Mia

Norvegia

Svalbard: un viaggio ai confini del mondo

  • Min: 8 - Max: 10 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Estate

Spingersi fino ai confini più estremi del Mondo, ecco cosa significa andare alle Svalbard.
Questo viaggio sintetizza a pieno tutte quelle che sono le esperienze più belle da vivere in questo arcipelago: ghiacciai, città fantasma e tanta, tantissima natura.

Programma 7 giorni / 6 notti
1° giorno: Volo per Longyearbye
2° giorno: Ghiacciai
3° giorno: La Valle Bjørndalen
4° giorno: La città fantasma di Pyramiden (Parte 1)
5° giorno: La città fantasma di Pyramiden (Parte 2)
6° giorno: Longyearbyen
7° giorno: Rientro

Giorno 1: Arrivo a Longyearbyen
Partenza dall’Italia dall’aeroporto di Milano Malpensa e arrivo a Longyearbyen. Sistemazione in guesthouse per la notte, in camere doppie con servizi al piano e un’ottima colazione dolce e salata inclusa.

Giorno 2: I Ghiacciai
Il primo giorno alle Svalbard ci porterà alla scoperta dei grandi protagonisti di queste isole remote: i ghiacciai. La guida ci verrà a prendere alla nostra guesthouse e ci accompagnerà al punto di partenza per quest’escursione unica. Con un gommone super attrezzato arriveremo fino al ghiacciaio dell’Isfjorden per ammirare la maestosità dei ghiacciai delle Svalbard. Se saremo fortunati, potremmo anche imbatterci nella ricchissima fauna marina locale caratterizzata da trichechi, foche, pulcinelle di mare. Il tour avrà una durata di 4/5 ore riportandoci in città nel primo pomeriggio, avremo quindi del tempo libero per rilassarci e goderci i ritmi di Longyearbyen. La sera cena libera in uno dei pub del centro.

Giorno 3: Trekking nella Valle Bjørndalen
Dopo una buona colazione, andremo a toccare con mano la natura incontaminata delle Svalbard in cui risiede la vera magia di questo arcipelago: anatre, urie, urie nere, gabbiani, pernici e tante renne. La guida ci verrà a prendere comodamente in guesthouse e arriveremo, col loro bus, fino a Bjørndalen, ad ovest di Longyearbyen. Si tratta di un’area molto selvaggia in cui spesso vengono anche avvistati gli orsi polari e le volpi artiche. Attraverseremo un piccolo fiume e poi inizieremo la nostra salita sulla montagna. Una volta raggiunta la cima, la vista di cui godremo sarà spettacolare e vedremo tantissimi volatili intenti a nidificare o a cercare cibo. Torneremo a Longyearbyen nel pomeriggio inoltrato, ci fermeremo a fare la spesa e poi andremo in guesthouse dove ceneremo tutti insieme. Il tour durerà circa 7 ore.

Giorno 4: La città fantasma di Pyramiden (Parte 1)
Gli organizzatori verranno a prenderci alla nostra struttura e ci condurranno alla barca per la nostra navigazione. Andremo a nord, verso il Billefjorden e il ghiacciaio Nordenskjøldbree. Durante questo tragitto, avremo sicuramente la possibilità di vedere molta fauna locale e la guida ci racconterà curiosità e informazioni riguardanti tutte le zone che vedremo, per poi pranzare proprio sotto la lingua glaciale che si getta in mare. Arriveremo nel pomeriggio a Pyramiden, dove una guida locale russa ci farà visitare la cittadina fantasma, incluso l’interno delle strutture più importanti abbandonate a partire dal 1998 ma perfettamente preservate grazie al clima. Dopo una cena a base di pietanze russe, ci godremo anche i tradizionali drink sovietici!

Giorno 5: La città fantasma di Pyramiden (Parte 2)
Dopo la colazione, ci prepareremo per l’escursione giornaliera partendo proprio da Pyramiden. Il nostro obiettivo sarà l’entrata della vecchia miniera dei Soviet, situata in alto, sul lato della montagna Pyramiden. Seguiremo il vecchio sistema funicolare che veniva usato per trasportare i minatori in alto fino all’entrata della miniera stessa. Durante il trekking, potremo godere di una stupenda vista della città fantasma, del ghiacciaio Nordenskjøldbree e di tutto il Billefjorden. Sulla cima, gusteremo un frugale pranzo prima di iniziare la discesa di ritorno all’hotel. Nel pomeriggio riprenderemo la navigazione e rientreremo a Longyearbyen intorno alle 18. Cena libera in città.

Giorno 6: Longyearbyen
L’intera giornata sarà dedicata alla visita del capoluogo delle Svalbard, con la possibilità di fare shopping nei negozi locali e visitare anche lo Svalbard Museum, che racconta tutta la storia di questo arcipelago. Pranzo e cena saranno liberi e in totale autonomia, per godersi al meglio anche le specialità locali. Ovviamente non verrete mai lasciati soli, il nostro accompagnatore vi darà tutti i suggerimenti e le dritte di cui avrete bisogno per vivere una giornata in puro stile Svalbard. Possibilità di fare un’escursione facoltativa e non compresa nel prezzo con il taxi e una guida locale. In serata, rientriamo in guesthouse e ci prepareremo per il viaggio di ritorno.

Giorno 7: Il Rientro
Sveglia con calma, check-out e direzione aeroporto per il nostro volo di ritorno a Milano Malpensa, con un veloce scalo ad Oslo. Arrivo previsto all’aeroporto lombardo in serata.

 

Scheda Tecnica

Durata: 7 giorni / 6 notti
Partenza: 23 Luglio 2020
Partecipanti: min 8 / max 10
Sistemazione: in guesthouse, con bagni condivisi al piano e cucina in comune
Quota individuale: da 1.800,00 Euro

Cosa comprende la quota: escursioni come da programma, con guida locale parlante in inglese e accompagnatore italiano. Pranzo del secondo, terzo, quarto e quinto giorno e cena del terzo giorno. Sistemazione in camera doppia in guesthouse con bagno in comune. Accompagnatore dall’Italia. Assicurazione medico – bagaglio EuropAssistance.

Cosa NON comprende la quota: Volo Milano – Longyearbyen A/R*. Biglietto navetta A/R aeroporto – guesthouse. Escursione facoltativa del sesto giorno. I pranzi del sesto e settimo giorno. Le cene, ad eccezione del terzo giorno.

*) Il volo da Milano Malpensa con la compagnia SAS ha un costo che si aggira sui 330 euro. Prima si raggiunge il numero minimo di iscritti, minori probabilità vi sono di un aumento dell’ultima ora.

Fuso Orario: stessa ora italiana.
Documento: consigliato il passaporto.
Cellulare: essendo sotto la corona norvegese, le Svalbard sono considerate territorio europeo, non c’è quindi il roaming e ognuno navigherà e chiamerà secondo il proprio piano tariffario.
Clima: in estate le temperature raramente superano i 10°C a Longyerabyen, mentre nelle zone interne e in quota sono più fredde e di pochi gradi sopra lo 0. Da non trascurare è la componente vento: può far percepire la temperatura molto più bassa di quella che è realmente
Abbigliamento: invernale (dettagli più specifici verranno forniti prima della partenza)

23 Luglio 2020

Download
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Scozia

Trekking nelle Western Highlands, sulle orme di Rob Roy

  • Min: 6 - Max: 16 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Autunno Estate Primavera

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

1 years ago

Nicola Pirazzini

Con Loro Sono stato in Patagonia e Islanda. Esperienze fantastiche: itinerari completissimi,Strutture,escursioni,trekking, organizzati sempre al meglio, luoghi e persone che rendono il viaggio ogni volta qualcosa di unico. Un abbraccio a Roberto e Antonella e anche all’altro Roberto.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

1 years ago

Cristina Lapucci

Vacanza splendida tra macedonia e Tessaglia con esperienze inusuali. Questa vacanza mi ha permesso di conoscere integralmente persone e luoghi del posto creando una esperienza unica in una sola settimana di viaggio.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

1 years ago

Giove Dante

Tour in Patagonia, viaggio verso la fine del mondo che non ha bisogno di commenti. Solo un grazie alla passione delle guide e alla scelta delle strutture, sembra sempre di stare tra amici.... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni

1 years ago

Salvatore Sferrazza

Cerro Torre
Ancora 4 ore di cammino verso il Cerro Torre con un preludio di steppe, acquitrini, torrenti impetuosi e alberi dalle pazze forme fra l’essiccato e il verde più accecante. Ai piedi del Ghiacciaio Grande, come in un sogno lunare di pietra e vento si sentiva il rombo della natura che cercava il suo corso per buttarsi nella valle: ma dove?
Il vento ci ha impedito di arrivare al Campo Cesare Maestri e così il ritorno fra le steppe e i boschi è avvenuto in un’ora magica del primo tramonto così morbido e pieno di colore… Il Cerro Torre – miracolo – si è mostrato senza una nube ma il cielo era pieno di disegni a pennello di forme bianche e azzurre…
La notte ho guardato le stelle.

Rebecca
... See MoreSee Less

Vedi tutte le recensioni
Mostra ancora