genziane

Trekking su “I sentieri delle 3 Nazioni”

Sentiero Italia CAI dalla Carnia alle Alpi Giulie

  • Min: 5 - Max: 15 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Autunno Estate

Il trekking delle tre nazioni. L’eco del centro Europa si sente forte; storia, cultura e una natura straripante piena di panorami e particolarità. Un territorio ricco dove il mondo slavo si stempera con quello latino e tedesco, il tutto in un ambiente integro e ben conservato, meraviglia dell’Italia e dell’Europa in definitiva uno scrigno da conoscere, da vivere e da camminare.

Dove siamo. Si passa dalle Alpi Carniche, qui verdeggianti e molto dolci ai gruppi delle cime delle Alpi Giulie fino all’aspro altopiano del Canin. La biodiversità è notevole, tra le abetaie e le praterie delle Carniche fino alle faggete e i carpineti dei versanti sud del Canin.

Una nazione, tre popoli, tre lingue. La storia ha differenziato notevolmente le popolazioni che abitano queste zone. Una minima presenza romancia friulana si contrappone e si integra con la gente della Val Canale di Tarvisio che si esprimono in tedesco mescolato con lo sloveno medievale carinziano (Windisch). Infine le popolazioni della Val Resia, una vera isola etnica dove si parla una lingua paleoslava che ha assonanza con lo sloveno antico e con il russo. Un luogo d’incontro come testimoniamo anche i diversi stili architettonici che incontreremo.

I luoghi della Grande Guerra. Molte sono le testimonianze della I guerra mondiale che si combattè in queste alte quote in condizioni drammatiche. Ne avrete piena consapevolezza visitando il parco tematico Abschnitt della Val Saisera, le trincee e la linea d’arresto sapientemente recuperate.

Durata: 5 giorni / 4 notti
Partenze 2021: 8 luglio, 19 agosto, 9 settembre
Partecipanti: minimo 5, massimo 15
Sistemazione: rifugi alpini. Sistemazione in camerate. Bagno in comune. Biancheria da letto e da bagno non inclusa. Si consiglia di portare il sacco a pelo. Sacco-lenzuola usa e getta eventualmente disponibile in rifugio da pagare in loco.
Trasporto: arrivo con auto propria, transfer con minivan

Quota di partecipazione: da € 549.00 (calcolato su 5 partecipanti)

La quota comprende: 4 pernottamenti con sistemazione in camerate, trattamento di mezza pensione, trasferimento in bus l’ultimo giorno, guida escursionistica per tutti i giorni

La quota non comprende: pranzi, bevande ai pasti, trasporto bagagli (non è previsto il trasporto bagagli, ogni partecipante porterà il suo nello zaino), tutto quanto non indicato alla quota comprende

Programma di 5 giorni / 4 notti
1g: Tarvisio Camporosso – Rif. F.lli Nordio
2g: Rif. F.lli Nordio – Rif. Julius Kugy (Casa Alpina)
3g: Rif. Julius Kugy – Rif. Pellarini
4g: Rif. Pellarini – Sella Nevea
5g: Sella Nevea – Prato di Resia

Genziane

1g: Tarvisio Camporosso – Rif. F.lli Nordio
Ritrovo del gruppo a Tarvisio con la guida entro l’ora di pranzo.
Partenza da Caporosso in Valcanale oppure da Usovizza con una tappa di avvicinamento fino al rif. Gortani per poi proseguire sul Sentiero Italia fino al rif. Fratelli Nordio.
Interesse: culturale, paesaggistico, naturalistico
Dislivello. +500/650 (in base alla scelta del percorso), -100. 12km

2g: Rif. F.lli Nordio – Rif. Julius Kugy (Casa Alpina)
Seconda parte della tappa SI A07, prevalentemente in discesa. Siamo in parte sulla traversata Carnica, in parte sulla ciclovia Alpeadria. E’ possibile fare una deviazione e salire al monte Osternig con ulteriori +200m per una vista su una incredibile prateria alpina.
Interesse: culturale, paesaggistico,etnico,storico,naturalistico
Dislivello +800 -1390. 15km

Monte Canin

3g: Rif. Julius Kugy – Rif. Pellarini
Tappa SI A08 impegnativa ma ci permette di raggiungere le pendici del Jof Fuart, considerata una delle più belle ed imponenti cime friulane. Passeremo il Sentiero degli Alberi di Risonanza e numerose testimonianze della prima guerra mondiale (parco tematico Abschnitt-Saisera)
Interesse: culturale, paesaggistico, alpinistico, storico,naturalistico.
Dislivello +800 -41. 10km

Parco Tematico Abschnitt

4g: Rif. Pellarini – Sella Nevea
Questa tappa si presenta abbastanza lunga e impegnativa ma la seconda parte dopo Cave del Predil si potrebbe probabilmente fare con un mezzo pubblico che ci porta velocemente a Sella Nevea.
La cittadina è di scarso interesse e se siamo in tempo si potrebbe salire in funivia al Canin per pernottare al rif. Gilberti con una vista spettacolare sulle Giulie tutte.
Interesse: culturale, paesaggistico, ambientale,etnico
Dislivello: fino a Cave del Predil circa +650, 10km

5g: Sella Nevea – Prato di Resia
Se siamo saliti con la funivia abbiamo saltato la maggior parte del dislivello di questa tappa. Siamo nel parco regionale delle Alpi Giulie. L’ambiente è una distesa di pietra carsica che crea la conca che conteneva il ghiacciaio del Canin. Pian piano l’ambiente cambia scendendo verso Prato Resia passando attraverso un bellissimo ambiente di pino nero e latifoglie. Prato Resia è all’interno di una vallata magica a appartata, molto interessante anche dal punto di vista etnografico.
Dislivello dal Canin -900, 18km.
Interesse: geologico, paesaggistico, etnico ,naturalistico

Prato Resia

Scheda Tecnica

Durata: 5 giorni / 4 notti
Partenze 2021: 8 luglio, 19 agosto, 9 settembre
Partecipanti:  minimo 5, massimo 15
Sistemazione: rifugi alpini. Sistemazione in camerate. Bagno in comune. Biancheria da letto e da bagno non inclusa. Si consiglia di portare il sacco a pelo. Sacco-lenzuola usa e getta eventualmente disponibile in rifugio da pagare in loco.
Trasporto: arrivo con auto propria, transfer con minivan

Quota di partecipazione: da € 549.00 (calcolato su 5 partecipanti)

La quota comprende: 4 pernottamenti con sistemazione in camerate, trattamento di mezza pensione, trasferimento in bus l’ultimo giorno, guida escursionistica per tutti i giorni

La quota non comprende: pranzi, bevande ai pasti, trasporto bagagli (non è previsto il trasporto bagagli, ogni partecipante porterà il suo nello zaino), tutto quanto non indicato alla quota comprende

Scarica la scheda completa del viaggio in formato

  • GG slash MM slash AAAA
  • GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

2 years ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

2 years ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora