Islanda, la travolgente terra di ghiaccio e fuoco

Partenze 2023: 15 luglio e 12 agosto - 13 giorni

  • Min: 8 - Max: 12 (viaggio di gruppo)
  • Periodo: Estate

L’Islanda è bella ma cara…
Per non spendere troppo molti la visitano rapidamente, in pochi giorni, e si perdono quegli itinerari più spettacolari ma difficili che ne fanno una terra davvero sorprendente e unica.

… o no?
Noi preferiamo organizzare le cose in modo di permettere a chi può spendere 3.500 euro di starci 12 giorni e vedere posti che vi resteranno negli occhi tutta la vita.
E lo facciamo in gruppi piccoli, affiatati: si fanno amicizie che restano.
 
In piccoli gruppi è meglio
Sarete accompagnati personalmente da Roberto Savio, la guida italiana specializzata in quei luoghi.
Viaggerete su un valido 4×4 con Villi, il nostro esperto autista islandese.
Saremo pochi ma buoni:  minimo in 8, massimo in 12.
 
Durata: 13 giorni / 12 notti
Partenze 2023: 15 luglio e 12 agosto
Partecipanti: min 8 / max 12
Sistemazione: in guest-house / hotel / ostello, in camere doppie (quadruple il secondo pernottamento) con bagno al piano o privato a seconda della struttura

Quota partecipazione: Euro 3950,00

La quota comprende:
volo diretto Milano – Reykjavik con Icelandair;
12 pernottamenti con prima colazione;
7 cene nelle strutture ricettive o in ristorante;
guida/cuoco dall’Italia;
trasporto con mezzo 4×4 adeguato con autista islandese;
assicurazione medico-bagagli.

La quota non comprende:
tasse aeroportuali (ca. 150 euro);
tutti i pranzi (di solito sono pasti veloci);
le cene del primo, terzo, quinto, settimo e penultimo giorno;
tutte le navigazioni (che hanno un biglietto individuale);
gli ingressi ai bagni termali;
gli alcolici e le bevande;
le mance, gli extra e tutto quanto non incluso nella voce “la quota comprende”.
*) – Navigazione per l’avvistamento delle balene può essere fatta da diverse località toccate dal percorso, senza particolari problemi di prenotazione, in quanto può essere fatta anche in loco, a volte anche il giorno prima o il giorno stesso (Costo compreso tra 60 / 80 euro).
* *) – Escursione facoltativa in barca nella laguna degli icebergs (Jokulsarlon) euro 40 p.p. Deve essere prenotata ed acquistata in Italia, al momento della iscrizione

 

Programma 13 giorni / 12 notti
1° giorno: Volo per Reykjavik
2° giorno: Golden Circle
3° giorno: Pista di Kjolur – Akureyri
4° giorno: Area del lago Myvatn
5° giorno: Dettifoss – Kjodaklettar – Husavik
6° giorno: Caldera dell’Askja
7° giorno: Islanda Orientale – Hofn
8° giorno: Jokulsarlon – Skaftafell
9° giorno: Laki
10° giorno: Landmannalaugar – Hrauneyjar
11° giorno: Costa meridionale
12° giorno: Rientro a Reykjavik
13° giorno: Partenza

Scarica la scheda completa del viaggio in formato 

1° giorno: Italia – Islanda
partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa con il volo Icelandair diretto per l’Islanda (*). Arrivo all’aeroporto internazionale di Keflavik nel pomeriggio e trasferimento in città con mezzo privato. Sistemazione in guesthouse centrale, cena libera e pernottamento.
Guesthouse Kastali

2° giorno: Reykjavik – Golden Circle
dopo colazione, nella mattina, breve visita della capitale islandese con la nostra Guida; pranzo libero. Nel primissimo pomeriggio parte il tour, con direzione Nord-Est per la visita di tre siti che vengono accomunati con il suggestivo nome di “Golden Circle”: la cascata di Gulfoss (cascata d’oro), Geysir (dove si trova l’unico geyser di tutta l’isola) e Thingvellir, sito di importanza storica (sito del primo parlamento) e geomorfologica (faglia medio-atlantica). Al termine, arrivo alla struttura, sistemazione, cena autogestita con la Guida e pernottamento.
Skalinn Farmhouse

Geysir: l’attività periodica di “Strokkur”

3° giorno: Geysir – Akureyri
dopo colazione, attraversando il deserto centro occidentale, lungo la pista di Kjolur che si insinua tra i ghiacciai Langjokull e Hofsjokull, ci dirigiamo verso l’area geotermica di Hveravellir, dove sarà possibile fare un bagno nelle calde acque sulfuree. Sosta pranzo e facile passeggiata tra sorgenti d’acqua calda e getti di vapore, sino al rifugio del più noto tra i fuorilegge islandesi, Fjalla Eyvindur, vissuto nel 18° secolo. Proseguiamo quindi verso la costa Nord attraverso ampie valli dedite all’agricoltura ed all’allevamento, per affacciarsi infine sullo Skagafjordur. Da qui puntiamo decisamente ad Est, sino ad arrivare al fiordo di Eyjafjordur dove si trova Akureyri, seconda città del paese. Sistemazione nelle camere dell’ostello, cena libera e pernottamento
Apotek Guesthouse / Akureyri Backpackers Hostel

4° giorno: Akureyri – area del lago Myvatn
consumata la colazione, si prosegue, via Myvatnasheld (altopiani fioriti e rinomati torrenti ricchi di salmoni) sino alla cascata di Godafoss (cascata degli dei) ed al lago Myvatn. Da Dimmuborgir (labirinto di bizzarre forme laviche) saliamo sul cratere Hverfell da dove si ammira lo spettacolo del sottostante lago costellato di piccoli e grandi pseudocrateri e di tutta l’area circostante. Nei pressi potremo visitare l’area dei fanghi bollenti di Hverarond ed il campo lavico del Krafla. Prima di instradarci verso la nostra meta serale, potrà anche esserci il tempo di fare una visita ad bagno termale nei pressi del lago (ingresso a pagamento, non compreso nella quota). Raggiungiamo la struttura, sistemazione, cena in struttura e pernottamento.
Stong Guesthouse

5° giorno: Dettifoss – Hljodaklettar – Husavik
dopo colazione, ci dirigiamo verso Est lungo la Ring Road sino alla deviazione per la cascata di Dettifoss: la più potente d’Europa, una vera potenza della natura! Terminata la visita alla cascata, risaliamo la strada che si dirige verso Nord, sino a Kljodaklettar, dove faremo una escursione tra suggestive formazioni basaltiche e colline rosse. Al termine, sempre verso Nord, dopo il periplo della penisola di Tjornes, giungiamo ad Husavik. Tempo e meteo permettendo, sarà possibile, per chi interessato, fare un’uscita in mare per avvistare le balene (costo non compreso nella quota**). Al rientro dalla navigazione, cena. Al termine della cena, si rientra verso Myvatn per il pernottamento.
Stong Guesthouse

Le colline rosse di Raudholar

6° giorno: Askja
di prima mattina, dopo colazione ci dirigiamo verso Est per imboccare la pista in direzione Sud, verso il centro dell’Islanda: il grande deserto lavico. Percorreremo molta strada prima di giungere alla nostra sistemazione serale, ma i paesaggi attraversati ed i panorami osservati ci ripagheranno del tempo trascorso: l’immenso deserto “lunare” tra colonne di basalto e pianure di pomice, ponti su fiumi impetuosi e laghi apparentemente tranquilli di origine vulcanica. Ci addentriamo nel deserto centrale costeggiando a lungo il vulcano Herdubreid (la “regina d’Islanda”), sino ad arrivare all’Askja (immensa caldera vulcanica). Una facile escursione a piedi ci condurrà sino all’interno della caldera, al margine dei due laghi presenti al suo interno (laghi Viti e Oskjuvatn). Riprendiamo infine la strada per uscire dal deserto in direzione Modrudalur. Sistemazione nelle camere, cena in struttura e pernottamento.
Fjalladyrd Farmhouse

7° giorno: Islanda Orientale – Hofn
Colazione. Forse la giornata più lunga fra tutte! si svolge per buona parte lungo la strada N. 1, la cosiddetta Ring Road. Prima tappa di un certo “peso”, Egilsstadir, centro riconosciuto di tutta l’Islanda orientale. Breve sosta prima di dirigersi verso Sud, sino ad arrivare a Djupivogur, antica stazione commerciale tedesca, dove ci potremo fermare un po’ più a lungo, magari gustando una fetta di torta con una tazza di caffè. Proseguendo lungo costa, faremo soste per ammirare il panorama di queste coste alte alternate ad ampie lagune dove si radunano centinaia di Cigni selvatici. Infine raggiungiamo Hofn, la capitale del gambero islandese, dove pernottiamo. Sistemazione, cena libera e pernottamento
Hotel Mikael / Hvammur Guesthouse

8° giorno: Hofn – Kirkjubaejarklaustur
Colazione e partenza. La giornata di oggi ci riserva una delle più emozionanti località di tutta Islanda: la laguna degli iceberg di Jokulsarlon (possibilità di breve navigazione nella laguna con un mezzo anfibio, con supplemento di Euro 40 p.p. ***). Dopo l’eventuale escursione in barca, ci sarà tempo di fare una passeggiata lungo il canale che collega la laguna al mare (avvistamento frequente di foche), dove gli iceberg che “sfuggono” dalla laguna vengono risospinti dal moto ondoso su una lunghissima spiaggia di sabbia nera. Breve sosta alla meno conosciuta, ma ugualmente suggestiva laguna formatasi dal fronte del ghiacciaio Fjallsjokull. Ripartiamo e ci portiamo a Skaftafell dove, con una breve passeggiata, arriviamo alla “cascata nera” (Svartifoss) ed alla vecchia fattoria di Sel. Riprendiamo la strada per arrivare in prossimità di Kirkjubaejarklaustur, sistemazione, cena autogestita con la Guida e pernottamento.
Hvoll Hostel

La serie di coni di Lakagigar

9° giorno: Laki
Dopo colazione, escursione di una giornata (parte a piedi, parte in macchina) per raggiungere e visitare l’area dei crateri del Lakagigar, il vulcano la cui eruzione nel 1783 causò immense tragedie alla popolazione islandese ed enormi problemi nei paesi del Nord Europa. Il paesaggio è di una bellezza unica e sconvolgente: l’impressionante vestigia della linea di fratture lunga 25 km da cui fuoriuscì il più grande flusso lavico mai avvenuto in una singola eruzione in periodo storico; sullo sfondo, ai due opposti punti cardinali, i due ghiacciai Vatnajokull e Myrdalsjokull. Sulla strada di ritorno, fermata per l’ultimo spettacolo della giornata, già così piena di panorami mozzafiato: il canyon Fjadrargljufur. Rientro in struttura per la cena autogestita con la Guida e pernottamento.
Hvoll Hostel

10° giorno: Kirkjubaejarklaustur – Landmannalaugar – Hrauneyjar
Dopo colazione, oggi lasciamo la Ring Road per addentrarci verso l’interno, al di la del ghiacciaio Myrdalsjokull, verso una delle più belle aree del paese: Landmannalaugar. Prima di giungere al clou della giornata, avremo modo di fare una breve escursione lunga la frattura dell’Eldgja, sino alla cascata di Oafaerufoss. Arrivati a Landmannalaugar, da dove parte quello che viene descritto come uno dei più bei trekking del mondo, faremo un’escursione che ci farà comprendere come questo appellativo sia quanto mai appropriato. Non riusciremo a fare tutta la prima tappa di questo trekking, ma vedremo comunque paesaggi meravigliosi, dove colline dai mille colori si alternano a rilievi neri screziati dal muschio verde fosforescente. Al termine dell’escursione, riprendiamo la strada per uscire verso la valle del fiume Thjorsà, il più lungo del paese. Raggiungiamo infine Hella dove è la struttura che ci ospiterà per questa notte. Sistemazione, cena in ristorante e pernottamento.
Hotel Kanslarinn

11° giorno: la costa meridionale
Dopo colazione, oggi percorriamo il tratto più meridionale d’Islanda, rientrati sulla Ring Road, ci dirigiamo verso Est; ci fermiamo dapprima alle cascate di Seljalandifoss (con retro passaggio) e quindi di Skogafoss (vero muro d’acqua alto 60 m). Sempre verso Est, dopo una visita al promontorio di Dyrholaey (punto più a Sud dell’isola), con le sue colonie di Pulcinella di mare, ci dirigiamo a visitare le spiagge basaltiche presenti nelle vicinanze. Arriviamo infine a Vik per una breve sosta in questa piccola cittadina con un laboratorio di prodotti in lana. Ritorniamo verso Ovest, sino ad arrivare alla nostra meta serale, cena e pernottamento.
Armot Guesthouse / Hotel Eyjafjallajokull

La costa tra Dyrholaey e Reynisfjara

12° giorno: Hvolsvollur – Reykjavik
Colazione, sistemazione dei bagagli e partenza per la capitale. Breve sosta alla cascata di Urridafoss, e deviazione verso la costa sino ai villaggi, antichi centri del commercio e della pesca di tutta l’area costiera, di Stokkseyri ed Eyrarbakki. Breve passeggiata alla scoperta di questi insediamenti dall’aria un po’ demodè. Sosta per il pranzo (meteo permettendo) all’area geotermica di Krysuvik. Raggiungiamo, infine, la capitale nel primissimo pomeriggio. Tempo libero per visita della città e shopping. Cena libera. Pernottamento in guesthouse centrale.
Guesthouse Kastali

13° giorno: Reykjavik – Italia
Sveglia presto per poter raggiungere l’aeroporto in tempo per il volo di rientro.

Piano voli
FI 591 MXPKEF 1545 1800
FI 590 KEFMXP 0830 1445
volo andata del 15 luglio:
KL1630 MXPAMS 1250 1445
FI   507 AMSKEF 1650 1805

 

 

Caratteristiche del viaggio

Due parole sulla logistica:
La nostra formula di viaggio è in piccoli gruppi e pernottamenti in strutture quali B&B, guest-house od ostelli, in camere a due posti letto, con servizi al piano o in camera a seconda della struttura. In una sola struttura il gruppo sarà sistemato in camere a quattro posti letto.
Il programma è itinerante, un vero overland, intervallato da frequenti escursioni, soprattutto naturalistiche, durante l’arco della giornata, da quelle più corte di poche decine di minuti, alle medie di 2/3 ore. Il bagaglio per le escursioni é il solito zaino con lo stretto necessario: la macchina fotografica, la giacca a vento, un poco di frutta o cioccolata e la borraccia.

La Guida:
La Guida, italiana, vanta un’esperienza pluridecennale nella conduzione di gruppi, è un buon conoscitore dei luoghi e saprà fornirvi tutte quelle informazioni necessarie a comprendere meglio quanto andrete ad osservare.
Sarà anche il coordinatore del gruppo, pronto ad affrontare e risolvere eventuali problematiche che dovessero sorgere durante il viaggio. Quando previsto dal programma e quando necessario, sarà anche il cuoco del gruppo.

Il mezzo che useremo:
Abbiamo come veicolo un mezzo fuoristrada adeguato alle strade da percorrere, affidabile e confortevole, con autista islandese, buon conoscitore delle strade e di ottima compagnia. La macchina è un Ford Econoline 4×4 da 12 posti + 2, con pneumatici surdimensionati, adeguati a percorrere tutte le piste interne senza alcun problema ad affrontare i guadi presenti.

I pasti:
La colazione sarà sempre fornita dalla struttura o preparata dallo staff e sarà di tipo continentale: te, caffè, latte, yoghurt, skyr – tipico prodotto islandese – surmjolk, latte acido, pane, burro e marmellate, muesli, korn flakes, biscotti, affettati, formaggio, etc.
Quando previsto dal programma, la preparazione delle cene è affidata alla fantasia e capacità della guida che utilizza le attrezzature presenti all’interno delle diverse strutture che ci ospitano, sempre proteso ad assecondare per quanto possibile le esigenze dei partecipanti. In due occasioni, la cena sarà fornita dalla struttura.
Le cene libere saranno tali sempre dove vi è maggiore scelta di ristoranti/fast-food/tavola calda (Reykjavik, Akureyri, Husavik, Hofn), per poter scegliere liberamente menù, anche in base al proprio budget.
I pranzi non sono compresi nella quota del viaggio e potranno essere acquistati (cestino hotel) presso le strutture ricettive al momento di partire il mattino, oppure lungo la strada durante il percorso giornaliero, durante le ovvie fermate che saranno effettuate nel corso della mattinata.
N.B. – Viene richiesto ai partecipanti una collaborazione nella gestione logistica delle cene quando preparate all’interno delle strutture

Le escursioni giornaliere:
Si prevedono brevi passeggiate in aree a forti attrattive naturalistiche e paesaggistiche. Queste sono tutte condotte dalla guida al seguito del tour. Le difficoltà delle escursioni possono essere unicamente meteo/climatiche. Non presentano infatti difficoltà oggettive, ma la latitudine e la quota in cui si svolge il percorso é soggetta ad alta variabilità delle condizioni atmosferiche. Ci sono comunque buone probabilità di essere deliziati da giornate soleggiate.
Sono previste alcune escursioni un po’ più impegnative (comunque non obbligatorie, in quanto vi è la possibilità di optare per altro), nei seguenti giorni del tour:
4. Dimmuborgir – Hverfjall: 2h 30′ – dislivello +140 / – 140
5. Hljodaklettar: anello 2h 30′ – dislivello + 130 / – 130
6. Caldera dell’Askja: 2h – dislivello + 70 / – 50
8. Skaftafell – Sjonarnipa – Svartifoss: anello 3h – dislivello +230 / -230
9. Laki: anello 2h – dislivello + 192 / – 192
10. Landmannalaugar – Brennisteins Alda: anello 2h30′ – dislivello +180 / -180
Le restanti escursioni non prevedono dislivelli apprezzabili.

Consigli utili per l’equipaggiamento / vestiario:
– n° 1 costume da bagno (piscine artificiali o naturali) e 1 cuffia da piscina
– n° 1 buona, forte giacca impermeabile (con membrana traspirante tipo goretex o similari).
– n° 1 cappellino per il freddo (meglio in pile) e 1 per il sole..
– n° 1 soprapantalone impermeabile (con membrana traspirante tipo goretex o similari).
– n° 1 paio scarpe per l’escursionismo/trekking: calzatura alta, meglio se tutta in pelle, robusta, suola con un carrarmato ben pronunciato, impermeabilizzata (con il grasso o per mezzo delle membrane tipo goretex), stringa di scorta.
– n° 1 paio di ciabattine/sandali leggere e piatte (per doccia e bagno nelle acque naturali).
– n° 1 asciugamano grande, o accappatoio poco voluminoso, per i bagni caldi.
– n° 1 binocolo tascabile
– n° 2 bastoncini da trekking (facoltativi)
– n°1 zaino da escursionismo giornaliero, 25/45 litri.

 

Scarica la scheda completa del viaggio in formato 

  • GG slash MM slash AAAA
  • GG slash MM slash AAAA
    Smarca la voce qui sopra per essere iscritto/a alla newsletter e ricevere le nostre proposte di viaggio.

Potrebbero interessarti

Chi ha scelto

di viaggiare con noi

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

This message is only visible to admins:
Unable to display Facebook posts

Error: Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.
Type: OAuthException
Code: 190
Subcode: 460
Click here to Troubleshoot.