Zagoria

Trekking in Grecia del Nord tra Macedonia ed Epiro

Da Salonicco ai laghi di Prespa nella terra di Ali Pasha

  • Min: 6 - Max: 15 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Capodanno

Un’altra Grecia. Le regioni di Macedonia ed Epiro hanno una storia comune millenaria. Tra il Pindo e le montagne della Zagoria si sviluppò la prima genia ellenica e la storia delle dinastie reali che si intrercciano continuamente nel corso della storia. Le dominazioni romana prima, bizzantina ed ottomana poi hanno lasciato sul territorio segni ancora chiaramente leggibili, seguendo il filo rosso dell’antica Via Egnazia.

Chi era Ali Pasha. Il leone di Ioannina, un abile condottiero per alcuni, un brigante per altri, indubbiamente un capace uomo politico che fece del suo regno tra Macedonia, Epiro e Albania uno dei centri culturali ed economici più potenti d’ Europa. La sua corte, luogo di opulenza è meraviglie affascinò artisti ed intellettuali tra cui Lord Byron.

La danza dei pellicani. Siamo ai laghi di Presca, nell’estremo nord del paese e questo ambiente umido è un’area protetta che si trova nel punto di incrocio tra Grecia, Albania e Macedonia del nord. I confini e le differenze culturali e linguistiche non saranno certo un problema per la ricca avifauna e le sue rotte migratorie. Lo spettacolo sono i pellicani che seguendo le correnti calde disegnano dei cerchi in volo che ricordano una danza.

Salonicco. L’eterna seconda (seconda città per dimensioni dell’Impero Bizantino, di quello Ottomano ed oggi di Grecia) che del secondo non ha mai avuto il complesso, orgogliosa custode di poco conosciuti tesori lasciati in eredità da tutte le genti che vi hanno transitato nei secoli.

Sistemazione: hotel di media categoria a gestione locale o guesthouse
Partenza: 29 dicembre 2021

Durata: 8 giorni /7 notti
Quota individuale:
da 6 a 8 partecipanti: € 990.00
da 9 a 11 partecipanti € 870.00
da 12 a 15 partecipanti € 790.00

La quota comprende:
sistemazione in camere doppie con bagno e colazione ove prevista,
spostamenti in minibus o minivan in base al numero di partecipanti tranne nei giorni 1, 7, 8 a Salonicco,
guida turistica o escursionistica tranne nei giorni 1,6,8,
accompagnatore,
spostamenti in barca ove previsti,
ingresso SPA ad Edessa,
degustazione vini ad Edessa.
Assicurazione sanitaria

La quota non comprende:
il volo e le tasse aeroportuali,
gli ingressi a siti e monumenti,
pranzi e cene,
gli spostamenti in città a Salonicco che avverranno a piedi o con mezzi pubblici,
gli extra in genere,
tutto quanto non riportato alla voce “la quota comprende”
Supplementi:
camera singola € 170

Costi extra :
Entrate ai siti archeologici da pagare in loco: Vergina: € 12.00; Dodoni: € 8 Monasteri isola Lago Pamvotis: € 3 a monastero; Pella: € 8
Tasse di soggiorno da pagarsi in loco: da € 0.50 a € 1,5 a notte in base alla categoria dell’hotel.

Programma di Capodanno 8 giorni / 7 notti
1° giorno: arrivo a Salonicco
2° giorno: Vergina – Metsovo – Ioannina
3° giorno: Ioannina – Dodoni – Isola del Lago Pamvotis – Ioannina
4° giorno: Ioannina – Zagoria trekking – Kastoria – Laimos (Prespa)
5° giorno: Laimos – Prespa trakking – Edessa
6° giorno: Edessa – Terme di Pozar – Degustazione di vini a Naousa – Salonicco
7° giorno: Urban trekking a Salonicco
8° giorno: Partenza

1° giorno: arrivo a Salonicco
Arrivo a Salonicco. Il trasferimento in hotel è libero e può essere fatto con autobus pubblico. L’aeroporto dista pochi km dalla città, pertanto anche la scelta del taxi non risulterà molto costosa.
Sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

2° giorno: Vergina – Metsovo – Ioannina
Colazione in hotel ed incontro con la guida. Partenza per Vergina e visita delle Tombe Reali di Aeges. Sotto il tumulo scavato da M. Andronikos nel 1977, scopriamo l’impressionante corredo funebre di Filippo II, assassinato proprio a Vergina nel 336 a.C. Dopo la visita partenza per l’Epiro. Proprio sullo spartiacque tra il versante Egeo e quello Ionico della Grecia, nel cuore della catena montuosa del Pindo, ci fermiamo per la sosta pranzo a Metsovo. Abitato prevalentemente da Vlachi, discendenti rumanofoni dei guardiani dei passi montani voluti dagli imperatori di Bisanzio prima e della Sublime Porta poi, Metsovo è famoso per la sua architettura tradizionale, per i suoi formaggi affumicati e per la genuinità della sua cucina. Trasferimento a Ioannina, giro orientativo della città, sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.

3° giorno: Ioannina – Dodoni – Isola del Lago Pamvotis – Ioannina
Colazione in hotel. Incontro con la guida e trasferimento a Dodoni, a pochi chilometri dove visitiamo i resti della più antica sede oracolare di Grecia. Qui sacerdoti e sacerdotesse interpretavano nel fruscio delle foglie della Sacra Quercia e nel volo degli uccelli il volere prima di Gaia e poi di Zeus, il Sommo fra gli dei. Rientriamo a Ioannina e ci imbarchiamo per l’isola al centro del Lago Pamvotis. Pranzo libero nel piccolo villaggio (si consigliano specialità come le rane o i gamberi di acqua dolce). A seguire giro a piedi guidato dell’isola. Durante il percorso visiteremo due dei 7 monasteri, uno dei quali fu teatro dell’assassinio di Ali Pasha nel 1822 per ordine del Sultano. Rientro a Ioannina e visita guidata del centro storico fortificato e dell’Its Kale, il palazzo di Ali Pasha, con le imponenti mura e le due moschee con i minareti che sono i primi che si incontrano in Grecia viaggiando da Ovest verso Est. Rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

4° giorno: Ioannina – Zagoria trekking – Kastoria – Laimos (Prespa)
Colazione in hotel, incontro con la nostra guida escursionistica e trasferimento nel cuore della Zagoria dove visitiamo i villaggi tradizionali più iconici della zona con i tradizionali ponti ad arco in pietra, simbolo di questa zona. La zona è inoltre famosa per l’artigianato locale della pietra e per la notevole architettura tradizionale, ammirabile in tutti i suoi villaggi, che offre una vera finestra nel passato. Nel pomeriggio partenza per Kastoria dove effettueremo una sosta sul Lago Orestiada e poi proseguimento per il Lago di Prespa. Arrivo a Laimos, sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento
Trekking difficoltà moderata, circa 4,5-5 ore hike

5° giorno: Laimos – Prespa trakking – Edessa
Colazione in hotel, e breve trasferimento. Il programma di oggi è un trekking che ci porta fino all’osservatorio di Roti, un meraviglioso punto panoramico dal quale vediamo la Grande Prespa che si estende davanti a noi e dall’altra parte i primi abitati dell’Albania e della Macedonia del Nord. Se c’è tempo si può scendere in riva al lago e visitare il primo e più antico dei tre eremi della Trasfigurazione del Salvatore. Proseguiamo seguendo l’argine della Gran Prespa passando dal secondo eremo e poi l’ultima parte del percorso ci porta all’eremo più grande e meglio conservato. L’ultima parte della nostra escursione è il ritorno al villaggio di Psarades con la barca che ci permette di godere il lago da una diversa angolazione. Nel pomeriggio partenza per Edessa. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.
Trekking difficoltà 2, circa 3,5-4 ore hike, 4,5-5 ore trekking + navigazione

6° giorno: Edessa – Terme di Pozar – Degustazione di vini a Naousa – Salonicco
Colazione in hotel e visita libera delle cascate di Edessa attraverso le numerose passerelle. Il nome greco, di origini probabilmente frigie, significa “la Torre dell’Acqua” e proprio l’acqua è la protagonista nella visita della città, meta turistica di rilievo per il suo sito archeologico e per
e sue cascate. Da non perdere una passeggiata dietro l’enorme cortina d’acqua, costruita per godere delle magnifiche viste dell’acqua corrente e della fertile pianura macedone che si estende proprio di fronte alla città.
Trasferimento ad Aridaia/Pozar. La località è conosciuta e frequentata sin dai tempi antichi per le sue acque termali. E’ provato fossero utilizzate ai tempi di Alessandro Magno e poi, in epoca romana e bizantina, vi vennero costruiti dei complessi termali. Le acque sgorgano ad una temperatura di 37°C ed alimentano il torrente detto Toplitsa, che in idioma slavo si può tradurre come “fiume caldo”. Bagniamoci nelle pozze termali e godiamoci il terapeutico calore delle sue acque! Dopo esser rilassati, pranzo libero e trasferimento nei pressi di Naousa, nella Prefettura dell’Imathia. Dove si producono alcuni dei vini DOC più pregiati del Paese, soprattutto lo Xinomavro, rosso corposo e leggermente tanninico. Degustazione di vini locali presso una delle aziende agricole più rinomate di Naousa, accompagnata da assaggi di prodotti locali. Nel tardo pomeriggio trasferimento a Salonicco e sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento

7° giorno: Urban trekking a Salonicco
Colazione in hotel ed incontro con la nostra guida. Dopo aver visitato la Cattedrale di San Demetrio e la circostante zona del Foro Romano, raggiungeremo Ano Poli o Kastra, la Città Alta. Nei pressi della fortezza cominciamo il nostro trekking urbano in discesa e verso il mare passando da alcuni punti panoramici con una stupenda vista sulla città e sul golfo. Attraverseremo una delle zone più caratteristiche della città alta, camminando tra stupende case restaurate secondo i crismi dell’ architettura macedone tradizionale. Lungo il percorso numerose chiese ortodosse di epoche diverse. Pochissime che non sono state trasformate in moschee conservano affreschi di pregio mentre in altre osserveremo le tracce del passaggio degli ottomani. Terminiamo il nostro giro a piedi di Salonicco nella stupenda cornice di Plateia Othonos, nei pressi della centralissima Plateia Aristotelous. Tempo libero per pranzare in una delle tante taverne tradizionali e per una passeggiata sul bellissimo lungomare di Salonicco fino alla torre Bianca, simbolo della città e il monumento ad Alessandro Magno. Cena libera e pernottamento in hotel.
Il trekking urbano ha una durata stimata di 4-5 ore

dig

8° giorno: partenza
Colazione in hotel. Giornata libera per un’ultima passeggiata in centro. Consigliamo il quartiere Ladadika, ex ghetto ebraico e zona di commerci all’ingrosso recentemente riqualificata ora è una zona vivace molto frequentata dai giovani. Molto caratteristico è il mercato di Modiano che attualmente è chiuso ma si può osservare la bellissima struttura. Per gli appassionati di storia vale la pena di visitare il museo archeologico.
Trasferimento libero in aeroporto e partenza.

Scarica la scheda completa del viaggio in formato

  • GG slash MM slash AAAA
  • GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

2 years ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora