentino, la Valtiberina e le catene montuose che delimitano queste valli appenniniche. L’itinerario raggiunge anche il Santuario Francescano, luogo di estremo fascino e misticismo. All’interno del santuario si possono ammirare le famose terrecotte invetriate note come Robbiane.
Il Monte della Verna è raffigurato in alcune opere di Michelangelo fra cui La Creazione di Adamo e il Tondo Doni. Rientro in locanda, cena e pernottamento.

Santuario de La Verna

5° giorno: Via Romea Germanica
17 km +660 m -900 m
Colazione e partenza. Si percorre un tratto dell’antica Via Romea Germanica, uno dei principali itinerari che nel Medioevo collegavano il Mare del Nord con Roma e la Terra Santa. Questa direttrice viaria, una delle “Peregrinationes Majiores”, ha visto il passaggio di re, papi, crociati, santi, pellegrini ed eserciti. L’escursione parte da Chitignano, alle falde dell’Alpe di Catenaia, ed attraversa un paesaggio bucolico fatto di boschi, campi, oliveti, poderi e piccoli borghi. Si hanno ampie viste sul basso Casentino e sul Pratomagno.
Il percorso passa anche accanto al Castello di Valenzano, eccezionale esempio di stile neogotico.
Nel pomeriggio saluti e alla prossima.

Scheda Tecnica
Partenze 2021: 9 giugno, 21 settembre e 13 ottobre
Durata: 5 giorni / 4 notti
Partecipanti: min 6 / max 15
Sistemazione: in Locanda la Corte dell’Oca a Subbiano in camere doppie

Quota individuale:   Minimo 6 persone Euro 520
                                  Minimo 8 persone Euro 460
                                  Minimo 12 persone Euro 410
Supplemento camera singola: Euro 80 a persona

La quota comprende:
4 pernottamenti con prima colazione e cena,
assistenza guida GAE per tutto il soggiorno,
Transfer da Subbiano a Chitignano il 5° giorno,
assicurazione medico bagaglio

La quota non comprende:
i pranzi,
i trasporti (escluso il transfer del 5°gg),
le mance e gli extra,
tutto quanto non incluso nella voce “la quota comprende”
NB: tutti i trasferimenti (escluso quello da Subbiano a Chitignano il 4°gg) avverranno con mezzi propri, per chi non ne è dotato potrà usufruire del passaggio con il mezzo della guida o condividendolo con altri (CAR SHARING) viaggiatori sempre rispettando le distanze di sicurezza e le disposizioni COVID.

Caratteristiche del viaggio:

L’Albergo diffuso che ci ospita:
alla Corte dell’Oca situato nel vecchio Borgo Maestro di Subbiano , ai piedi della valle del Casentino, immerso nella campagna toscana. Alloggio in camere doppie con bagno privato, arredate in stile anni ’50 e letti in ferrobattuto. L’Osteria offre una cucina tipica toscana della tradizione non rivisitati, di elevata qualità.

la corte dell’oca subbiano

La corte dell’oca ristorante

La guida e biologo
Marco Valtriani biologo e guida ambientale escursionistica, sin da ragazzino ha praticato il birdwatching. Dice di sè:
“Cos’è l’escursionismo per me…quando cammino da solo o con i gruppi mi sento leggero nell’anima, la mente trova pace e le inquietudini svaniscono”.
Accompagno gruppi soprattutto nel centro Italia. Da sempre, per lavoro e per passione, mi piace esplorare, muovendomi sia nelle aree più gettonate sia in quelle più “recondite”.
Vuoi per le missioni di scouting, vuoi per i tour a piedi e quelli legati al birdwatching, vuoi per le vacanze, ho potuto soddisfare la mia sete di conoscenza sugli ambienti, la storia naturale e umana, le culture locali, il cibo e il vino.

Marco Valtriani – guida ambientale escursionistica

L’aspetto logistico del viaggio
Farete base nel Borgo Maestro di Subbiano e la mattina ognuno partirà con i propri mezzi, al seguito di Marco la guida, per raggiungere l’inizio dei sentieri. Gli itinerari sono tutti ad anello tranne uno, il 5° giorno, per il quale avrete a disposizione un pulmino che vi accompagnerà a Chitignano e vi riporterà a Subbiano.

scarica la scheda completa del viaggio in formato       

 

  • GG slash MM slash AAAA
  • GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

2 years ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora